Hai provato mille diete senza mai ottenere i risultati sperati? La tua forza di volontà di fronte un bel piatto di pasta è pari a quella di un bambino di fronte una scatola di cioccolatini? Se mai esistesse davvero l’Inferno dantesco, il girone dei golosi sarebbe la tua destinazione?

Allora sì, puoi dire di trovarti al momento giusto, di fronte all’articolo giusto, in quanto vi mostrerò i risultati di una ricerca italiana su come concederci tutte le leccornie che adoriamo senza però pentircene immediatamente dopo averle ingerite, pensando alle numerose calorie che si depositeranno sul nostro corpo.

Perché diciamolo, i cibi più gustosi e appetitosi, sono anche i più calorici.

Ahimè, io stessa sono sostenitrice dei cibi “via di mezzo” che ci permettono di appagare le nostre voglie, contenendo i sensi di colpa, ma ammettiamolo, non è la stessa cosa. 

Da oggi però potremo asserire che il sogno di ogni donna al mondo sta per avverarsi, è stata trovata la soluzione a tutte le nostre pene presso l’Istituto italiano di tenologia a Bolzaneto, sotto la guida del Dott. Daniele Piomelli.

 

 

Secondo i ricercatori, il segreto per dire addio ai chili di troppo risiede nel cervello, e non facciamo riferimento alla sola forza di volontà, indispensabile per dimagrire, ma a una vera e propria molecola, l’endocannabinoide 2-AG.

Riducendo la concentrazione di questo composto nel nostro cervello, si è riscontrato un aumento del metabolismo dei topi analizzati; infatti, nonostante gli abbondanti pasti e la sedentarietà, essi non aumentavano di peso.

Per capire meglio il tutto, ci addentriamo in una breve spiegazione scientifica: i ricercatori volevano individuare le funzioni di questa molecola, per questo hanno incrementato la concentrazione della proteina monoacilglicerolo, responsabile della degradazione del 2-AG.

In seguito alla diminuzione dell’endocannabinoide in questione (circa il 50% in meno), gli studiosi hanno riscontrato un aumento di metabolismo; il dott. Piomelli spiega “È  allora che abbiamo scoperto la loro maggiore capacità di bruciare i grassi. Abbiamo scoperto che il loro grasso bruno – tessuto adiposo specializzato nel produrre calorie – diviene iperattivo”.

Analizzando il metabolismo energetico dei topi hanno scoperto il ruolo fondamentale della proteina 2-AG nella regolazione della termogenesi, ovvero il processo grazie al quale si produce energia bruciando i grassi.

Lo stesso Dott. Piomelli riconosce la straordinaria scoperta da loro avanzata, in quanto si potrebbe creare “una medicina che aumenti il metabolismo corporeo, e quindi faccia dimagrire, agendo sui livelli di 2-AG cerebrale, ridicendone per esempio la produzione. Molecole di questo genere non esistono ancora, ma potrebbero essere inventate”.

Non ci resta allora che augurare un buon lavoro ai nostri ricercatori, e cominciare a credere che, a volte, i sogni diventano realtà. 

 

05 Feb

Dieta per la pelle

Pubblicato in Salute

Dieta a fior di pelle. 

“La salute vien mangiando” è proprio il caso di dire. Sì, perché anche per mantenere la nostra pelle in un corretto stato di salute dobbiamo partire da una sana ed equilibrata dieta. Per evitare la disidratazione della pelle, o la pelle secca, è importante idratare il nostro organismo assumendo costantemente cibi ricchi d'acqua. Questi, come buona abitudine vuole, devono essere accompagnati da circa otto bicchieri d'acqua al giorno.
Una pelle morbida è garantita da una dieta ricca di vitamine e minerali, fornite da un corretto equilibrio tra proteine, carboidrati e grassi. Cosa inserire nella dieta per la pelle? Possiamo utilizzare piselli e fagioli, ricchi di vitamina B, cereali, soia. Meglio i prodotti integrali a quelli raffinati. I fermenti lattici vivi sono ottimi per donare alla pelle un aspetto sano, quindi sì allo yogurt.
Evitate lo zucchero bianco raffinato, causa di acne e cattiva circolazione. Meglio quello di canna o il miele.

