11 Nov

Pennello da sfumatura: tipologie e come utilizzarle al meglio

Scritto da  |

Uno strumento essenziale nel make up di ogni donna che si rispetti è sicuramente il pennello da sfumatura, capace di aiutare a realizzare un trucco di precisione come quello dei maggiori make up artists.

 

pennello-da-sfumatura

 

Due delle caratteristiche principali che ci aiutano a distinguere un pennello da sfumatura sono:

 

1. Le setole disposte circolarmente: in modo da formare un cerchio pieno di setole. 

2. Le setole larghe: devono essere ampie e morbide, ma non troppo ammassate e strette in modo da distribuire il colore del cosmetico in maniera regolare e uniforme.

 

Esistono diverse tipologie di pennelli da sfumatura. Vediamole insieme.

Classico. In tale pennello la base da dove partono sia la setola che la punta sono allineate, in modo da ottenere sfumature di media intensità. questo permette di utilizzare il pennello con molta facilità e di ottenere sfumature di media intensità. 

Punta bombata: La base appare più ristretta rispetto alla punta del pennello, che è bombata. Questo pennello in genere permette di ottenere una sfumatura molto leggera. In genere, avendo una punta così ampia, tale pennello risulta indicato per ottenere sfumature sulla palpebra fissa, qualora essa sia abbastanza ampia. 

 

Punta sottile. Sicuramente di precisione, consente di realizzare delle applicazioni di colore precise e sfumate giocando con diverse tonalità di colore, senza uscire dall’area della palpebra mobile. Si possono creare delle sfumature naturali utilizzando un pennello classico con il quale stendere un ombretto nocciola sulla piega e la palpebra fissa e dare poi profondità all’occhio con un ombretto nero o marrone e da stendere con un pennello da sfumatura a punta bombata.

Allungato. Sono pennelli morbidi dalla forma allungata realizzati apposta per agire direttamente sulla piega dell’occhio, preferibilmente scuri in modo da dare maggiore profondità allo sguardo.

 

Letto 2250 volte
Vota questo articolo
(5 Voti)
Simona Vitale

Nata a Napoli nel 1982, amo la cultura, la legge e il giornalismo. Laureanda in Giurisprudenza, mi divido fra le mie grandi passioni sia nel lavoro che nella vita. 

 

Facebook: Simona Vitale