26 Ott

Tecnostress, cala la libido dei maschi italiani: la colpa è di Facebook e Twitter

Scritto da  |

Care amiche, come probabilmente sapete il maschio latino è da sempre considerato emblema di virilità. Ebbene, sembra proprio che quella che era una vera e propria certezza, sia destinata a vacillare. La libido degli uomini italiani è in caduta libera a causa di diversi fattori: crisi economica, stress da lavoro, stanchezza, ma anche e soprattutto a a causa di social network e nuove tecnologie.

 

Si chiama tecnostress e colpisce circa 2 milioni di italiani. Tra i sintomi: ansia, irritabilità, depressione, problemi gastro-intestinali, calo del desiderio sessuale e tutti i disturbi collegati alla sfera della sessualità, che rischiano di mettere non poco in crisi la relazione con il proprio partner. A questa conclusione si è giunti in seguito ad uno studio realizzato da una società di ricerca che, intervistando centinaia di manager ICT (che per lavoro hanno molto a che fare con tecnologia e social network), sono pervenuti a tutta questa serie di dati impressionanti.

 

I manager, fortemente stressati, hanno dichiarato di non avere molto tempo per curare la sfera della sessualità e l'amore. La causa è proprio nel tecnostress che causa una riduzione della produzione di testosterone, l'ormone responsabile della libido dei maschietti. Ad essere messi sotto accusa principalmente Facebook e Twitter. Pare infatti che il 16% dei maschietti che trascorrono il loro tempo su questi sociali network presenti una totale mancanza di desiderio sessuale nei confronti del partner.

 

Tuttavia, rimediare al tecnostress è ancora possibile. Carlo Molinari, urologo dell'Ospedale San Camillo di Roma, ha dichiarato:

 

Dialogo con il partner, una maggiore socialità, un po’ di coccole e massaggi per risvegliare i sensi assopiti. Per ritrovare il vigore sessuale causato da astenia sessuale ci sono validi, e testati scientificamente, rimedi naturali quali integratori a base di Tradamixina, un composto naturale a base dell’alga Ecklonia Bicyclis, Tribulus Terrestre e Glucosamina, agisce sul testosterone, l’ormone maschile responsabile della libido. E naturalmente staccare la spina a computer, tablet e smarthpone”.

 

Letto 3532 volte
Vota questo articolo
(2 Voti)
Simona Vitale

Nata a Napoli nel 1982, amo la cultura, la legge e il giornalismo. Laureanda in Giurisprudenza, mi divido fra le mie grandi passioni sia nel lavoro che nella vita. 

 

Facebook: Simona Vitale