01 Ott

Allergia al nichel, come comportarsi?

Scritto da  |

L’allergia al nichel è una tra le più diffuse allergie. Siamo abituati a pensare che questo metallo sia presente solo nella bigiotteria e in alcuni tessuti. Purtroppo lo possiamo trovare anche in alcuni cosmetici, come creme, ombretti e mascara. Anche se è vietato l’introduzione del nichel nei cosmetici, potrebbe essere presente in piccole tracce perché si tratta di un metallo presente in natura, nell’acqua come nell’acciaio inox, materiale di cui sono fatti i macchinari di produzione dei cosmetici.

Come ci comportiamo allora se soffriamo di questa allergia? Esistono delle regolamentazioni in materia? Cosa significano le diciture “nichel free e “nichel tested” che troviamo sulle confezioni di alcuni prodotti? Quali prodotti cosmetici sono consigliati? Lo abbiamo chiesto ad Altroconsumo, che ci ha illuminati su questo argomento.

In Italia non esiste una regolamentazione che impone di dichiarare e verificare la presenza di nichel nei prodotti. Tuttavia ci sono delle accortezze da prendere e delle indicazioni che possono essere utili per ridurre i rischi di reazione allergica. Innanzitutto preferire il “nichel tested” al “nichel free”.

 

Nichel tested” seguito dal valore (<0,00001%),vuol dire che le tracce di nichel sono state analizzate e risultate trascurabili. La soglia di reazione per i soggetti sensibili si aggira tra i 3 e i 5 ppm (parti per milione) corrispondenti 0,0003-0,0005% nel prodotto finito. Ciò non esclude però una reazione allergica ma sicuramente i rischi sono ridotti. Soprattutto per quanto riguarda i prodotti che sono a lungo a contatto con la pelle, come le creme, sarebbe meglio affidarsi a chi effettua controlli.

 

“Nichel Free”, anche se apparentemente dà la percezione della mancanza assoluta del metallo, è solo una chimera. Il nichel in questo caso è sempre presente in piccole tracce. Mai fidarsi inoltre dei prodotti che dichiarano di essere specifici per pelli sensibili e ipoallergenici perché non sono sottoposti a verifiche sul nichel. Tra i prodotti nichel tested spiccano quelli della Montalto, Lepo, Eos, Victor Philippe, alcuni di questi acquistabili nelle erboristerie e parafarmacie.

Il consiglio? Quando si acquista un cosmetico, come per una alimento, bisogna fare molta attenzione agli ingredienti. E’ importante infatti saper leggere l’INCI ed essere sempre informati.

 

LEGGI ANCHE -> UNA MELA AL GIORNO AUMENTA IL PIACERE SESSUALE DELLE DONNE, ECCO COME

 

 

Letto 1744 volte Ultima modifica il Mercoledì, 01 Ottobre 2014 12:39
Vota questo articolo
(1 Vota)
Elena Stafano

Appassionata di internet e nuovi media, inseparabile dal mio smartphone, mi piace fiutare e scovare tra un sito web e una viuzza della città, realtà, cose, persone, insolite, alternative, curiose, atipiche e alternative. Odio il già detto e il già visto, mi interessano le novità in tutti i settori e di tutti i tipi e mi piace molto condividerla con il mondo attraverso la scrittura. Scrivere mi rilassa e soprattutto mi permette di sfogare questa mia curiosità innata che mi dà la piacevole sensazione di “viaggiare”. Il mio lavoro (mi occupo di organizzazione di eventi fieristici) mi ha sicuramente aiutato ad accrescere questa qualità che rappresenta, soprattutto in ambito lavorativo, un grande stimolo alla creatività.
Mi affascina tutto ciò che è handmade e, da grande appassionata di moda e design, mi stupisco e mi emoziono davanti alla creatività, all’artigianalità di un abito, di un accessorio, o di un arredo.
Mi piace camminare, andare in bici, ballare e uscire con le amiche, tutte attività terapeutiche che aiutano il mio corpo e il mio spirito a ritrovare il giusto equilibrio, la giusta dimensione. Altro che yoga!

Sito web: milanosguardinediti.blogspot.it