24 Nov

Correttore compatto, a cosa serve e come si applica

Scritto da  |

Il correttore compatto è sicuramente un prodotto molto amato sia dai make-up artist sia per la facilità di applicazione che per l'impeccabile risultato che permette di raggiungere. Alcune delle sue caratteristiche principali riguardano sia la praticità che la coprenza. Pratico perché essendo richiudibile nel suo astuccio, può essere portato in borsetta. Per quanto riguarda la coprenza, vero è che dipende sia dal tipo di correttore che dalla tecnica utilizzata, ma in generale offrono tutti una coprenza abbastanza elevata. 

 
Esistono diversi tipi di correttori compatti e corrispondono ognuno ad un'esigenza diversa:
 

Correttore compatto in crema. Si tratta di un correttore in crema in genere racchiuso all'interno di un astuccio. Sebbene a volte si presenti difficile da stendere, si consiglia alle donne che presentano una pelle particolarmente secca.

 

Correttore compatto in polvere. Si presenta particolarmente adatto per le pelli grasse e serve ad evitare che il sebo faccia scivolare i pigmenti mettendo in evidenza le imperfezioni. Garantisce una perfetta tenuta del trucco. 

 

Correttore compatto da crema a polvere. Garantisce i pregi delle due precedenti. Tale correttore è consistente come una crema, ma la sua formulazione diventa polverosa a contatto con la pelle. Si differenza da quello propriamente in polvere per il fatto di essere maggiormente sfumabile. 

 

Esistono diversi metodi per sfumare il correttore compatto:

 

Con le dita. Bisogna passare il polpastrello sul prodotto, non esagerando con le quantità. Se bisogna stenderlo sul contorno occhi, meglio usare l'anulare che stende meglio il correttore senza rovinare questa parte delicata del viso. 

 

Con un pennello piatto. Prendere un po' di prodotto e tamponarlo sul dorso della mano, salvo poi picchiettare sulla zona interessata.

Con un pennello morbido. Per ottenere una coprenza più leggera ma molto naturale. 

 

Con una spugnetta. Sebbene sia da preferirsi dita o pennello per un risultato migliore e più naturale.

 

 

Letto 1996 volte
Vota questo articolo
(3 Voti)
Simona Vitale

Nata a Napoli nel 1982, amo la cultura, la legge e il giornalismo. Laureanda in Giurisprudenza, mi divido fra le mie grandi passioni sia nel lavoro che nella vita. 

 

Facebook: Simona Vitale