“Grazie ‘inserire grado di parentela/persona a vostra scelta’ per questa splendida trousse! Non sembra per niente presa sulle bancarelle avendo un marchio giappocinesecoreano! Chissà quanto l’avrai pagata! Ma non dovevi! … “

…Ben detto! Non dovevi! Perché comprandomi un prodotto del genere mi inviti con piacere a contrarre qualche irritazione sulla pelle! Della serie “ciambelloni intorno agli occhi: tratto da una storia vera” o “la ragazza chiazza: il film”.
Se fortunatamente avete ricevuto cosmetici affidabili, buon per voi. Per coloro che hanno ricevuto una serie di cosmetici dalla visibile scarsa qualità, o per coloro che posseggono grandi quantità di cosmetici, scopriamo se sia il caso di tenerli o meno nel nostro beauty case!

- Dietro i vostri cosmetici, c’è raffigurato un barattolino dove sopra sono scritti dei numeri seguiti da una “M”. La M sta per Mesi, il numero sta per quanti mesi può essere utilizzato. I mesi in cui può essere applicato quel cosmetico partono dal momento in cui lo aprite per la prima volta e lo utilizzate. Sappiate che è un periodo approssimativo, in ogni caso tenete conto che i trucchi in crema hanno una durata inferiore a quelli pigmentati.
- Se una volta applicato il prodotto sentite la pelle pizzicare, o gli occhi prudere, è buona norma togliere il trucco e magari controllare la sua scadenza. Potrebbe essere sintomo di una pelle stanca perché magari avete dormito poco, ma potrebbe anche riguardare una vera e propria allergia o un rigetto di un determinato cosmetico scaduto!
- Tenete sempre i cosmetici in luoghi freschi. Evitate di portarli al mare perché sotto il sole si rovinano prima e rischiano di sprigionare oli che di norma dovrebbero farlo durare ma rischiate così di fargli fare l’effetto contrario.

 


OMBRETTI e CIPRIE: In media durano un anno, alcuni anche di più. Quelli in crema possono durare addirittura la metà del tempo di quelli in polvere.
Il vostro ombretto e la vostra cipria dovrebbero fare un biglietto solo andata per il cestino quando:
1. Si forma una patina scura e opaca sopra. (cosa che può anche succedere se magari il pennello che avete usato era inumidito)
2. Emana un odore, quasi acido, differente da quando l’avete aperto per la prima volta.
3. Non possiede più la sua compattezza ed è più polveroso. Perciò, quando lo andate ad applicare, non riuscite a stenderlo in modo omogeneo e forma delle chiazze.

ROSSETTI: La loro durata dipende dalla loro composizione. Possono durare anche più di un anno. Alcuni gloss a lunga durata possono durare anche solo dei mesi. Essendo cosmetici in crema, sono una calamita per i batteri. Tenetene sempre cura e cercate di non prestarli a destra e a manca.
Il vostro rossetto deve fare le valigie per il cestino quando:
1. La sua consistenza è cambiata e risulta più liquida, granulosa o appiccicosa da come risultava prima.
2. Presenta macchie di colore scuro.
3. Emana un odore acido.

MATITE: La durata delle matite varia per il solito discorso della loro composizione. Vi accorgete subito quando una matita non va bene al vostro occhio perché se l’applicate all’interno dell’occhio e pizzica va immediatamente cambiata o gettata.
La vostra matita raggiunge dritta dritta il cestino senza passare dal via quando:
1. Emana odore cattivo.
2. Non colora più. Sappiate che le matite non vanno spinte per far si che colorino. Se dovete farlo non è più una matita che adempie al suo lavoro di make up!

FONDOTINTA e CREME: la durata del fondotinta di solito è di un anno. Qui c’è da stare molto attente. Perché è un prodotto che viene applicato ed esteso su tutta la pelle del viso. Perciò, se vecchio o scaduto, potrebbe causare un’irritazione coi fiocchi.
Il vostro fondotinta fa un salto mortale nel cestino quando:
1. Se agitato prima dell’uso (cosa da fare sempre prima della sua applicazione) presenta ugualmente striature e non un colore omogeneo.
2. Emana un odore sgradevole.
3. Se il prodotto trasuda liquido oleoso sulla superficie o risulta grumoso. Ciò significa che gli ingredienti della formula si stanno separando perdendo così la sua funzionalità.