 

Dieta-per-la-pelle

 

Pelle e dieta. 

 Una corretta dieta per la pelle non condanna del tutto i grassi. Anzi. Una modesta quantità di grasso è indispensabile per la morbidezza e la sofficità della nostra pelle. È ovviamente bene non esagerare con il grasso. Tutti sappiamo a quali inestetismi cutanei ognuno di noi può andare incontro mangiando molti insaccati, ad esempio. Largo alle vitamine invece. Tutti i frutti e le verdure sono ben accette per contrastare l'invecchiamento della nostra pelle, donando invece brillantezza ed elasticità dei tessuti. E non dimentichiamo le fibre, presenti nella buccia di frutta e verdura, nonché nei cereali. Le fibre sono in grado di donare alla pelle una forma radiosa, liberandola da quella pellicola grassa e opaca. Le fibre agiscono nel meccanismo di purificazione e regolarizzazione del tratto intestinale, aiutando il nostro corpo a rimanere in perfetta forma. Pelle compresa, ovviamente. Allora se non state più nella pelle, buon appetito!


Fare sesso fa bene: perché si avevano dubbi in materia? Sono numerosi i vantaggi apportati al nostro organismo, non soltanto sulla sfera psicologica.

 

Diminuisce lo stress e migliora la pressione sanguigna

 

Da uno studio scozzese condotto su un campione di 24 donne e 22 uomini è emerso che, se messi in condizione di stress – come ad esempio parlare in pubblico o svolgere un esercizio di matematica ad alta voce – le persone che avevano fatto del sesso precedentemente reagivano meglio alle sollecitazioni, rispetto a quelli che si erano astenuti.
Non solo, si è dimostrato anche come il sesso e il vivere insieme a qualcuno favorisca la diminuzione della pressione arteriosa diastolica (minima).

 

Aumenta le difese immunitarie


Il fare sesso una o due volte a settimana contribuisce alla produzione di Immunoglobina A (IgA), un anticorpo che sfavorisce il contagio con raffreddori e altri tipi di infezioni del sistema immunitario.
Il tutto è stato dimostrato da uno studio della Wilkes University, che ha analizzato un campione di 112 studenti, di cui è stata registrata la costanza nel fare sesso ed è stato prelevato un campione di saliva. Dall’incrocio dei dati e delle analisi si è riscontrato come chi aveva avuto rapporti sessuali una o più volte alla settimana registrasse livelli più alti di IgA, rispetto agli altri.

 

Fa bruciare calorie


Non si ha la voglia e la costanza di andare in palestra per smaltire le calorie in eccesso? Nessun problema, il sesso può essere considerato un valido sostituto: praticarlo per mezz’ora favorisce il consumo di 85 calorie circa.
“Il sesso è il modo migliore per fare attività fisica” afferma la sessuologa Dott.ssa Patti Britton, il tutto accompagnato, per riuscire nel suo intento, da un altrettanto coinvolgimento psicologico, senza il quale non si otterrebbero gli stessi risultati.

 

 

Contribuisce a mantenere un cuore sano


Uno studio britannico ha dimostrato come un uomo che ha avuto rapporti sessuali una o più volte a settimana nell’arco della sua vita sia meno soggetto a infarto, rispetto a chi ha fatto sesso meno di una volta al mese.

 

Migliora il livello di autostima


I ricercatori dell’Unversity of Texas hanno associato l’accrescimento dell’autostima come una delle 237 ragioni per cui un individuo pratica del sesso.
La terapista Gina Ogden afferma: “Una delle ragioni per cui le persone dicono di fare sesso è quello di sentirsi bene con se stessi. Il “grande” sesso si ha quando c’è un grande autostima. Se il sesso è amorevole, connesso e come lo si desidera, l’autostima sale inevitabilmente.”

