Quando arriva il freddo, tutti i buoni propositi che ci spingono a praticare un po’ di moto all’aria aperta vanno a dormire.

I parchi pubblici, così come i luoghi che tanto si prestano a belle camminate e corsette salutari, improvvisamente, nei periodi invernali, subiscono il fenomeno della desertificazione. A parte i soliti sportivi DOC, sempre in forma che, vai a capire come, trovano comunque il modo e la voglia di mettersi in moto tutti i giorni di cui è composto l’anno solare, gli altri comuni mortali spariscono verso la fine di ottobre e tornano poi a farsi vedere, come fiori in primavera, non appena lo spauracchio della “prova costume” appare nell’orizzonte di fine aprile.

Non sarebbe meglio, forse, tenere svegli tutto l'anno i buoni propositi di mantenersi in forma, così da spingerci a essere operative, quindi sportive, un po’ tutti giorni, quel tanto che serve per farci arrivare ad aprile già con risultati visibili e soddisfacenti addosso? Forma fisica a parte, ci guadagneremmo molto anche in salute e non è poco, poiché la “salute” è il bene più prezioso. E allora forza! Un piccolo sforzo iniziale e diamo un taglio alla pigrizia invernale, tanto per non dover sempre dirci: “Bleah!” davanti allo specchio, quando ci infiliamo in quei graziosi vestitini estivi o nei costumi di ultima generazione. Un po’ di moto tutti i giorni, fatto regolarmente, e la “prova costume” sarà, appunto, una passeggiata di salute.

Donne belle e famose ne sanno qualcosa. Angelina Jolie mantiene splendidamente un perfetto equilibrio di definizione muscolare e dirompente femminilità attraverso la pratica continua di attività fisica, integrata con un allenamento pesi leggero. The Body, non a caso è così chiamata Elle Mcpherson, produttrice e conduttrice di Fashion Star, all’età di quarantotto anni si mantiene in formissima grazie ad un programma continuo di esercizi e a una dieta bilanciata che non prevede l’uso di caffeina, zucchero raffinato, alcol e cibi in scatola. Gwyneth Paltrow, solo per scriverne un’altra, è una di quelle che difficilmente rinuncia al suo allenamento cardio, alla corsetta, che pratica cinque volte a settimana. Niente è regalato, quindi, neanche a quelle “stelle” che brillano di bellezza perpetua.

 

 

Insomma, chi bella vuole comparire, genetica a parte, qualche pena deve soffrire. Ora, senza dover diventare delle “stelle” a tutti costi, ricalcandoci a forza sopra i modelli culturali e standardizzati di bellezza e perfezione, anche perché sarebbe banale, possiamo comunque darci da fare per la nostra peculiare bellezza.

Premesso che non è vero che il freddo fa male ai polmoni, nel senso che non crea infezioni respiratorie tipo asma e bronchiti e che semmai è l’umidità, presente sia in inverno sia in estate, che può creare danni all’organismo, ecco alcune semplici regole da seguire per correre o camminare nei parchi, anche d’inverno: svolgere almeno quaranta minuti di corsa leggera o camminata a passo veloce tutti i giorni; non coprirsi eccessivamente e vestirsi, possibilmente, con capi in microfibra o teflon che permettono al sudore di fuoriuscire e a noi di non indossare panni bagnati; coprire la testa, perché è la parte che regola la temperatura corporea; mangiare due ore prima dell’attività fisica e, ovviamente, non attivarci se siamo raffreddate, influenzate o con il mal di testa.

Poi, non è che se corriamo o camminiamo possiamo mangiare tutto ciò che vogliamo e malamente. No. Importantissimo è seguire anche un’alimentazione sana. Abbondiamo nel consumo di frutta e verdura, diamo la preferenza al pesce e usiamo l’olio d’oliva. Vietate le bibite gassate, grassi, fritti, cibi in scatola e troppo salati. Vivamente consigliato bere molto, per facilitare la funzionalità renale e l’eliminazione dei liquidi in eccesso. E poi, dato che, come spesso si usa dire, “non ci sono più le mezze stagioni” e, addirittura, sui banchi dei mercati, supermercati e dei negozi specializzati non ci sono proprio più le stagioni, così che tutto l’anno è possibile trovare ogni tipo di frutta, eccovi due semplici ricette di sfiziosi frullati da accompagnare all’attività fisica invernale.

 

 

Frullato di lamponi e avocado:

1 avocado, sbucciato e snocciolato,

¾ di succo d’arancia,

¾ di succo di lampone,

½ tazza di lamponi.

Frullate tutti gli ingredienti fino a ottenere un composto omogeneo e poi, chiaramente, bevete.

Frullato di pesca allo zenzero:

1 scatoletta di pesche sciroppate (sgocciolate);

½ tazza di succo di mela,

4-5 fettine di radice di zenzero (sbucciata),

1 cucchiaino di succo di limone.

Frullate, omogeneizzate e gustate. Se volete, potete aggiungere a entrambi i frullati anche dei cubetti di ghiaccio. Da nessuna parte è, infatti, scritto che bere frullati freddi d’inverno, così come fare una corsetta, magari sotto la pioggia o in mezzo alla neve, fa male o è proibito.