SMALTI: La durata dello smalto dipende soprattutto dalla manutenzione dello stesso. Sbattete gli smalti prima dell’uso. Se vi capitano sotto mano per caso ma non dovete usarli, sbatteteli comunque. Richiudeteli sempre per bene e ogni tanto ripulite l’avvitatura del collo della boccetta.
Il vostro smalto va al patibolo nel cestino quando:
1. Anche diluito con l’acetone o il diluente la sua consistenza è pastosa e risulta quasi impossibile stenderlo.
2. Il pennellino è rovinato e secco e vi impedisce di applicare lo smalto sull’unghia.

Ora passate in rassegna i vostri cosmetici e cercate di eliminare quelli che presentano le situazioni qui sopra descritte. Ricordate che ogni cosmetico se tenuto con cura può avere una durata e una funzionalità maggiore della norma. Tenete la sacchetta dei vostri trucchi, le trousse e i beauty case in luoghi freschi e asciutti. Evitate di esporle a fonti di calore e mi raccomando, diavolette, non riciclate il regalo scadente!

 

Clicca qui per altri articoli di Make Up


Il makeup della Primavera 2013 guarda agli anni 50. 

L’ intramontabile fascino dello stile anni ’50 sembra mostrarsi sempre vincente, tanto da sedurre anche i creativi della casa cosmetica Pupa che, per la nuova collezione primavera-estate 2013, amano guardare all’eleganza vintage. I nuovi prodotti “50’s Dream. Limited Edition” celebrano la femminilità sensuale e raffinata di ogni donna, attraverso polveri colorate le cui sfumature accarezzano le palpebre con i nuovi colori degli ombretti “Luminys Silk” in 4 nuance satinate: -201 Candy Pink, -403 Dusty Beige, -501 Apricot e -602 Intense Green (Prezzo consigliato 14,00 Euro).

 

Ombretti-pupa-50s-dream-primavera-2013

 

 

Lo sguardo viene sottolineato e disegnato dai colori intensi degli “Ultra Shine Eyeliner” che abbandonano il solito nero per vestirsi di due tonalità brillanti, quali: -001 Brown Violet e -002 Intense Green (Prezzo consigliato 13,50 Euro ).

 

prezzo-ultra-shyne-eyeliner

 

Le labbra luminose e delicate, possiedono il giusto tocco di colore dato da i nuovi “Lipstik Miss Pupa” proposti in 4 gradazioni piene e romantiche: -105 Apricot, -205 Peach Rose, -305 candy Pink e -306 Hybiscus Pink (Prezzo consigliato 11,90 Euro ).

 

lipstick-miss-pupa

 

L’incarnato uniforme e luminoso è reso tale dal “Color Touch Highlither”, un blush multicolor composto da 3 colori: pesca, rosa pallido e rosa scuro. Dotato di pigmenti minerali trattati con oli siliconici e amido di mais, crea un “effetto bonne-mine”, disponibile nella versione -001 Illuminating Rose/Peach Rose/Candy Rose (Prezzo consigliato 15,90 Euro).

A completare la collezione non potevano mancare gli smalti “Lasting Color” declinati in modulazioni inedite e in perfetta sintonia con il resto dei prodotti appena citati, che si propongono in ben 6 colori pastello: -110 Rose White, -215 Candy Pink, -515 Spicy Orange, -516 Apricot, -514 Pearly Lemon e -742 Pearly Green (Prezzo consigliato 5,95 Euro) .

 

Smalti-lasting-color-pupa

 

Dettagli incredibilmente preziosi, per sognare con un look ispirato a grandi icone di stile del calibro di Grace Kelly o Audrey Hepburn, reinterpretate in chiave contemporanea in cui protagonista assoluto è il verde smeraldo, accompagnato dal rosa e dal color pesca. La trepidante attesa per scoprire l’intera collezione dal vivo, verrà soddisfatta a fine febbraio, quando sarà resa disponibile in ogni profumeria ma, occorre affrettarsi perche si tratta di un edizione limitata, pertanto : se bella vuoi apparire… i miei consigli continua a seguire!


Errori… o Orrori? Il make up piace a tutte, ma complice l’inesperienza, o la fretta, o la pigrizia, ogni tanto capita qualche scivolone.

Ecco come evitare di sbagliare: ne parliamo con Tiziana, make up artist e nostra intervistata speciale.

 

E: Tiziana, quali sono i principali errori che vedi fare nel make up dalle tue clienti?