 

Consolida i rapporti di coppia


Uno studio su 59 donne ha dimostrato come, dopo un abbraccio con il loro partner, i livelli di ossitocina , il cosiddetto ormone dell’amore, nel sangue fossero a livelli più alti.
Questa sostanza infatti aiuta le persone a legarsi l’una all’altra, a fidarsi di chi si ha davanti: più è presente nel nostro organismo, più si è generosi.

 

Innalza la soglia del dolore


L’ossitocina svolge anche altre funzioni, come quella di antidolorifico, favorendo lo sviluppo di endorfine. Il dolore infatti può diminuire della metà.
Eiaculazioni frequenti possono prevenire il cancro alla prostata
Uno studio pubblicato sul Journal of American Medical Association ha dimostrato come gli uomini che avevano più di 21 eiaculazioni al mese avevano meno probabilità di ammalarsi di cancro alla prostata rispetto a colore che ne avevano una media di 4-7 al mese.

 

Si rafforzano i muscoli pelvici

 

Se si svolgono costantemente gli esercizi di Kegel (movimenti volti a rafforzare i muscoli pelvici), il piacere femminile risulterà più intenso, con un ulteriore vantaggio: meno probabilità di essere vittime dell’incontinenza in età avanzata.

 

Aiuta a dormire meglio


L’ossitocina, rilasciata durante l’orgasmo, favorisce anche il sonno, combattendo l’insonnia.
Dormire a sufficienza, a sua volta, si ricollega ai fattori benefici, precedentemente elencati, come una migliore pressione sanguigna.
Che tutto ciò possa essere un incentivo per chi trascura un po’ l’attività sotto le lenzuola? Ai partner l’ardua sentenza.

Noi glielo auguriamo.

 

Articoli correlati

Seguire una dieta e fare attività fisica regolare sono spesso due cose che tendiamo ad abbandonare velocemente. Passato l’ardore dei buoni propositi iniziali, se ci sommiamo scarso tempo libero e stanchezza, la frittata è fatta: finiscono entrambe in fondo della lista delle cose da fare. Sappiamo perfettamente che ci farebbero bene, ma è più forte di noi e alla fine abbandoniamo.

 

Perché?

 

Sostanzialmente perché manca la motivazione. E non parlo dell’euforia dei primi giorni, in cui siamo stra-convinte di mantenere l’impegno, ma di una motivazione seria e profonda che ci spinge a perseverare nonostante la pigrizia, la stanchezza e il poco tempo.

 

Ma cos’è la motivazione? E come si può fare per mantenerla alta?

 

La motivazione viene definita come forza che guida le nostre azioni. Tutto quello che facciamo è spinto da una motivazione, più o meno conscia. Quindi, se vogliamo imparare a guidarla, in modo tale da mantenere gli impegni presi, dobbiamo imparare a capirla. Perché stai facendo una dieta? Ok, per perdere peso, ovviamente. Ma questa non è la motivazione, questo è l’obiettivo. Per trovare la motivazione devi chiederti “perché voglio perdere peso?”. E allora la risposta può essere: per la mia salute, per piacere di più, per non sentirmi a disagio con certi abiti, eccetera. Bene, adesso che hai chiara la motivazione, scrivila su un foglio e mettilo dove puoi vederlo spesso, perché ti aiuterà a non perderti per strada.

 

Ora, fissa nella tua mente l’immagine di te che hai ottenuto il risultato che volevi e hai fatto avverare il tuo desiderio: stai meglio di salute, i vestiti ti calzano a pennello e tutti ti dicono che senza quei chili di troppo sei davvero carina. Immagina bene queste scene, fissale nella tua memoria come un film e riportale alla mente ogni volta che sentirai la tentazione di abbandonare l’impegno preso. Pensa anche a come ti sentiresti domani all’idea di aver abbandonato tutto e di non poter raggiungere ciò che ti eri prefissata. Brutta sensazione, vero? Ecco, con questo semplice lavoro mentale (ti prenderà 10 minuti in tutto) hai creato una delle più forti spinte motivazionali che tu possa avere. Usa questi “film” ogni volta che ti sentirai in difficoltà o sull’orlo di mollare.

