Il modo migliore per proteggere e idratare la pelle dei nostri piccolini è attraverso l’uso regolare degli oli, importante scegliere sempre un buon prodotto magari facendoci consigliare dalla pediatra e, optando sempre per uno di origine naturale, questo perché la sua pelle è molto delicata ed estremamente sensibile a tutti i componenti dei prodotti che usiamo sia per detergere sia per idratare la sua pelle.  

In commercio ne abbiamo molti, ottimo quello della Mustela, che grazie alla combinazione di oli vegetali, minerali e di vitamine, idrata e protegge la pelle del bambino, si può usare sin dalla nascita per fare coccolosi massaggi.

Buonissimo anche l’olio nutriente Humana Baby, adatto anche per eliminare la crosta lattea, ha una profumazione buonissima, è totalmente privo di allergeni quindi si può utilizzare sin dai primi giorni di vita del nostro angioletto. Se usato al cambio del pannolino aiuta a prevenire gli arrossamenti.

Io, che da sempre scelgo prodotti naturali per me e per il mio Mattia, preferisco quello della Weleda alla calendula, lenitivo, protettivo e molto nutriente, la sua formula naturale a base di calendula, olio di sesamo e olio di camomilla inoltre contribuisce a stimolare la normale funzione della pelle. Ottimo per il cambio del pannolino, o per massaggiare la pelle dopo un bel bagnetto.

Si può usare anche durante il bagnetto al posto del detergente, specie la sera, ha di suo un effetto molto rilassante, favorendo quindi una nanna dolcissima.

Ci sono anche altri oli di origine naturale che possiamo usare per massaggiare e idratare la pelle dei nostri piccolini altrettanto validissimi, come l’olio di mandorle dolci dell’Amande, si può trovare in due versioni, profumato o non profumato, gradevolissimi entrambi al nasino di mamma e bebè.

 

migliori-olii-per-bambino

 

Dopo i tre anni per la cura della pelle dei nostri piccolini si posso anche usare gli oli essenziali ricordando sempre che non tutti gli oli essenziali possono essere usati sui bambini e non in misura similare per tutte le età, quindi sempre meglio rivolgersi a un aromaterapeuta o a un pediatra che comunque abbia delle conoscenze in materia.

Un ottimo olio per massaggio per i nostri figli si ottiene mettendo in una boccetta di vetro una goccia di camomilla romana, una goccia di geranio, una goccia di lavanda, 30 ml di olio di mandorle.

E infine per un buon bagnetto aromatico super rilassante e idratante possiamo diluire in un contenitore due cucchiai di miele, uno di panna, una goccina di camomilla romana o di lavanda

 

Ti interesserà pure: Shantala. Un Massaggio da fare ai vostri bambini

 

 

Durante la stagione fredda, gli agenti atmosferici possono rendere fragili, secchi ed opachi i nostri capelli.
Per evitare che ciò accada basta prendersene cura, anche con dei semplici rimedi naturali e fai da te.
Ogni donna dovrebbe sempre trovare un po’ di tempo da dedicare a se stessa, perché coccolarsi un po’ fa sempre bene sia al corpo che allo spirito :)
E parlando di capelli, tutte noi sappiamo che, una bella chioma sana e lucente rappresenta un biglietto da visita vincente per ognuna di noi!
Quindi, perché non dedicare anche solo mezz’ora di tempo alla settimana, per la cura dei nostri capelli?
Vediamo, a seconda delle varie tipologie di capelli, quali sono i rimedi naturali migliori per curare i nostri capelli, e per renderli lucenti anche durante l’inverno.
Questi consigli sono comunque validi anche per le altre stagioni, o per quando ce n’è bisogno.

 

  • Capelli secchi ed opachi

Il rimedio più antico ed efficace, per la cura dei capelli secchi, è quello dell’olio di oliva o di mandorle dolci, da applicare sia dopo lo shampoo, che come impacco pre-shampoo.
Per chi ha un po’ più di tempo, e vuole dedicarsi mezz’ora per fare un impacco una volta a settimana, basterà inumidire un po’ i capelli, ed applicare l’olio (di oliva, o di mandorle) su tutte le lunghezze, lasciandolo agire per almeno 30 minuti; dopo si procederà con lo shampoo.
Per chi invece non ha molto tempo, basterà applicare l’olio sulle lunghezze dei capelli, subito dopo lo shampoo, e lasciarlo agire per 5-10 minuti.
Dopo sarà necessario risciacquare accuratamente i capelli, per evitare che si appesantiscano.

