09 Dic

Il coraggio di cambiare. Voglio vivere così

Scritto da  |

Il cambiamento dipende da noi. 

Quante volte dopo una giornata di lavoro pesante in cui il nostro capo per l'ennesima volta ci ha caricate di lavoro senza la minima gratificazione, la litigata con un'amica, l'ulteriore chilo di troppo preso dopo qualche aperitivo con gli amici o ben più spesso dopo la fine di una relazione ci viene da dire basta? In media tutti i giorni...basta con i dolci, basta non lo chiamo più, basta cambio lavoro. Ma poi puntualmente siamo sempre lì. Nello stesso ufficio, con lo stesso pasticcino in mano, con lo stesso uomo. Perché per cambiare – ci dicono gli psicologi ma ci saremmo arrivate anche da sole – ci vuole coraggio. E non poco. Per questo in questa sede non parleremo di cambiamenti estremi di stile di vita, di città, di emisfero terrestre. Perché per dare una svolta alla propria esistenza bisogna cominciare dal basso, dalle piccole cose. Da piccoli escamotage per sentirsi diverse. E percepire il cambiamento è il primo passo verso l'esteriorizzazione dello stesso.  

 

Cominciamo dal cambiare alimentazione!

Per prima cosa il malessere interiore spesso deriva - ahìnoi – dai tanto odiati chili di troppo. Anche se si tratta di 2/3 chili di più, i jeans ci vanno stretti, la magliette...beh di quelle non ne va mai bene una, per non parlare dei vestiti. Allora cominciamo ad alimentarci meglio, senza passare a regimi alimentari drastici poco salutari per il fisico e la mente. Introduciamo la verdura ad ogni pasto e condiamola al massimo con un cucchiaio di olio a crudo, facciamo merenda con la frutta o con uno yogurt e ceniamo leggeri. Se ci va, cerchiamo di non prendere l'ascensore ma facciamo le scale e beviamo molto. Tutte cose che sappiamo tutti, ma quante di noi lo fanno davvero? Allora cominciamo!

 

Passiamo all'attacco: l'abbigliamento! Un nuovo stile

L'abbigliamento è il nostro biglietto da visita ed è da lì che deve cominciare immediatamente la nostra rivoluzione personale. Basta abiti grigi, neri, monotoni. Se è monotono il nostro abbigliamento lo saremo anche noi! E non serve vestirsi nelle boutique: i mercatini e le catene a basso costo hanno abiti copiati dalle grandi firme, ma a poco prezzo. Un piccolo trucco: quando sfogliamo una rivista di moda e vediamo un abbinamento che ci piace ritagliamolo e attacchiamolo su un quaderno. Facciamo così anche con gli accessori e dopo un po' ci saremo fatte il nostro personalissimo “Black Book of Style” per ogni occasione!

 

Che ci siamo messe...in testa? Un nuovo look. 

Si dice che quando una donna decide di cambiare lo fa sempre cominciando dai capelli. E noi siamo da meno? Assolutamente. Allora andiamo dal nostro parrucchiere con una buona dose di coraggio e una parola d'ordine in tasca: osare. 

Cambia Vita

Il potere del NO. 

Ci indigniamo, ci lamentiamo con le amiche a cena, piagnucoliamo che siamo sempre disponibili per tutti e quando abbiamo bisogno non c'è mai nessuno, che il capo non ci valorizza, che il nostro fidanzato preferisce uscire con gli amici piuttosto che con noi. Ribaltiamo la situazione, imparando a dire no. Una donna che dice sempre si non sarà mai una donna vincente. Questo è un percorso doloroso ma necessario per arrivare a essere percepite come donne consapevoli, di sé stesse e dei propri mezzi. Allora imparate a dire no: al capo, all'amica insistente, al fidanzato. Per essere donne vincenti è indispensabile superare la paura, insita in ognuna di noi, dell'insuccesso, di non essere amate, di non piacere. Questo forse è il passaggio più lento, ma indispensabile per uscire dagli schemi tradizionale di sottomissione.

 

Trovare il tempo per noi

Cosa ti piace fare? Trovi il tempo per dedicarti alle attività che ti rilassano e ti fanno stare bene? Se hai risposto no allora ti consiglio di cominciare da qui: iscriviti in palestra, al corso di pittura che hai sempre voluto fare e non hai mai fatto, al corso di danza del ventre, di massaggio shiatsu o che so quale altra cosa ti interessi. Ti dedicherai a te stessa e allargherai il giro delle tue conoscenze. Meglio di così?

 

Letto 56800 volte Ultima modifica il Lunedì, 28 Gennaio 2013 16:23
Vota questo articolo
(7 Voti)
Stefania Pianigiani

Nata a Siena, ho studiato e vissuto a Roma dove mi sono laureata in Lingue e Letterature Straniere. Dopo varie esperienze di studio e lavoro in diverse parti del mondo, all'età di 26 anni sono tornata a Siena, dove ho incontrato l'Associazione nazionale Città del Vino, dove da allora lavoro, collaboro attivamente anche con la rivista Terre del Vino. Appassionata di fotografia, turismo, equitazione, amo il mare, la moda, il buon vino e la buona tavola.