 

T: Uno degli errori più comuni è la scelta del colore del fondotinta: deve essere esattamente uguale al proprio colore di pelle o leggermente più chiaro, mai più scuro, altrimenti l'ombra che produce nel poro tende a farci sembrare "più vecchie". Se, invece, utilizziamo il giusto colore, sembriamo più giovani in quanto la pelle risulta più luminosa. Provare per credere! Un altro errore tipico è nella stesura del fard: bisogna partire dalle orecchie e sfumare verso il naso, questo è il modo corretto di applicarlo per far sì che sfumi in modo naturale. Se lo mettiamo al contrario, invece, avremo le guancie troppo colorite, come dopo 3 km di corsa... poco carino!

 

E: Se ho la borsa piccola o nella valigia c'è poco spazio, quali sono i trucchi che non possono mancare assolutamente?

 

T: I prodotti di make up di cui proprio non possiamo fare a meno sono: la matita per sopracciglia (che aiuta moltissimo a dare le giuste proporzioni al viso), il fard (che si può usare sia sul viso, sia come ombretto abbinato) e il mascara, per non far mai mancare uno sguardo seducente. Questi sono proprio la base da tenere sempre con sé. Certamente, se riusciamo anche a portare un gloss o altri prodotti che aiutano a completare il make up generale, è anche meglio.

 

 E: Come evitare di scegliere i colori sbagliati?

 

T: Non Possiamo dire che ci siano "colori sbagliati”: il trucco è arte e possiamo sbizzarrirci come desideriamo e come ci piace. Chi ha gli occhi castani, o comunque scuri, può usare ciò che preferisce perché il marrone è un colore neutro che ben si abbina a tutte le tonalità. Un pizzico di attenzione in più se abbiamo gli occhi azzurri, verdi o chiari in generale: evitiamo di mettere solamente i colori simili ai nostri occhi, perché lo sguardo potrebbe sembrare "freddo".

 

 

 E: Quali sono i prodotti che ogni donna dovrebbe avere nella trousse, ma che spesso vengono dimenticati?


T: Un prodotto molto importante è sicuramente la cipria, che opacizza, illumina e prepara la pelle al fard, togliendo l'umidità in eccesso. Altro prodotto fondamentale è la matita per sopracciglia: corregge, riempie eventuali spazi più chiari o vuoti, e permette di creare effetti ottici che avvicinano gli occhi troppo lontani oppure allungano un viso troppo tondo.

 

 E: Pelle grassa, pelle secca, pelle mista: si truccano tutte ugualmente o ci sono differenze da rispettare?

 

T: La pelle grassa e la pelle mista si trattano allo stesso modo, mentre la pelle secca deve adottare sistemi differenti. Il trucco di base va sempre scelto in base al tipo di pelle, soprattutto per quanto concerne il fondotinta. Ne esistono matt (in polvere) più adatti a una pelle mista/grassa oppure in crema, adatti sia per idratare la pelle secca che per riequilibrare la pelle mista/grassa. La cipria è importante per tutti i tipi di pelle, in particolare per la pelle mista/grassa. Teniamone sempre una in borsa nel formato compatto (colore trasparente) per ritoccare e togliere le lucidità durante tutta la giornata: essendo trasparente non modifica i colori del trucco. Le polveri invece (ombretti e fard) vanno bene per tutti i tipi di pelle.

 

 E: Parliamo di make up ed età. Cosa usare agli –enti, agli –enta e agli –anta?

 

T: In linea generale possiamo dire che man mano che si accentuano le rughe, si dovrà cercare di evidenziarle meno. Di solito le donne dopo i 40-50, e soprattutto dopo i 60 anni, dovrebbero privilegiare prodotti come rossetti e smalti e, di contro, evitare gli ombretti in quanto evidenziano di più le imperfezioni dell’età. In particolare, meglio abolire completamente gli ombretti perlati e preferire nel caso quelli opachi. Per le pelli giovani, direi un trucco non troppo evidente e poco correttivo: niente mascheroni, che invecchiano e appesantiscono, e niente colori forti o scuri, adatti a età più adulte. Preferite il gloss ai rossetti. Giocate pure coi colori (perlati, fluo e pastello): sono divertenti e allegri, ma non appesantite lo sguardo con strati di matita nera, mascara e eye liner.

Se siete curiose e volete copiare qualche trucco oppure volete partecipare a qualche lezione di trucco personalizzata e di gruppo, potete connettervi alla pagina FB di Tiziana Make Up.

