20 Mar

Burro di karité

Pubblicato in Viso e Corpo

Rimedio eccezionale

Vorrei parlare di questo fantastico prodotto che esiste in natura da sempre, pubblicizzato diversi anni fa, ma ancora troppo poco conosciuto, e soprattutto apprezzato, rispetto alla sua importanza.

Il burro di karité è appunto una sostanza burrosa che si ottiene estraendolo dal bulbo dei suoi semi (chiamati anche noci) dell’albero della giovinezza, così come lo chiamano gli indigeni, o scientificamente ”Butyrospermum Parkii”.
Grazie alle sue proprietà di nutrimento profondo cura e lenisce qualsiasi problema di pelle come ad esempio la psoriasi, inoltre vanta fantastiche proprietà medicamentose: anti battericida e antiinfiammatorio eccellente, ottimo su piccole ferite di labbra o mani, può essere inoltre utilizzato su dolori articolari o legamentosi e sui piccoli traumi, ottimo come piccola protezione dei raggi UV e dagli agenti atmosferici perché crea, essendo veramente molto grasso, una sorta di barriera.
Fantastico nutrimento per le pelli secche o come protezioni di quelle troppo sensibili.
Aiuta il rinnovamento cellulare della pelle, molto usato per prevenire l’invecchiamento cutaneo: ogni donna e anche uomo dovrebbe tenerne una confezione a portata di mano nella quotidianità.

 


In commercio si può trovare in svariate modalità e con differenti percentuali ma il migliore in assoluto per me è sicuramente il Karitè al 100%.
Suo unico inconveniente è che essendo molto denso, per poterlo usare bisogna prima riscaldarlo leggermente, in questo modo si facilità la stesura.
Volendo si può miscelare a piccole gocce di essenze per avere un gradevole profumo: io per esempio gli metto una micro goccia di lavanda.
Usato per un massaggio serale, migliora il riposo.
Provare per credere!

 

Potrebbe interessarti anche: Argilla per la bellezza

 

Dopo avervi parlato dei 7 consigli per avere una pelle splendida, ci dedichiamo ai 6 trucchi per una pulizia del viso perfetta:

 

1. Di notte la pelle va lasciata respirare, libera da residui chimici, poiché nelle ore di riposo si rigenera a velocità doppia rispetto al giorno. Inoltre la notte è il periodo di maggior afflusso sanguigno della cute, che riceve più ossigeno e riversa in circolo tossine con più facilità. Gli scarti e le cellule morte vanno rimosse al risveglio assieme al sebo e al sudore.

 

2. Tiriamo all’indietro i capelli con una fascia o un cerchietto: è proprio nelle zone alla periferia del viso che il rischio di imperfezioni è più alto, soprattutto se restano sulla pelle residui di cipria o fondotinta.

 

3. Eseguiamo movimenti dall’alto verso il basso sulle palpebre superiori, e dall’interno verso l’esterno sulle palpebre inferiori. Utilizziamo un dischetto di cotone diverso per ogni occhio, per evitare contaminazioni. Se abbiamo applicato un rossetto oleoso, tamponiamo le labbra con un dischetto di cotone, prima della detersione. Sul viso, detergiamo dall’interno verso la periferia, scendendo verso il collo.

 

consigli-per-la-pulizia-del-viso

 

4. Non esageriamo con i lavaggi: rischiamo di disidratare la pelle e, nel caso di pelle oleosa e impura, stimoliamo ulteriormente l’attività delle ghiandole sebacee. Un eccesso di detersione, inoltre, può irritare: dobbiamo riuscire a rimuovere il trucco senza sfregare troppo.

 

5. Massaggiamo il viso con gesti delicati e circolari: un buon massaggio tonifica la pelle e migliora il microcircolo, favorendo un buon apporto di sangue al derma e stimolando l’attività delle cellule che producono collagene ed elastina. Non solo: un buon massaggio attenua gonfiori ed edemi alle palpebre, frequenti soprattutto di sera, quando siamo stanche e affaticate.

 

6. Sciacquiamo il viso e tamponiamo bene senza strofinare. L’acqua dev’essere tiepida perché non irriti, ma rilassi e apra i pori. Lasciamo poi riposare la pelle per qualche minuto, prima di stendere la crema. Che sia di giorno o di notte, il prodotto idratante è fondamentale, poiché restituisce alla pelle i grassi sottratti con la pulizia, e ricostituisce il mantello protettivo.