  • Capelli grassi

Un valido aiuto per combattere i capelli grassi, noto sin dall’antichità, arriva dall’utilizzo di limone ed aceto (di mele o di vino):

il loro abbinamento, infatti, consente di rimuovere il sebo in eccesso, ed aiuta a mantenere i capelli brillanti e puliti.

Basterà applicarne un po’ sui capelli bagnati, subito dopo lo shampoo, massaggiando per bene la cute; lasciare agire per 5-10 minuti e risciacquare accuratamente.
Una volta asciugati, i capelli saranno lucidissimi.

  • Capelli sfibrati

Tra i rimedi più antichi e validi, per combattere i capelli sfibrati e stressati, troviamo l’impacco con miele ed olio di oliva.
Basterà mescolare insieme 2-3 cucchiaini di miele ed olio (anche a seconda della lunghezza dei capelli), per creare una pappetta omogenea da distribuire sulle lunghezze dei capelli (precedentemente inumiditi), insistendo particolarmente sulle punte.
Per favorire la penetrazione dell’impacco, è consigliabile coprire i capelli con una cuffietta, o con della pellicola per alimenti.
Lasciare in posa almeno 30 minuti, e dopo procedere con lo shampoo.
Questo impacco, se fatto periodicamente, è utile per prevenire la comparsa delle doppie punte!

  • Capelli deboli e tendenti alla caduta

Per rinforzare e ridare vigore ai capelli deboli, basterà un impacco a base di miele ed olio di ricino.
Mescolare insieme un cucchiaino di miele e due di olio di ricino:
massaggiare bene sia sulle radici che sulle lunghezze, sui capelli precedentemente inumiditi, e lasciare in posa dai 30 ai 60 minuti; procedere poi con lo shampoo.
Un altro rimedio ottimo contro i capelli deboli e tendenti a cadere, e che non richiede tempi di posa, è la salvia.
Basterà preparare un decotto con mezzo bicchiere di foglie di salvia, fatte a pezzettini, e due bicchieri d’acqua.
Una volta bollito, filtrare il decotto, ed applicarlo tiepido sui capelli bagnati.
Non sarà necessario risciacquare, in quanto la salvia è molto profumata, e darà un effetto tonificante e rinvigorente.

 

Clicca qui per leggere delle proprietà dell'olio di lino

 

 

BASTA DERIVATI CHIMICI DANNOSI NEI PRODOTTI DI BELLEZZA! ECCO COME EVITARLI SENZA RINUNCIARE A NULLA


I prodotti cosmetici e di cura della persona sono sempre più frequentemente caratterizzati da liste di ingredienti lunghissime e incomprensibili.

Ma cosa ci fa male? E come possiamo evitarli senza rinunciare ai prodotti per noi necessari?

Ecco alcuni piccoli e semplici accorgimenti, che puoi mettere in pratica da subito, senza cambiare le tue abitudini e senza spendere un capitale!


PER IL CORPO: idratare la pelle almeno una volta al giorno, soprattutto dopo la doccia, è fondamentale. Ma la maggior parte delle creme in commercio contiene moltissime sostanze chimiche, che la nostra pelle assorbe e che di conseguenza il nostro organismo deve far in modo di espellere. Ma come fare per non trasformare un gesto quotidiano in un avvelenamento spontaneo? Semplice: l’olio. La sostanza più semplice e idratante del mondo. Non si tratta di metterti addosso l’olio d’oliva (a meno che tu non voglia diventare un calamaretto fritto), ma di scegliere olii specifici per il corpo, come ad esempio quello di mandorla. Sceglilo spremuto a freddo, senza profumi. Non contiene alcuna sostanza chimica, idrata tantissimo (più delle creme!) e si assorbe subito, senza macchiare. Lo trovi nelle comuni erboristerie a pochi euro (anche sotto i 10 euro).

