Il frutto più antico e più semplice, così semplice da essere spesso sottovalutato: la mela vanta eccezionali proprietà per la nostra salute. Possiamo ritenere questo frutto una vera e propria “farmacia naturale”. La mela è disponibile in ogni momento dell’anno, e ciò consente di usufruire delle sue innumerevoli proprietà in qualsiasi stagione.


Cosa c’è nella mela?

L’85% circa del peso di una mela è costituito da acqua, mentre dal 9% al 12 % circa è costituito da zuccheri di diverso tipo, tra cui il fruttosio che, in quantità ridotte, non richiede l’utilizzo dell’insulina e quindi non ha controindicazioni se consumata dai diabetici.
Nella mela sono presenti vitamine molto importanti: A, B1, B2, C e PP, Sali minerali e oligoelementi come calcio, cloro, ferro, rame, magnesio, zolfo, potassio, fosforo, iodio e silicio.
Nella mela sono quasi totalmente assenti grassi e calorie: circa 40 kcal per ogni 100 g di parte edibile.

 

Perché la mela fa così bene alla salute?

Una fibra solubile, chiamata pectina, è presente in maniera significativa all’interno della mela. Una mela di media grandezza, infatti, se consumata insieme alla buccia, fornisce circa 4 grammi di fibre.
La pectina rallenta l’assorbimento degli zuccheri e aiuta a tenere sotto controllo la glicemia, e contribuisce inoltre ad abbassare il tasso di colesterolo cattivo (LDL) nel sangue fino al 16 %, e ad aumentare invece la produzione di quello buono (HDL); per questa ragione la mela è un frutto consigliato a chi soffre di malattie cardio-metaboliche.
Inoltre la pectina, se assunta cruda, aiuta a risolvere i problemi legati alla diarrea, poiché i batteri intestinali la trasformano in una specie di guaina lenitiva e protettiva per le parti irritate dell’intestino. Per combattere la stipsi, invece, basta mangiare una mela cotta al giorno.

 


Rispetto agli altri frutti, la mela può essere consumata a fine pasto perché non fermenta, anzi, ha un’azione digestiva; inoltre pulisce i denti e massaggia le gengive.

Non solo: la mela vanta anche un buon potere diuretico, in quanto leggero stimolante dei reni, e fa bene a chi ha calcoli renali, oppure a chi ha un’insufficiente emissione di urina.
Caratteristica ancora più importante, secondo una ricerca italiana, svolta dall’Istituto Tumori di Genova, la mela avrebbe proprietà antitumorali, tanto che sarebbe in grado di diminuire del 20% il rischio di sviluppare queste patologie (al cavo orale, esofago, colon retto, mammella, ovaie e prostata): l’effetto antitumorale sarebbe dovuto alla procianidina (polifenolo), una sostanza antiossidante che riuscirebbe a contrastare in modo efficace l’invecchiamento delle cellule e, quindi, lo sviluppo dei tumori. Secondo uno studio americano, le mele più efficaci nella prevenzione tumorale sarebbero la Stark Delicious, la Granny Smith e la Renetta.
Ma ancora non è tutto! Pare infatti che le mele contengano quercetina, un’altra sostanza antiossidante utile nella lotta contro le malattie neurovegetative; le mele producono benefici anche alla vie respiratorie: i bambini affetti da asma, ma che bevono quotidianamente succo di mela, soffrono meno di attacchi rispetto ad altri che bevono meno succo; alcuni studiosi francesi hanno rilevato che nelle mele è contenuto un particolare tipo di flavonoidi in grado di aumentare la densità ossea e prevenire l’osteoporosi.
Insomma, le potenzialità della mela sembrano in continuo progredire!

Tanti argomenti a suffragio della stessa tesi: una mela al giorno leva il medico e i malanni di torno!

 

Potrebbe interessarti anche: Rosso Ciliegia: Caratteristiche e proprietà di questo frutto goloso

 

Una mela al giorno non solo toglie il medico di torno, ma sembra fungere come un vero e proprio viagra femminile stimolando il piacere sessuale. Le qualità afrodisiache di questo buonissimo frutto sono state messe in risalto grazie ad una ricerca italiana condotta dall'ospedale Santa Chiara di Trento e pubblicata su “Archives of gynecology and obstetrics”. La ricerca ha preso in considerazione 731 donne di età compresa fra i 18 e i 43 anni. Gli scienziati hanno scoperto che un consumo quotidiano di mele può aumentare il piacere sessuale nelle donne sane. 

Una Mela al giorno... 

Di mele ne esistono di tantissime qualità: da quelle più dolci come la Golden Delicious a quelle più croccanti tipo la Royal gala ma, diciamocela tutta … sono tutte buonissime e tutti ne abbiamo almeno un paio in casa; sicuramente è il frutto più mangiato in ogni stagione.
Ottime grattugiate con una goccia di miele e limone o con latte e zucchero per un buonissimo frullato adatto per una merenda super golosa dei nostri bambini.
Vogliamo poi non parlare dei vari dolci alle mele? Dallo strudel alla crostata o alle mele ripiene di crema … mamma mia ... mi sta venendo fame al sol parlarne.
Pochi invece sanno che la Mela è anche un ottimo amico per la nostra salute grazie alle sue preziosissime proprietà: ad esempio se mangiata prima di far pranzo, circa un’oretta, aiuta la digestione e non solo, per chi ha problemi di peso, sazia e in parte frena i grandi appetiti.
Aiutano inoltre a tenere sottocontrollo il colesterolo e la glicemia, se mangiate cotte hanno un blando effetto lassativo specie se abbiamo esagerato in un pasto e non dimentichiamo che sono ricche di vitamine e sali minerali.
Che cosa rimane da dire? Sono buone, fanno bene … allora mangiamone tantissime!

 

ricetta-strudel-di-mele

 

STRUDEL DI MELE. 

Preparate la pasta per lo strudel impastando a mano 250 grammi di farina, un uovo grande, due cucchiai di olio, un pizzico di sale e 100 ml di acqua.
Quando si sarà ottenuta una pasta liscia, ungetela con dell’olio e fatela riposare, coperta, per circa una mezzora.
Fare il ripieno dello strudel è un pochino più complesso ma alla fine vedrete che ne sarà valsa la pena!
Mettete ad ammorbidire 100 grammi di uvetta sultanina nel rum o se preferite va benissimo anche metterli nell’acqua.
Mentre l’uvetta si ammorbidisce, tostiamo il pane grattato (circa 150 grammi) con un pezzetto di burro e una volta pronto lasciatelo da parte a raffreddare.
Ora in una ciotola grande, affettate le mele il più sottile possibile, aggiungete poi l’uvetta strizzata, un pizzico di cannella in polvere, la buccia del limone grattugiato, 120 grammi di zucchero, e i pinoli.
Mescolate tutti gli ingredienti e lasciate riposare.
Lo strudel ora è quasi pronto, manca solo un ultimo procedimento, dividete la pasta in due parti, con il mattarello tirate la pasta fino a farla diventare sottilissima, sulla sfoglia ottenuta stendete poi il pangrattato tostato e del burro fuso.
A questo punto non resta che versare sopra il composto di mele e uvetta e poi arrotolare lo strudel dal lato più lungo.
Cuocere in forno per una quarantina di minuti a 200 gradi.

 

Potrebbe interessarti pure: Le proprietà nutritive delle Mele