1. Puntiamo la sveglia un quarto d’ora prima. Alla colazione vanno dedicati almeno 10-15 minuti, poiché si tratta di un vero pasto, da gustare con calma, meglio ancora se con tutta la famiglia: al piacere di gustare cibi gradevoli si unisce quello di stare insieme, e ciò stimola la produzione di endorfine, che mettono di buonumore e predispongono positivamente per le attività che ci aspettano durante la giornata.

 

2. Dedichiamo cura alla tavola. Utilizzare tazze e piattini colorati e allegri (preparando eventualmente la tavola la sera prima), e variare ogni giorno i cibi aumenta la gratificazione e stimola l’appetito.

 

3. Non limitiamoci al caffè! Berlo da solo stimola la produzione di succhi gastrici che, non “tamponati” da nulla di solido, a lungo andare espongono a fenomeni infiammatori, come la gastrite.

 

Regole-per-una-buona-colazione

 

 

4. Diamo il buon esempio. I figli imitano i genitori, perciò se mamma e papà si alzano per tempo e fanno colazione seduti, anche i bambini si abitueranno a fare lo stesso, perciò saranno meno esposti al sovrappeso e all’obesità poiché avranno un approccio più sereno e regolare al consumo dei pasti.

 

5. Aggiungiamo sempre la frutta. Macedonia, spremuta d’arancia, un frutto, dev’essere sempre presente perché idrata, stimola il funzionamento dell’intestino e apporta vitamine

 

Ti interesserà pure: Torta dei sette vasetti

 

Sono moltissimi gli italiani che ogni mattina si svegliano grazie ad una tazzina di ottimo caffè. Senza il classico profumo che proviene dalla cucina, sarebbe difficile affrontare al meglio la giornata. Alcuni anni fa si parlava della possibilità che questa bevanda fosse altamente dannosa per la salute, cosa che invece è stata sfatata da alcuni studi, che sono riusciti anche a dimostrare i benefici della classica tazzina di caffè, a patto di non eccedere, come del resto avviene anche per moltissimi altri alimenti.