 

PER LE ASCELLE: le ascelle sono un importantissimo centro ghiandolare, quindi inondarle ogni giorno con deodoranti chimici può causare problemi sia a livello di pelle che di ghiandole. Tanti deodoranti strillano sulle etichette formulazioni delicate con ph simili all’epidermide, ma poi se si va a leggere la lista degli ingredienti ti si incrociano gli occhi. La soluzione? L’allume di potassio in stick. È naturale al 100%, riduce il sudore, combatte il sudore acido e costa pochissimo. Inoltre, uno stick dura anche un anno, perché è una pietra che si bagna e si strofina sulla pelle, consumandosi molto lentamente.

 

 

PER LA DOCCIA O IL BAGNO: il bagnoschiuma contiene una miriade di sostanze chimiche, che non fanno male solo a te, ma anche all’ambiente, dato che poi tutto finisce nello scarico. Poveri pesci costretti a mangiarsi la nostra schiuma! Un rimedio vecchio come il mondo e semplicissimo: la cara saponetta. È più naturale e come potere pulente non ha nulla da invidiare ai vari bath & shower gel. Poi, diciamocela tutta: a meno che durante la giornata non tu non sia caduta in una pozzanghera di 2 metri, non avrai bisogno di eliminare chissà quale sporco insistente dalla pelle…

 

PER IL TRUCCO: prenditi qualche minuto per controllare la lista degli ingredienti prima dell’acquisto, ne vale la pena. Meglio evitare alcune categorie di additivi chimici come i parabeni (esempio: propylparaben e isobutylparaben): sono dei conservanti che possono creare problemi a livello endocrino. Tra i conservanti dannosi anche Imidozilidynil, Glycinate, Benzylhemiformal e DMDM Hydantoin. Evita anche allergeni e profumanti sintetici (esempio: limonene, geraniol e tutte le sostanze con la dicitura Parfum) e prodotti che contengono filtri UV non giustificati (come l’ethylhexyl methoxycinnamate e il benzophenone, che sono sostanze a rischio). Banditi anche i coloranti, irritanti e potenzialmente tossici e cancerogeni (si riconoscono facilmente perché sono indicati con la sigla CI). Occhi aperti anche sui derivati del petrolio, largamente usati in cosmesi nonostante i rischi appurati (esempio: Vaseline, Paraffinum liquidum, Mineral oil, Petrolatum, PEG e PPG Polyethylene glycol e Propylene glygol).

 

IN GENERALE, ECCO 4 PICCOLI ACCORGIMENTI DA SEGUIRE QUANDO ACQUISTI QUALCOSA

 

1. Seleziona prodotti con lista degli ingredienti corta e senza termini troppo complicati.
2. Preferisci soluzioni naturali, ne guadagnerà il tuo corpo (che non dovrà far la fatica di ripulirsi da tanta spazzatura) e l’ambiente.
3. Controlla la data di scadenza, non deve essere troppo vicina perché potrebbe significare che il prodotto è a scaffale già da un po’.
4. In caso di dubbio, stampati questo articolo e tienilo in borsa, ti servirà come vademecum quando ti troverai in negozio!


La vita di tutti i giorni ti costringe a truccarti sempre di corsa? Ti piacerebbe avere il tempo per curarti di più del tuo aspetto? Se vuoi ritagliarti ogni giorno il tempo che desideri per occuparti della tua salute e del tuo benessere, prova questo metodo.
Clicca qui per saperne di più
 

Stasera  vi svelo qualche piccolo trucchetto per essere belle e in perfetta forma anche con poco. Tutti noi abbiamo qualche piccolo trucchetto preso in prestito dalle nonna. Io vi svelerò i miei. 

 

I segreti per la pelle:

Care donne esistono in natura moltissimi rimedi naturali che ricchi di proprietà rigenerano i tessuti e non svuotano le nostre tasche. L’estate si sa disidrata molto, quindi oltre al classico consiglio di bere, bere e ancora bere molta acqua, qualche piccolo aiuto può aiutarci a mantenere idratata la nostra pelle anche sotto il sole.

Per le gambe l’ideale è olio di mandorla al 100% che idrata a lungo la pelle, rendendola profumata morbida e a lungo nutrita, ideale anche per prevenire le smagliature dovute al caso di peso stagionale o aumento. 