 

Ti interesserà pure: Rimedi efficaci per cancellare le macchie del viso

 

Le rughe sono pieghe della superficie della pelle che si formano a causa di cedimenti delle strutture cutanee, dovuti a carenza di collagene ed elastina.

 Si formano sulla pelle del corpo e del viso, ma in particolare su quest’ultimo, poiché in questa zona l’epidermide è maggiormente sottoposta a stress, stiramenti ed estensioni. 

Quanto più sottile è l’epidermide, tanto più compariranno rughe e segni dell’età. A partire dai trent’anni, la pelle diventa più sottile e meno liscia. 

È bene sapere, e non tutti ne sono al corrente, che in montagna il livello di radiazioni di raggi ultravioletti è superiore di circa il 20%. La neve riflette la quantità di radiazioni, raggiungendo il doppio dell’effetto che si ha normalmente in città.

È importante sapere ciò, poiché l’esposizione alla luce dei raggi UV può contribuire per circa due terzi all’invecchiamento della pelle: le cellule dell’epidermide non si rinnovano più correttamente, e fanno così la comparsa le prime rughe.

 

zone-rughe-viso

 

Cinque trucchi per combattere le rughe:

  1. Evitiamo l’eccessiva esposizione ai raggi ultravioletti, sia raggi solari che lampade artificiali. Le lampade fanno malissimo alla nostra pelle, anche se ci sottoponiamo a esse sporadicamente, e anche se non vogliamo arrivare al mare color mozzarella. Un piccolo sacrificio possiamo farlo! (senza contare che, spesse volte, l’effetto- lampada è davvero tamarro…) Proteggiamo sempre la pelle conuna crema solare mirata; cerchiamo di esporci al sole “buono”, possibilmente la mattina presto, evitando le ore centrali.
  2. Non fumiamo! Scontato e retorico? Meglio pensare agli effetti del fumo sulla nostro corpo, non solo sulla pelle! Il fumo accentua l’invecchiamento della pelle e la formazione di rughe, e spegne il colorito; la nicotina ingiallisce i denti, arrochisce la voce, e quel che è peggio avvelena i polmoni!
  3. Applichiamo tutti i giorni una crema viso adatta al nostro tipo di pelle: ci aiuterà a mantenerla elastica e liscia, combattendo le rughe già presenti. Questo trattamento dev’essere effettuato con diversa frequenza, a seconda della stagione e del tipo di pelle.
  4. Seguiamo un’alimentazione ricca di frutta e verdura: contrasteremo l’invecchiamento dell’epidermide, e contribuiremo alla bellezza e alla luminosità della nostra pelle.
  5. Sembra frivolo, ma un po’ di ginnastica facciale allenerà i muscoli del viso, aumentando la tonicità e prevenendo i cedimenti e le rughe. Pochi semplici passi per una pelle più giovane e più bella!

 

Potrebbe interessarti anche: Veleno delle api. il nuovo anti-rughe

 

Lo stress, il fumo, lo smog, l'età, i cambiamenti ormonali, gli effetti dei raggi UV possono alterare l'attività dei melanociti, le cellule che producono la melanina, il pigmento responsabile della colorazione della pelle, con una conseguente eccessiva produzione sulla superficie della pelle, circoscritta in alcune zone, creando cosi' agglomerazioni di colore che chiamiamo macchie.
 

Quando compaiono le macchie compromettono l'omogeneità e la luminosità della pelle, e sono tra i segni più evidenti dell'invecchiamento cutaneo.
Questo fastidioso inestetismo colpisce pelli chiare, scure ed iper pigmentate e si può manifestare ad ogni età.



 

Cosa fare?


 

- per le macchie tipiche della gravidanza dovuti a sbalzi ormonali, per le più fortunate basterà avere pazienza ed aspettare poiché quasi sicuramente dopo la nascita del bambino o dopo l'allattamento le macchie spariranno grazie al ripristino dei normali livelli ormonali, ma se non volete rischiare provate il trattamento Schiarente Viso nei Centri Estetici Exa


 

- i prodotti cosmetici ad azione depigmentante sono indubbiamente uno dei rimedi più efficaci per contrastare le macchie scure sul viso


 

- preferite detergenti delicati e non aggressivi per la pulizia di viso e corpo

 


- potenziate le difese immunitarie per evitare che stress, allergie e malattie influenzali peggiorino rendendo ancora più visibili le macchie bianche del viso.



