20 Mar

Perdere peso senza soffrire? Come essere perfetta in primavera

Scritto da  |

La bella stagione è dietro l’angolo e quel rotolino, che sotto i maglioni non dava tanto nell’occhio, ora invece inizia a esigere attenzioni. E così via al proliferare di diete e beveroni, snervanti sedute di palestra e sauna, download di improbabili consigli salutisti da siti internet sconosciuti. Per poi ritrovarsi alla prova bilancia con addirittura 1 kg in più. Che fare?

 

 

Ne parliamo con una specialista che ha fatto della salute e del recupero del peso forma una missione di vita, che l’ha portata a lavorare con centinaia di persone e a diventare un vero punto di riferimento per noi donne, e non solo: Debora Conti.

 

 

1. Debora, perché dimagrire sembra così facile a parole e poi in pratica diventa difficilissimo?

 

 

Perché oggi il nostro stile di vita non ci aiuta. Passiamo la maggior parte del tempo sedute a lavorare. Usiamo poco i muscoli, le gravidanze non aiutano certo a mantenere il tono muscolare. E poi? E poi ci si ritrova a tornare presto a lavorare e anche a badare ai nostri piccolini. Non è per nulla facile la vita di oggi in questo senso. In più, e per fortuna certo, abbiamo sempre del cibo a disposizione. Viviamo nel benessere, nonostante qualcuno ci voglia suggerire il contrario, ma tutti abbiamo il frigo pieno, c’è sempre un bar dietro l’angolo e i supermercati sono sempre forniti.

 

2. Quanto e come il dimagrire è una questione “di testa” più che di fisico?

 

Direi al 100%. Se non mi motivo a lungo termine non riuscirò mai ad apprezzare i risultati immediati di aver fatto esercizio fisico. Vedi, una delle strategie sbagliate è quella di aspettarsi il fisico desiderato per tirare un sospiro di sollievo. E’ difficile che la nostra mente inconscia (cioè quella abitudinaria che gestisce il fare esercizio ogni giorno) si motivi con un’immagine a lunga distanza. La nostra parte abitudinaria ha bisogno di sapere che sto bene perché oggi mi sono mossa, che ho più energia, una pelle più bella, una postura più armoniosa, più fiato, digestione migliore, ecc… E poi la mente entra in tutto. Ditemi, cosa c’entra la televisione serale con uno spuntino? Nulla apparentemente. E’ la nostra mente che crea la connessione neurale, a volte talmente forte e radicata che la si pratica ogni sera dell’anno.

 

 

3. Come superare gli ostacoli principali alla dieta (noia, cattive abitudini, mancanza di tempo)?

 

 

Non facendo una dieta, direi io. Le indicazioni alimentari sono giustissime. Ci sono molte donne che conosco che fanno uno spuntino sempre con cioccolato, merendine confezionate o barrette pseudo dietetiche. Una sana educazione alimentare dona varietà, amore per frutta vera, verdure e vari modi di cottura. La mia domanda è: ma ti ci vedi veramente a seguire ancora una dieta all’età di sessant’anni? Non credo. E allora bisogna fare altro. Dimagrire senza diete. Con il metodo Giusto Peso. 

 

 

Per sempre consiglio di fare una cosa semplice, ma fondamentale: lasciare che sia lo stomaco (e insieme a lui, il corpo) a decidere. Lo stomaco decide quando mangiare e quando fermarsi, lo stomaco decide quanto è buono qualcosa e perfino cosa mangiare. Ti è mai capitato di dover uscire a cena e cercare un sushi restaurant perché vuoi una zuppa? Oppure, dopo troppi panini in settimana, hai mai sentito la voglia di un sano brodino? Oppure quando vieni attratta da una bella insalata… E al contrario, quando vedi un dolce pronto al supermercato ma qualcosa non ti torna e, nonostante sia un dolce che in genere ti piace, lo lasci lì perché è poco appetibile. Se non mi credete, provate. Lasciate che lo stomaco decida e fidatevi. Non pensate che scelga solo schifezze, molto spesso lui ci tieni più di noi alla sua salute.

 

 

4. Quale deve essere l’atteggiamento mentale giusto nei confronti del cibo?

 

 

Il cibo è nutrimento e gusto, insieme. Cioè, io suggerisco di mangiare quando sentiamo fame vera e scegliendo qualcosa che sia salutare, nutriente e piacevole. E lì sta a noi cercare e sperimentare, per trovare le cose buone e sane. Oggi, con tutti i programmi di cucina che abbiamo in Tv non possiamo non avere almeno un centinaio di ricette pronte per mangiare bene! Dobbiamo anche imparare a mangiare per nutrirci (e non paradossalmente per “intasarci”). Io suggerisco di mangiare – naturalmente – solo per fame vera e di rispettare la giusta sazietà. Con vari accorgimenti mentali, aiuto a riappropriarsi della giusta sazietà e non solo riconoscerla ma rispettarla. Provate questa semplice cosa: mangiate per fame vera e, boccone per boccone, notate quanto i vostri sensi siano svegli con il piatto davanti. Al primo boccone di solito olfatto e salivazione sono letteralmente eccitati. Poi - intorno al quinto boccone - pare che il cibo non sia più così eccitante. Mai notato? Oppure è curioso provare a mangiare ad occhi chiusi. Così facendo si rallenta drasticamente il ritmo con cui si porta la forchetta alla bocca, si assapora sicuramente di più (il giusto, spesso) e ci si ferma prima, cioè rispettando la giusta sazietà.

