09 Nov

I 10 sintomi tipici dell’ansia

Scritto da  |

L’ansia non deve essere sempre considerata negativa, perché aiuta a mantenere alto il livello di allerta in situazione di stress, ma al tempo stesso non deve superare una determinata soglia, altrimenti diventa patologica. La differenza tra ansia positiva e ansia negativa può essere individuata nella presenza di determinati sintomi, che rendono il secondo tipo una condizione da trattare e tenere sotto controllo. Vediamo i dieci sintomi più comuni.

1. Irrequietezza costante

Quando ci si sente nervosi e agitati, di continuo e senza motivo, vuol dire che è in corso uno stato di ansia. Una delle migliori, e più naturali, soluzioni è praticare attività sportiva, almeno 45 minuti di camminata veloce al giorno abbinata ad esercizi.

 

2. Respirazione difficoltosa

Un altro importante sintomo di ansia è la difficoltà nella respirazione. Una sensazione fastidiosa , che genera anche paura e timore di poter essere affettati da qualche grave patologia. Una volta eseguiti i controlli di routine e stabilito che non sono presenti altri problemi, è consigliato praticare degli esercizi mirati per la respirazione, cercando di fermare l’iperventilazione. Durante gli stati di ansia tendiamo infatti a respirare in maniera più rapida e immettiamo meno ossigeno. Anche lo yoga è una buona tecnica per ridurre l’ansia.

 

3. Dolore al petto e palpitazioni

Un altro sintomo dell’ansia che va prima approfondito da un punto di vista clinico; se non sussistono altre patologie, è possibile iniziare a lavorare sul problema cercando di eliminare o diminuire il dolore e le palpitazioni. Il dolore è infatti causato da un eccesso di aria nei polmoni (dovuto ad una errata respirazione), che quindi si gonfiano e premono sulla cassa toracica. La tensione agisce sui muscoli causando dolore. Anche in questo caso è fondamentale controllare e gestire la respirazione con esercizi specifici.

 

4. Disorientamento

Una delle più brutte sensazioni di un attacco d’ansia è il disorientamento. Ci si sente come smarriti, in procinto di svenire. Tutto ciò accade a causa dell’iperventilazione, in risposta ad un agente stressante. In realtà uno stato di ansia non provoca mai uno svenimento, perché la pressione aumenta, quando invece dovrebbe essere bassa per portare ad episodi di perdita di conoscenza. Una volta assicuratisi che non sono in corso altre condizioni fisiche, bisogna iniziare a controllare la paura, consapevoli del fatto che una corretta respirazione può in breve tempo far scomparire il sintomo.

 

5. Apprensione

La continua paura per ciò che potrebbe succedere genera apprensione, una condizione che, se protratta nel tempo ed esasperata, può essere somatizzata e portare allo sviluppo di eventi ansiosi. Per questo motivo, benché faccia parte delle singole personalità essere più o meno apprensivi, è bene gestire la sensazione in modo che non superi i livelli di soglia. In questo caso, tecniche di meditazione e di yoga possono essere di grandissimo aiuto.

 

6. Depressione e bassa autostima

Due condizioni legate l’una all’altra, possono con il tempo causare irritazione e affaticamento; di solito si alimentano tra di loro, costituendo un circolo vizioso, che va assolutamente interrotto per non arrivare a conseguenze più gravi. In questo caso, l’aiuto di una figura professionale e preparata, come uno psicologo, risulta decisiva nella scelta della strada da prendere per una guarigione completa.

 

7. Disturbi del sonno

Insonnia e difficoltà a prendere sonno sono due tipici sintomi di chi soffre di ansia. Spesso sono presenti anche incubi. L’ansia di non riuscire a dormire alimenta il problema, aumentano così le notti insonni, stanchezza e l’irritabilità. Una catena che può compromettere anche lo svolgimento delle più semplici attività quotidiane. Un buon rimedio? Eliminare la TV prima di andare a dormire, preferire un buon libro e praticare attività fisica ed esercizi di respirazione durante il giorno.

 

8. Rigidità

Quando è in corso uno stato di ansia, il nostro corpo tende d irrigidirsi senza che ne siamo consapevoli; la tensione porta i muscoli a contrarsi per lungo tempo, causando così dolori apparentemente senza origine. Mal di testa e mal di schiena sono le conseguenze più comuni, che spesso si imputano al lavoro. In realtà, la soluzione potrebbe consistere nella pratica di attività di stretching e di rilassamento, come ad esempio lo yoga o il pilates. Ma bastano anche esercizi semplici da svolgere seduti alla propria postazione di lavoro.

 

9. Sudorazione

Un sintomo che va approfondito, soprattutto se notturno, con dettagliate analisi mediche. Se invece la sudorazione si dimostra particolarmente abbondante in determinate situazioni, soprattutto in pubblico e con temperature non alte, allora in problema è da ricondurre all’ansia.

 

10. Pensieri ossessivi

L’ossessione è uno stato di ansia avanzato, perché border line con altre patologie. La percezione della realtà può essere alterata e c’è il rischio di perdere il controllo sul proprio comportamento. Molte persone provano sensazioni di pericolo, si sentono minacciate senza apparente motivo e quindi tendono a comportarsi in una maniera che al di fuori appare completamente fuori luogo. Bisogna quindi convincersi che la sensazione provata non è reale e che c’è bisogno di un aiuto professionale, come quello che può fornire uno psicologo.

 

Rimedi naturali

Esistono molti rimedi naturali che possono essere di aiuto contro l’ansia ed i suoi sintomi, sono di aiuto però per un organismo che si vuole fare aiutare, perchè chiaramente il primo rimedio naturale deve venire da dentro. Esistono in particolare modo delle erbe officinali che sono in grado di attenuare gli stati ansiosi e

gli effetti diretti e indiretti ad essi correlati (problemi a prendere sonno, tachicardia e palpitazioni, e via discorrendo).

Non stiamo parlando di semplici erbette e tisane ma di veri e propri prodotti di libera vendita (cioè che non necessitano di prescrizione medica) ovvero degli integratori notificati al Ministero della Salute che sono reperibili anche in erboristeria, acquistabili anche online, come ad esempio la valeriana.

 

Letto 982 volte Ultima modifica il Mercoledì, 09 Novembre 2016 14:58
Vota questo articolo
(1 Vota)
LeiDonnaWeb

LeiDonnaWeb è il portale dedicato alla Donna, con tutte le ultime notizie riguardanti il mondo femminile dall’Abbigliamento al Gossip, dall’essere Mamma alla voglia di Benessere, dal Cinema alla Tv, dal Make up alla cura dei Capelli e tanto altro ancora

Sito web: www.leidonnaweb.it