06 Ago

Sospensione della pillola anticoncezionale, tutto quello che devi sapere

Scritto da  |

La pillola anticoncezionale, rappresenta il metodo contraccettivo più diffuso al mondo, il quale oltre alla sua funzione anticancezionale contribuisce alla regolarizzazione del ciclo mestruale, la riduzione dei dolori mestruali, e aiuta a curare alcuni disturbi quali l'endometriosi, i fibromi e altri disturbi dovuti a squilibri di tipo ormonale.

 

PERCHÉ SOSPENDERE LA PILLOLA?

 

I motivi che spingono una donna a sospendere l'utilizzo della pillola sono molteplici. In primo luogo, il desiderio di diventare madre. In questo caso è possibile interromperne l'assunzione in qualsiasi momento, anche se non si è terminato il blister. A partire dalla sospensione della pillola, ovviamente svanisce l'effetto contraccettivo, e bisognerà attendere qualche tempo prima del concepimento poichè soprattutto nel caso in cui la pillola è stata assunta per un tempo prolungato, il ciclo potrebbe tornare dopo il cosiddetto "periodo di assestamente". Nonostante ciò, in questi casi di "amenorrea temporanea", l'ovulazione potrebbe già essere presente, e con se la possibilità di concepire.

 

Altra motivazione è legata all'aumento di peso causata da alcune pillole, anche se non è mai stato dimostrato un reale collegamento tra i due fattori. Le pillole che vengono somministrate al giorno d'oggi hanno, rispetto a quelle del passato un dosaggio ormonale molto più leggero, ma nonostante ciò coloro i quali di per se hanno dei problemi nel prendere peso facilmente, l'assunzione del farmaco può causare ritenzione idrica, con conseguente accumulo di liquidi.

 

In ultimo, bisogna tassativamente sospendere la pillola, previo consulto medico, nel caso in cui si manifestassero alcuni degli effetti collaterali (segnati sul foglietto illustrativo) come ad esempio cefalea persistente e frequente oppure dolori o formicolio alle gambe.

 

COSA COMPORTA LA SOSPENSIONE DELLA PILLOLA?

pillola-sospensione

La sospensione della pillola può comportare nelle donne che precedentemente soffrivano di ciclo mestruale irregolare, un ritorno allo stato di irregolarità mestruale, il quale potrebbe manifestarsi ugualmente anche in quelle donne che prima di assumere la pillola avevano un ciclo regolare.

 

Inoltre, la sospensione della pillola può comportare amenorrea, ovvero la sospensione del ciclo per un tempo di alcune settimane o mesi, durante i quali l'ovulazione si ristabilizza.

 

Infine, la sospensione dell'assunzione della pillola anticoncezionale potrebbero provocare alcuni effetti collaterali, quali acne, emicrania, tensione mammaria, perdita di peso o nausea.

 

In ogni caso, consulate prima il vostro ginecologo. Quante di voi assumono o hanno assunto la pillola anticoncezionale? Qual'è la vostra esperienza? Ditecelo con un commento!


Letto 3630 volte
Vota questo articolo
(3 Voti)
Speranza Capotortora

Studentessa di Scienze del Servizio Sociale all'Univerisità Federico II, coltivo la passione de giornalismo e, in particolare, mi tengo aggiornata sul mondo femminile e su argomenti che oscillano dalla moda, al make-up, dal benessere agli accessori più trendy.

 

Facebook: Speranza Capotortora