 

 

Quanto ci dobbiamo fidare delle varie diete che si sentono in giro e dei prodotti che proliferano in farmacie e supermercati?

 

 

Prodotti? Lasciamo stare. Non si dimagrisce mangiando di più, non facendo esercizio fisico e ingoiando pastiglie miracolose. Le diete monotematiche hanno una dubbia efficacia e non sono equilibrate. Al giorno d’oggi poi, abbiamo tutti una buona cultura alimentare e anche le riviste più comuni propongono ricette salutari e gustose. Eviterei ricette con ingredienti strani da trovare, che già ci fanno sentire inadeguate ancor prima di iniziare a perdere peso. Eviterei anche ricette noiose, ripetitive, complicate. Mangiare giusto è facile: pensate sempre al nutrimento insieme al gusto e poi delegate il compito allo stomaco. E’ lui che pensa a quando mangiare, quando fermarsi, di cosa ha bisogno. La mente così potrà finalmente pensare a mille altre cose.

 

 

5. 2 cose da fare e 2 cose da non fare per ottenere (e mantenere) il fisico che desideriamo.

 

 

2 cose da fare: parlare a noi stesse come parleremmo a un figlio o una cara amica. Incoraggiarsi e coccolarsi con le parole. Immaginarci mentre facciamo quello che

 

sappiamo essere giusto e sorridere soddisfatte. Per esempio, se so che dovrei fare più movimento, allora mi creo un’immagine chiara di me stessa che vado in ufficio in bicicletta mentre sorrido orgogliosa di me. Praticamente visualizzo e insegno alla mia mente inconscia cosa è giusto fare e le faccio provare le emozioni piacevoli associate.

 

 

2 cose da non fare: eliminate la lista dei cibi proibiti. Le persone magre e che si mantengono così naturalmente mangiano pizza e torte, ma nelle giuste quantità e con la giusta frequenza. Chi decide? Il loro stomaco. Sono fortunate? No, solo abituate a ascoltarsi e rispettarsi. Altra cosa da non fare è fare esercizio controvoglia. Prima di iniziare, preparatevi mentalmente ed “eccitate” il sistema nervoso alla fantastica sensazione di soddisfazione che proverete dopo aver fatto esercizio: quando il sudore sarà la prova tangibile dell’essere in un corpo tonico e allenato. Anticipate il piacere del “dopo nel prima”: io lo insegno con un preciso esercizio di ricordo muscolare che rende più facile fare esercizio con piacere.

 

 

Debora, se le nostre lettrici volessero rimanere in contatto con te e il tuo lavoro, dove possono trovarti? Mi trovate sul sito www.deboraconti.com e da lì si accede a una pagina interattiva del blog dove potete farmi domande sul mio lavoro. Mi trovate in libreria con vari libri sull’argomento, l’ultimo si chiama proprio “Dimagrisci senza dieta” e ha un cd con diverse visualizzazioni utili. Mi trovate anche su facebook e twitter, basta cercare il mio nome.

 

 

Ti senti a terra a causa di una relazione sentimentale? Vuoi superare limiti, paure e rancori che ti bloccano? Non riesci a raggiungere i risultati che vuoi nella vita e nel lavoro? Se vuoi migliorare te stessa, ma non sai come e non vuoi essere sola nel farlo, scopri cosa può fare per te la Coach delle Donne. Clicca MI PIACE su questa pagina. 

 

 

Letto 4533 volte
Vota questo articolo
(3 Voti)
Eleonora Mauri

Studiosa da tempo delle tematiche di crescita e miglioramento personale, i miei primi scritti li dedico al mondo femminile.

Unendo la mia esperienza personale a quella di altre donne intorno a me, coltivo il sogno di realizzare una serie di ebook per aiutare le donne di oggi: divise tra casa, lavoro, marito e figli, con pochi aiuti e tante responsabilità.

Ho sviluppato negli ultimi anni grazie anche all’esperienza lavorativa un’ottima capacità comunicativa, che viene rispecchiata nel mio stile di scrittura: semplice, chiaro e diretto.

Sai che esiste finalmente un sistema di Gestione del Tempo studiato apposta per le Donne?! Un metodo per organizzare il LAVORO, la CASA e la FAMIGLIA in modo da avere PIU’ TEMPO PER TE STESSA e per le cose che ami.

Clicca qui per saperne di più

Sito web: www.macrolibrarsi.it/ebooks/ebook-la-gestione-del-tempo-per-la-donna-impegnata-pdf.php