 

E alla fine di ogni giornata in cui avrai seguito la dieta o avrai fatto i tuoi esercizi fisici, fermati un minuto a pensare a come ti senti bene, assapora la splendida sensazione che nasce dall’aver fatto la cosa giusta per te e la tua salute, dall’esserti avvicinata di un passo in più al tuo obiettivo. Goditi questa sensazione e fai in modo di poterla sperimentare OGNI GIORNO: non potrai più farne a meno!

 

Non riesci a fare sport perché ti manca sempre il tempo? Leggi questi consigli adottati già da tante donne. Clicca qui per saperne di più. 

 

 

 

 

 

Spesso si immagina la palestra come un luogo in cui la fatica, le azioni meccaniche e ripetitive dominano sovrane. Certo, in sala attrezzi, soprattutto per le donne, può diventare ripetitivo e monotono allenarsi, a meno che non si abbia il consulto di un buon personal trainer o di una buona amica con cui allenarsi quotidianamente. Tuttavia, la palestra non è confinata solo in sala attrezzi. Le palestre ci offrono una vasta gamma di corsi: proprio questi analizzeremo oggi per capire quali sono più adatti a noi.

 

AEROBICA

Essa si è diffusa agli albori degli anni '70, come semplificazione della ginnastica ritmica. Inizialmente costituiva una disciplina di appannaggio femminile: ora è praticata da entrambi i sessi, anche se quello femminile prevale. 

 

BENEFICI:

  • -migliora il sistema cardiocircolatorio
  • -favorisce il sistema respiratorio
  • -aiuta a velocizzare il sistema metabolico
  • -combatte la monotonia
  • -migliora la coordinazione dei movimenti e l'equilibrio
  • - si spendono dalle 400/600 calorie 

STEP-COREOGRAFICO O STEP-TON

Lo step, ideato da Gen Miller nel 1989, è un tipo di esercizio che si serve di una specifica piattaforma specifica, lo ''step'', appunto. Molti passi sono ripresi dall'aerobica. 

 

BENEFICI:

  • -aiuta il sistema cardiovascolare
  • -migliora la deambulazione, l'equilibrio e l'armonia dei movimenti
  • -aiuta a ridurre lo stress
  • - tonifica gambe e glutei
  • - fino a 800 calorie bruciate in un'ora
  • - la quantità di calorie bruciate dipende dalla velocità dei movimenti, dall'altezza dell'attrezzo e del tempo che si dedica .

Bisogna però fare attenzione a non cadere dallo step! Gli istruttori dicono che per evitare cadute è necessario poggiare l'intera pianta del piede sullo step.

 

ZUMBA FITNESS

Negli ultimi anni questa disciplina, creata negli anni '90 dal colombiano Alberto Beto Perez, sta spopolando. L' istruttore Beto decise di combinare passi dell'aerobica con la musica, senza però spiegare la coreografia,come avviene solitamente nelle lezioni di aerobica. Si tratta di un modo divertente e coinvolgente per tenersi in forma. Ritmi di tutti i tipi vengono mescolati: i passi non sono semplicemente quelli dell'aerobica , ma anche di un gran numero di altre tecniche.

 

A seconda dei ritmi che si scelgono gli istruttori potranno fare uso di passi tradizionali di salsa, merengue, bachata, reggaeton, danza del ventre, e perchè no anche  alcuni passi del sirtaki greco, o addirittura della danza della pioggia!Lo Zumba fitness serve soprattutto a dimagrire, e meno a tonificare, ma gli effetti sono assicurati. Elenchiamoli brevemente:

 

  • - riattivare il metabolismo
  • - tonificare i muscoli
  • - migliorare la forma fisica 
  • - dimagrire diffuso
  • - ridurre dello stress
  • - dispendio calorico dalle 500 alle 1000 calorie

BOKWA FITNESS

Un nuovo tipo di allenamento, che pure si sta diffondendo su larga scala, è  lo Bokwa fitness, disciplina nata a Los Angeles  nel 2000 da un’idea di Paul Mavi, famoso e importante personal trainer negli USA.

