03 Dic

Variante siciliana del classico tiramisù: Il tiramisù al pistacchio

Scritto da  |

Perché dire siciliana una variante che può vedersi in qualsiasi altra regione? Ma semplicemente perché il pistacchio oggi è coltivato quasi esclusivamente in Sicilia e il più famoso è quello di Bronte, provincia catanese alle pendici dell’Etna! Qui ha addirittura ottenuto il marchio DOP (di origine protetta) e non a caso è stato denominato “l’oro verde” di Sicilia. Tantissimi i dolci a base di questa bontà, ma per adesso concentriamoci su questa ricettina non difficile.

 

Ingredienti per 4 persone:

2 pacchi di savoiardi

4 uova

100 gr di zucchero

500 gr di mascarpone

Martini bianco o rum o brandy

200 gr di crema di pistacchio di Bronte

granella di pistacchio di Bronte o pistacchi tritati grossolanamente

sale q.b.

latte q.b.

 

 

Procedimento

Separare gli albumi dai tuorli e montarli  con un pizzico di sale. Sbattere i tuorli con lo zucchero. A parte sbattere il mascarpone con un po’ di liquore, la crema e un po’ di granella fino ad ottenere una crema omogenea. A questa unire prima i tuorli e sbattere energicamente, aggiungere poi gli albumi, facendo attenzione che non si siano smontati. Amalgamare il tutto con delicatezza, magari passando dalla frusta elettrica ad una spatolina.

Ora è il momento della composizione. 

Bagnare il fondo della teglia con la crema ottenuta, fare uno strato di savoiardi bagnati nel latte, spalmare nuovamente la crema e ripetere fino a due strati.

Guarnire lo strato superiore con la granella di pistacchio rimasta e se i bimbi vogliono un po’ di cioccolato, aggiungerlo a granelli, a gocce, grattugiato o sciolto.

Servire dopo aver fatto riposare il vostro Tiramisù in frigorifero per 1-2 ore.

 

Se non sapete come procurarvi la crema e la granella di pistacchi perché il vostro supermercato non le fornisce, provate a cercare in qualche negozio di prodotti tipici o ordinatele on-line. Altrimenti, se avete molta buona volontà, provate a fare tutto in casa con il seguente procedimento.

 

Crema di pistacchi

 

Bollite dell’acqua e versatevi per una decina di minuti 100 g di pistacchi sgusciati non salati e non tostati. 

Scolateli, fateli raffreddare e privateli della pellicina. Di questi, una parte va tritata finemente e una parte grossolanamente. 

Sciogliete a bagnomaria 200 g di cioccolato bianco in 50 g di latte condensato e 2 cucchiai di latte fresco. Infine aggiungetevi i pistacchi tritati finemente e la vostra crema è pronta!

I pistacchi tritati grossolanamente serviranno da granella.

 

BUON DIVERTIMENTO IN CUCINA E BUON APPETITO!

 

Letto 13289 volte Ultima modifica il Lunedì, 07 Gennaio 2013 14:45
Vota questo articolo
(1 Vota)
Giovanna Busà

Sono Giovanna, messinese di nascita ma castellana di adozione… No, non vivo in un castello (anche se mi piacerebbe!) ma a Città di Castello, in provincia di Perugia! Quando mi chiedono cosa mi ha potuto far lasciare il sole per la nebbia rispondo sempre “l’amore”; quelli meno romantici non ci credono, ma in realtà “il lavoro” sarebbe la risposta di mio marito, non mia! 

A proposito di lavoro, mi occupo di “educazione” e ultimamente ho lavorato in un nido d’infanzia, ma al momento c’è una sola bimba a cui dedico interamente le mie giornate: la mia splendida Maria Chiara, che farà un anno a Febbraio!

Ah già, la mia età… io ho 33 anni suonati, ma shhhhh, non ditelo a nessuno!!

Il mio motto? “Tutto è un dono”, la mia famiglia, i miei amici, la mia vita, quello che mi circonda…

E la mia passione? Leggere e scrivere di tutto!