13 Gen

Vacanze ad alta quota, le beauty tips che non conosci

Scritto da  |

L’aria frizzante, le vette innevate che si scorgono da lontano: è il periodo perfetto per prendersi un break a tu per tu con neve, montagne, ciaspolate e cioccolate calde.

Se quest’anno Babbo Natale è stato generoso e hai trovato anche tu sotto l’albero un biglietto per una vacanza sulla neve, sappi che, prima di partire, ci sono alcune cose che devi proprio sapere.

Innanzitutto, mettetiti in testa che la pelle va protetta dagli agenti atmosferici aggressivi in montagna: secchezza, arrossamento e screpolature sono in agguato dietro l’angolo se ci esponiamo a freddo e neve in alta quota.

Il freddo rigido rallenta i processi metabolici della pelle mandandola in deficit protettivo, e il rischio è quello di sottovalutarla perché si avverte meno: la temperatura è bassa, ma i raggi solari hanno un’intensità maggiore, e le temperature rigide e il vento favoriscono secchezza progressiva e rossore.

La pelle subisce un forte stress a causa di queste condizioni climatiche, quindi va assolutamente messo in atto un programma di recupero e supercoccole per proteggerla, nutrirla e idratarla, a partire da una detersione dolce: nel beauty della montagna non può mancare l’Exential Milk un emulsione delicata e cremosa che non irrita o disidrata la pelle, arricchita con camomilla e malva dall’azione calmante e decongestionante. Dopo essere passata al tonico, scegli la crema lenitiva Honey Care che pensa alla pelle reattiva agli sbalzi termici ed ha quindi bisogno di tutta la protezione e i nutrienti idratanti, come il miele, il cacao e il pantenolo.

Non dimenticare di proteggere anche le mani e le labbra Sono molto vulnerabili perché la loro pelle è priva di grassi in superficie, quindi sono a rischio di screpolature e geloni.

 

Prima di infilare i guanti stendi un velo di crema protettiva Caresse, cremosa e nutriente; per le labbra l’ideale è applicare più volte al giorno un velo di Lips, anche sotto sotto il rossetto. Il concentrato che stimola le labbra a rigenerarsi e ad attivare i processi di autocura indispensabili per mantenere il corretto livello di nutrimento ed idratazione.

 

Ci sono inoltre alcune indicazioni che puoi seguire per aiutare l’epidermide a ripristinare le barriere fisiologiche:

 

* Scegli i prodotti giusti, solo con il perfetto mix di qualità e sostanze funzionali creerai una barriera idrolipidica a prova di discesa

* Texture ricche e nutrienti per garantire giusta elasticità e idratazione alla pelle

* Adeguato apporto di acqua e alimentazione corretta per mantenere pelle sana ed elastica. I cibi amici? Noci, legumi, agrumi.

* Tieni presente che gli alimenti ricchi di grassi e zuccheri possono agire da stimoli infiammatori sul complesso pilo-sebaceo aggravando acne, irritazioni e rossori.

 

Cosa non fare:

 

* il contrasto di temperatura tra l’acqua calda e la pelle fredda produce macchie rossastre e irritazione, l’acqua troppo calda contribuisce a privare l’epidermide della propria barriera protettiva naturale rendendola più vulnerabile. Quindi usa sempre acqua tiepida senza superare i 36- 37 gradi.

* dimenticarsi di bere perché si avverte meno la sete per le temperature basse: se l’acqua non ti attira, preferisci delle tisane calde, ottimo il te verde.

* dimenticarsi della zona contorno occhi: tienila sempre idratata e morbida e proteggila con occhiali da sole

* non scegliere prodotti in polvere per il tuo make up, meglio i fondotinta cremosi che seccano meno.

* in montagna è importante attivare la circolazione con attività motorie e una profonda e lenta respirazione che ossigeni tutto l’organismo

* non sottovalutare l’importanza del sonno, aiuta la pelle a rigenerarsi evitando lo stabilizzarsi di segni di stress e fatica: l’ideale è andare a letto entro le 23.30 perché da quest’ora fino alle 4 la pelle attiva un processo di disintossicazione spontanea per poi impiegare 24 ore a riformare i grassi persi.

 

LEGGI ANCHE ->

 

Letto 1622 volte
Vota questo articolo
(4 Voti)
Valentina Giustozzi

Camaleontica, vulcanica, timida e creativa, sono cresciuta tra dolci 
colline e paesini medievali, ed è in questa semplicità che sta la mia 
ricchezza. Ho trasformato passioni e interessi, passando dal lavoro in 
agenzia di moda al negozio di abbigliamento, dalla commerciale di 
calzature alla radio, fino a quello di blogger e copy writer attuale. 
Amo la condivisione, online e offline, mettermi in relazione con gli 
altri per crescere e far crescere, confrontarsi e ritrovare un 
pezzettino di sè nel mondo là fuori.

Sito web: labellezzachevorrei.blogspot.it/