04 Ott

Cinque regole da non dimenticare per una buona colazione

Scritto da  |

1. Puntiamo la sveglia un quarto d’ora prima. Alla colazione vanno dedicati almeno 10-15 minuti, poiché si tratta di un vero pasto, da gustare con calma, meglio ancora se con tutta la famiglia: al piacere di gustare cibi gradevoli si unisce quello di stare insieme, e ciò stimola la produzione di endorfine, che mettono di buonumore e predispongono positivamente per le attività che ci aspettano durante la giornata.

 

2. Dedichiamo cura alla tavola. Utilizzare tazze e piattini colorati e allegri (preparando eventualmente la tavola la sera prima), e variare ogni giorno i cibi aumenta la gratificazione e stimola l’appetito.

 

3. Non limitiamoci al caffè! Berlo da solo stimola la produzione di succhi gastrici che, non “tamponati” da nulla di solido, a lungo andare espongono a fenomeni infiammatori, come la gastrite.

 

Regole-per-una-buona-colazione

 

 

4. Diamo il buon esempio. I figli imitano i genitori, perciò se mamma e papà si alzano per tempo e fanno colazione seduti, anche i bambini si abitueranno a fare lo stesso, perciò saranno meno esposti al sovrappeso e all’obesità poiché avranno un approccio più sereno e regolare al consumo dei pasti.

 

5. Aggiungiamo sempre la frutta. Macedonia, spremuta d’arancia, un frutto, dev’essere sempre presente perché idrata, stimola il funzionamento dell’intestino e apporta vitamine

 

Ti interesserà pure: Torta dei sette vasetti

 

Letto 2688 volte Ultima modifica il Lunedì, 07 Ottobre 2013 16:13
Vota questo articolo
(4 Voti)
Martina Vecchi

È difficilissimo definirmi, ho un carattere confuso e contraddittorio, faticoso da gestire perché spesso impenetrabile. Forse perché sono dei gemelli? Una spada di Damocle che mi accompagna da sempre!

Quel che so è che amo scrivere, tantissimo, e leggere, e camminare e camminare per ore e chilometri. Amo tutta l’arte, sono una persona molto (troppo!) mentale e riflessiva, mi piace la comunicazione, e, ahimè… Lo shopping! Dovrei aprire una succursale perché il mio armadio comincia a scricchiolare…

Non sono una nottambula, amo le serate casalinghe in compagnia di un buon libro o di un film, e del mio orsacchiotto preferito. Sono una coccolona e mi lego profondamente a tutto e tutti, cose, persone, situazioni, profumi. Amo perdermi nella quotidianità delle piccole cose rassicuranti, e questa è la mia vera ambizione, trovare la serenità qui e ora.