Un nuovo concetto di bellezza sembra destinato a ad affermarsi: parliamo delle donne che non si depilano. Sebbene oggi le donne depilate rappresentino la perfetta normalità (e bellezza), è altresì vero che nel progetto chiamato "Natural Beauty", con gli scatti del fotografo londinese Ben Hopper, alcune ragazze posano mettendo in mostra quelli che sono i peli superflui, soprattutto sotto le braccia.

 

 
Ancora una volta, a precorrere le tendenza è stata la stella del pop Madonna che, in un autoscatto, aveva messo in mostra quelle che erano le sue ascelle non depilate.  E voi amiche, cosa ne pensate di queste donne che sembrano non avere paura di mostrare i loro peli superflui? In fondo, quante volte abbiamo maledetto la dolorosa ceretta?
 

Care amiche, oggi vogliamo descrivervi e farvi ammirare alcuni uomini che hanno sicuramente una certa dose di fascino e charme. Unico neo: sono nati donne. Esattamente. Guardiamo, dunque, insieme, questi straordinari maschietti che all'anagrafe erano originariamente registrati come femminucce.
 
10. Buck
 
Buck
 
Parliamo di un regista transessuale, icona della comunità di persone omosessuali di tutto il mondo. Attualmente è un avvocato, oltre ad essere anche un educatore ed uno scrittore.
 
 
9. Ian
 
Ian
 
Un comico americano che spesso usa la sua transessualità come materia degli spettacoli in cui si esibisce. Inoltre, è apparso anche in due film. 
 
8. Balian
 
Balian
Nato nel 1980, il suo nome prima era Yvonne. Sebbene sia stato il secondo saltatore con l’asta di sesso femminile in Germania, nel 2007 si è ritirato a causa di una lesione permanente. Dal 2008 ha cambiato nome definitivamente, dopo l'ultima operazione fatta per diventare uomo. 
 
7. Lucas
 
Lucas
 
Nato in Canada nel 1979, Lucas è famoso per essere stato il primo transessuale a far parte di una rock band che avesse un contratto con una delle principali etichette discografiche degli USA. Attualmente è chitarrista e cantautore dei "The Cliks", oltre ad aver realizzato anche un album da solista.
 
6. Loren
 
Loren
 
Parliamo di un famoso fotografo, autore e attivista transessuale di nazionalità americana. Le sue opere vantano diversi ritratti ed autoritratti di transessuali e lesbiche, documentando fotograficamente anche quello che è stato il suo calvario per diventare uomo. 
 
 
5. Andreas
 
Andreas
 
Ecco un ex atleta tedesco, specializzato nel lancio del peso, che inizialmente ha gareggiato come donna, ma iniziando ad assumere steroidi sin dall'adolescenza facendo sì che il suo corpo diventasse sempre più mascolino. 
 
4. Chaz
 
Chaz
 
Diventata lesbica all'età di 25 anni, prima di essere poi un transgender, ha cambiato sesso due anni fa e adesso vieve felicemente come uomo. Ha partecipato allo show televisivo Ballando con le stelle. È figlia della famosa cantante Cher. 
 
3. Rocco
 
Rocco
 
Il suo nome d’arte è Katastrophe. Parliamo di un rapper hip-hop e produttore statunitense. Si tratta del primo cantante hip-hop ad aver fatto outing. 
 
2. Thomas
 
Thomas 
Uno dei primi uomini “incinti” al mondo. Nato femmina, tale è vissuto fino ai 20 anni anni, salvo poi cominciare una terapia a base di ormoni maschili, conservando però i suoi organi sessuali femminili, in modo da avere un bambino con la sua nuova moglie. Ne hanno avuti poi ben 3.
 
1. Ryan
 
a98038 rsz ryanpresent
 
Il suo nome era Kimberly. Oggi è un avvocato che lotta per i diritti delle persone omosessuali e transessuali.
 
Cosa ne pensate, amiche?
 

Grazie al mondo del web veniamo spesso a conoscenza di storie incredibili e delle quali davvero rimaniamo molto sorprese. Molte di queste riguardano il mondo della chirurgia plastica. Persone, in gran parte ragazzi e ragazze, che decidono di spendere migliaia  di euro per tentare di assomigliare al proprio idolo (reale o di fantasia che sia) sottoponendosi a decine di interventi estetici. Il risultato è un corpo alterato, un viso praticamente di plastica e che pone tali persone davvero al limite dell'umanità, almeno da un punto di vista fisico. 
 

Oggi, 25 novembre 2014, si celebra la Giornata contro la violenza sulle donne: un giorno che non dovrebbe nemmeno essere esplicitato in maniera così palese, perché il rispetto delle donne e, in generale, delle persone più indifese dovrebbe essere alla base del vivere civile. In Italia, sono tante le donne che subiscono violenza psicologica e fisica, arrivando, in vari casi, a rischiare o perdere la propria vita per aver amato troppo l'uomo che avevano accanto.

Oggi vi voglio parlare di un must have che non può mancare nella organizzazione della vostra routine quotidiana: mi riferisco alla Discagenda Diva, un'agenda pensata per le donne dal design accattivante e funzionale, realizzata da Dokibook. Scopriamola insieme.