 

La vita di tutti i giorni ti costringe a truccarti sempre di corsa? Ti piacerebbe avere il tempo per curarti di più del tuo aspetto? Se vuoi ritagliarti ogni giorno il tempo che desideri per occuparti della tua salute e del tuo benessere, prova questo metodo. 

Clicca qui per saperne di più

Un make up fresco che ricorda un po’ l’estate e la primavera, portabile nelle lunghe giornate autunnali o in occasione di una serata divertente tra amiche!

Si tratta di un trucco pensato per gli occhi chiari e, malgrado i colori vivaci, non risulta pesante, poiché l’utilizzo dell’eyeliner e del mascara è moderato.

 

Vediamo insieme la realizzazione del make up:

1. Dopo aver steso un primer su palpebra mobile e fissa, applichiamo un matitone bianco tutt’intorno al dotto lacrimale, dall’interno fino a metà palpebra mobile.

2. Applichiamo un ombretto opaco sui toni del fucsia nella prima metà della palpebra mobile.

3. Applichiamo lo stesso ombretto all’attaccatura delle ciglia sulla palpebra inferiore, da metà fino all’angolo esterno dell’occhio, proseguendo un po’ oltre il limite dell’occhio.

4. Sulla rimanente metà della palpebra mobile, da metà fino alla coda dell’occhio, applichiamo un ombretto lilla opaco, e anche nella rimanente parte della palpebra inferiore, da metà fino al dotto lacrimale.

 

trucco-occhi-chiari

 

5. Sfumiamo con un pennellino piatto.

6. Intensifichiamo il bianco del matitone sovrapponendo un ombretto bianco opaco, e sfumiamo: sarà il punto luce dello sguardo.

7. Tracciamo una sottile linea di eyeliner o di matita nera, aiutandoci con un pennellino dalla punta angolata, da metà occhio fino alla coda, fuoriuscendo un po’ dal limite dell’occhio.

8. Applichiamo una matita bianca nella rima interna dell’occhio per ampliarne le dimensioni, e applichiamo mascara nero.

  

Et voilà! Il nostro look è completato e pronto per essere sfoggiato!

 

Ti interessera pure: 5 errori che facciamo tutte quando ci trucchiamo. E come evitarli

 

Se desiderate uno sguardo magnetico e un make-up che valorizzino e diano un tocco di luce al vostro viso, è importante saper scegliere i colori giusti di ombretto, in base a tre fattori: l incarnato, i capelli e il colore degli occhi. Per non sbagliare, facciamo riferimento a 6 tonalità principali le quali si sfumano da nuance chiare a nuance più intense.

 

ombretto 

TONALITÀ DI OMBRETTI ARANCIONE:

ombretto-arancione

 

Queste tonalità di arancione che vanno dal color champagne al corallo, dal color salmone sino ad un arancio intenso sono adatte per tutte le donne tranne che per le more.

 

TONALITÀ DI OMBRETTO MARRONE:

ombretti-marroni

 

Il marrone rappresenta l’unica nuance adatta ad ogni tipo di incarnato, capelli e colore degli occhi, donando al vostro makeup un effetto naturale e d’effetto.

 

TONALITÀ DI OMBRETTI BLU

ombretti-blu-celesti

Le sfumature del blu dalle più chiare a quelle più intese sono adatte alle donne mediterranee, e che abbiano dunque occhi color nocciola, capelli castani o mori e una carnagione ambrata, che grazie a questi colori vengono valorizzati.

 

TONALITÀ OMBRETTI VIOLA

ombretti-viola

Questo tipo di colore sia nelle sua tonalità più accese che tenui valorizza le donne che abbiano occhi azzurri e capelli sui toni del biondo cenere.

 

TONALITÀDI OMBRETTO ROSA:

ombretti-rosa

I toni del rosa sono quelli più amati dalle ragazze, e valorizzano colore che abbiano in incarnato chiaro, capelli scuri ed occhi verdi o azzurri.

 

TONALITÀ DI OMBRETTO VERDE:

ombretti-verde

Questa nuance molto particolare ed audace con la quale è possibile creare degli smoky eyes di grande effetto è adatta alle donne che abbiano capelli mori, biondi o rossi.

 

TONALITÀ DI OMBRETTO NERO E GRIGIO

nero

 

Un must per quanto riguarda il mondo degli ombretti, il nero e il grigio sono due colori in grado di far risaltare qualsiasi colore d’occhi, donando profondità e sensualità allo sguardo. Voi che tonalità preferite per valorizzare i vostri occhi? Ditecelo con un commento!