08 Nov

Arriva la pillola anti-calvizie, ecco cosa rivela il nuovo studio

Scritto da  |

Fialette, pillole e cremine che promettono di far ricrescere i capelli miracolosamente nei soggetti affetti da alopecia non sempre regalano i risultati sperati! Ma forse dopo anni di ricerca siamo vicini alla soluzione del problema.

Alcuni ricercatori statunitensi hanno infatti individuato le cellule che attaccano i follicoli dei capelli, elaborando cosi dei farmaci inibitori, il ruxolitinib e il tofacitinib, capaci di bloccare le vie immunitarie e  le cellule che attaccano i follicoli e, quindi, di far fronte a un problema che affligge soprattutto gli uomini, ossia la calvizie. 

 

Questi farmaci sono stati sperimentati sia sui topi che sugli esseri umani. Nei topi in seguito alla loro somministrazione i peli sono cresciuti nell'arco di 12 settimane, mentre nell'uomo la crescita dei capelli si è verificata circa 4-5 mesi dopo l'inizio del trattamento anti-caduta.

 

E voi che ne pensate in merito?


LEGGI ANCHE >>> Extension capelli con clip e capelli veri, quali acquistare

 

Letto 2027 volte Ultima modifica il Mercoledì, 12 Novembre 2014 09:44
Vota questo articolo
(5 Voti)
Speranza Capotortora

Studentessa di Scienze del Servizio Sociale all'Univerisità Federico II, coltivo la passione de giornalismo e, in particolare, mi tengo aggiornata sul mondo femminile e su argomenti che oscillano dalla moda, al make-up, dal benessere agli accessori più trendy.

 

Facebook: Speranza Capotortora