 

 

Cosa evitare?


 

- esporsi al sole dopo un trattamento esfoliante


 

- esporsi al sole senza protezione solare

 


- interrompere una cura ormonale senza aver consultato il medico

 


- sottoporsi ad un trattamento depigmentante durante la gravidanza

 


- utilizzare detergenti aggressivi e di scarsa qualità per l'igiene del viso

 


- fumare: il fumo danneggia la pelle , è quindi da evitare

 


La Exa ha studiato una potente arma contro le macchie del viso, un trattamento professionale specifico e mirato da fare a casa per combattere con un'efficacia unica le macchie: un prodotto domiciliare arricchito dai filtri solari UVA e UVB per consentirne l'uso in estate e nei periodi troppo assolati, la pelle apparirà più uniforme e l'aspetto più giovane.



Whitening: speciale concentrato specifico per le macchie che grazie alla sinergia degli acidi presenti produce un leggerissimo effetto esfoliante associato ad un'azione depigmentante, con le proprietà schiarenti e lenitive di Arbutina, Karkadè e Vitamina C. Nessun'altra casa cosmetica utilizza la stessa quantità e qualità delle sostanze presenti nel Whitening, un mix appositamente studiato per avere un risultato eccellente, alti standard di efficacia e qualità indiscussa dei componenti.


Ricordiamo inoltre che la nostra pelle ha memoria delle macchie, e si ricorderà di questa alterazione per 2 anni, per cui dobbiamo avere l’accortezza di continuare sempre a proteggere la zona dove erano localizzate le macchie anche se non le vedremo più!

 

Potrebbe interessarti anche: Peeling casareccio 100% naturale con scrub al limone

 

Le cose che fanno bene alla pelle.

 

Fai la guerra ai radicali liberi.
Assicurati ogni giorno 5.000 Orac (Oxygen Radicals Absorbance Capacity, Capacità di Assorbimento dei Radicali dell'Ossigeno), antidoto contro i radicali liberi, consumando frutta e verdura viola: mirtilli, succo d’uva, prugne, ribes o more. Tra le verdure perfetti cavolo, spinaci, barbabietole e cipolle.

Grassi minerali? No grazie!
Alla larga da creme che riportano in cima all’INCI grassi di origine minerale come olio di paraffina e vaselina (leggi qui cosa non devono contenere i cosmetici). Alla lunga possono disturbare l’equilibrio dell’epidermide rendendola asfittica, spenta, con pori dilatati e piccole desquamazioni.

Non solo acqua.
La sera pulisci la tua pelle con un buon latte idratante, usalo come un sapone liquido massaggiandolo delicatamente con le mani. Infine asportalo con un panno morbido e risciacqua. Scegli bene il prodotto che dovrà essere delicato e cremoso senza irritare, proprio come Prius della Lexory (http://www.lexoryitaly.com/1-pr.html) che grazie alla presenza della malva conferisce anche un’azione calmante e decongestionante.

Conserva le creme in frigo.
I cosmetici, al pari degli alimenti, sono degradabili: i rischi maggiori, dopo l’apertura, li corrono quelli contenuti nei vasetti. Se apri un vasetto e non lo usi per qualche tempo, conservalo nella parte bassa del frigo, quella che non ghiaccia.

Raggi contro la secchezza.
Nella bella stagione, concediti ogni giorno un bagno di sole di dieci minuti, nelle prime ore del mattino o nel tardo pomeriggio. Sintetizzi la vitamina D, che combatte la secchezza cutanea ed è un antirughe naturale.

 

7-segreti-per-una-pelle-splendida

 

Pasta si, ma integrale.
Privilegia i cibi integrali: ti mettono al riparo dalle fluttuazioni degli zuccheri nel sangue, che sono rischiosi per la bellezza della pelle. Il collagene e l’elastina, la proteina che dà sostegno alla cute, si legano infatti alle molecole di zuccheri modificando la loro struttura e la pelle perde tono.

Più elastica con kiwi e pomodori.
Consuma ogni giorno vitamina C, perché rende più resistenti le fibre del collagene, responsabili di tonicità ed elasticità cutanea. La dose giornaliera ideale è contenuta in un paio di kiwi, un’insalata di pomodori, radicchio, oppure una spremuta di agrumi.

 

Ti interesserà pure: 10 segreti per essere più belle