Questo tipo di allenamento consta di passi base semplici (circa una trentina) che l'istrutture illustrerà durante la lezione. Bisogna semplicemente disegnare alcune lettere o figure geometriche con i piedi. Ogni passo ha un proprio livello di difficoltà. Si va dal passo base, molto semplice, a quello potenziato, più faticoso.

 

BENEFICI:

  • - tonificare: braccia, fianchi, pancia e gambe
  • - tenere in allenamento il sietema cardiovascolare
  • - ridurre la tensione e il malumore
  • - eliminare le tossine
  • - fino a 1000 calorie spese

 

FIT-BOXE

La fit-boxe è una variante musicata della boxe o kickboxing. Viene utilizzato un comune sacco da pugilato a cui vengono inflitti calci (frontale, laterale,etc..) e pugni (gancio destro,montanti etc...) formando una sequenza a fantasia dell'istruttore. 

 

BENEFICI:

  • - previene le malattie cardiovascolari
  • - scarica la tensione
  • - pone le basi per la difesa personale
  • - si bruciano 600 cal/ora circa.

 

È sconsigliata però a chi ha avuto seri problemi alle ginocchia, poiché alcuni movimenti rotatori e il ritmo intenso di questa attività, potrebbero imporre uno sforzo eccessivo a legamenti operati e/o danneggiati.

 

STONE-FIT

Messo a punto da Dorman Racines, personal trainer, lo stone-fit è una ginnastica che mira alla tonificazione globale dei muscoli del corpo con coreografie originali e dinamiche: "È un'attività che aggiunge all'allenamento funzionale e di kickboxing il peso dei sassi che può essere di 300, 500 o 800 grammi", dice Dorman Racines. I "sassi" sono delle sferette ovoidali di peso variabile. La disciplina Stone Fit unisce il lavoro di tonificazione al kickboxing, combinando le tecniche base delle arti marziali con i movimenti tipici dell'aerobica. Una disciplina intensa la cui lezione dura circa un’ora. L'allenamento, comunque, come suggerisce la personal trainer, «non è particolarmente impegnativo ma garantisce un incremento graduale di intensità e carichi, che aiuta a modellare il corpo con armonia". 

 

L’allenamento è diviso in tre fasi fondamentali:  

 

1) Riscaldamento, consta di movimenti lenti e controllati di kickboxing, eseguiti con gli Stone-fit. 

2) Esercizi aerobici, sempre ripetuti con l’ausilio dei sassi, che cominciano a far sentire il loro carico.

3) tonificazione di un gruppo muscolare, che può essere petto-schiena, gambe-glutei, bicipi-tricipiti. E ogni ciclo viene ripetuto tre volte prima della fase finale di defaticamento.

 

BENEFICI:

 

  • - potenziamento di muscoli e braccia
  • - aumento e rassodamento della massa muscolare
  • - miglioramento dell’apparato cardiovascolare 
  • - maggiore flessibilità.
  • - fino a 800 calorie spese.

 

LIFE PUMP

Il Life Pump è una tecnica di fitness ideata in America nel '98. Rispetto alle attività aerobiche indicate fin ora il life pump ha come obbiettivo fondamentale quello di tonificare zone specifiche del corpo e pertanto si articola in 8 tipologie di esercizi diversi: pettorali, dorsali, spalle ,addominali, tricipiti, bicipiti, gambe e arti inferiori.

Si fa utilizzo di un bilanciere e dei dischi più o meno pesanti il cui peso aumenta nel progredire delle lezioni.

L'obiettivo è quello non di aumentare la massa muscolare, ma ad equilibrare il rapporto tra le masse magre con quelle grasse nel nostro corpo. Quest'attività non è consigliata ai principianti, ma è più indicata per chi ha una buona tonicità muscolare di base.

Questa è solo una sintesi tra i più noti corsi offerti a noi dalle palestre. I benefici sono molteplici, sia a livello fisico che psicologico. Quindi bisogna darsi una mossa e tenersi in forma! Non per l'attesa di una nuova prova costume, ma soprattutto per stare in armonia con sè stessi e con gli altri.