Inoltre se siete le tipe che amano gli abitini freschi e leggeri non potrete rinunciare allo scrub su gambe e cosce. Un modo semplice per ottenere un perfetto scrub e quindi un effetto esfoliante sulla vostra pelle è quello di amalgamare  del succo di limone con del sale e dell’olio di mandorle o di jojoba se preferite, stendere e sciacquare con acqua tiepida.

Per il vostro viso invece, se la vostra pelle è grassa il consiglio è quello dello zolfo, saponette allo zolfo purificano, puliscono e soprattutto in compresenza di acne. Se il vostro problema invece sono i punti neri, andate dal vostro erborista di fiducia e acquistate 2 euro di argilla verde, ne farete una maschera.

 

 

Semplice da usare, prendete due cucchiai della vostra argilla, deponeteli in una terrina aggiungete un cucchiaio d’acqua ottenetene un fango e cospargetela sul vostro viso. In commercio esiste anche quelle bianca che ha meno metalli, ma purifica allo stesso modo. Badate a non farne abuso, la maschera d’argilla e il sapone allo zolfo non vanno impiegati tutti i giorni. 

 

Se al contrario la pelle del vostro viso è molto secca scegliete il latte di mandorla ridonerà morbidezza, freschezza a lunga durata.

 

Qualche piccolo accorgimento può essere fatto anche per la cute e i capelli indeboliti, e sfibrati dal sole e dal mare. In questi casi l’olio d’oliva può correre in nostro aiuto un cucchiaio prima di ogni shampoo.

Se il vostro problema invece sono le gambe gonfie consigliati sono acqua fresca e pediluvi, brevi docce direzionando il getto nelle zone maggiormente interessate da gonfiore e pesantezza, in modo da stimolare la circolazione. All'acqua utilizzata per il pediluvio possono essere aggiunte erbe rinfrescanti, sia fresche che secche, come lavanda, menta, timo e rosmarino.

Si può certamente ricorrere ai massaggi per provare ad alleviare la sensazione di gonfiore alle gambe.  

Esistono infine anche tisane già pronte e confezionate rivolte a chi desidera avere gambe più leggere, sia nei casi di cattiva circolazione che ritenzione idrica, la cui assunzione dovrebbe comunque essere valutata con l'aiuto di un erborista. 

 

Potrebbe interessarti anche: Caviglie gonfie, ginocchia talloni e gomiti secchi, seno cadente e cellulite. Ecco che fare

 

Mini-guida per mantenere o far tornare i capelli realmente sani e belli!

 

Abbiamo gia visto quanto il sogno di ogni Donna sia di avere capelli perfetti in ogni occasione. Ecco perché è utile seguire questi 10 trucchi per capelli veramente sani e in forma. 

 

  1. Fare impacchi pre-shampoo almeno 1 volta a settimana con olii o burri vegetali, come l’olio di mandorle, l’olio di cocco, l’olio di ricino o il burro di karitè. Gli impacchi si dice sia meglio farli a capelli umidi perché in questo modo i capelli oltre che nutriti saranno anche idratati, ma io con il tempo ho capito che ogni capelli ha esigenze tutte sue, quindi provate e decidete in base all’effetto che ha sui vostri capelli un impacco da asciutti o da bagnati.
  2. Lavare i capelli il meno possibile. Appena vediamo i capelli che non stanno in piega come vorremmo e iniziano a sporcarsi li laviamo, proviamo invece a legarli o magari a lavare solo la parte davanti ed ad usare il phon per ravvivare la capigliatura.
  3. Preferiamo il look naturale! Ovvero usiamo il phon il meno possibile (quando e dove possibile ovviamente) e quando dobbiamo proprio usarlo proteggiamo i capelli con una crema idratante naturale come la Phyto9 e non usiamo mai il phon al massimo della temperatura, meglio una temperatura media. 
  4. Non pettinare i capelli da bagnati, ormai si sa i capelli da bagnati sono più deboli e fragili e si rischierebbe di spezzarli tutti, quando ovviamente si devono pettinare un minimo prima di asciugarli fatelo con un pettine a denti larghi in legno e delicatamente, per limitare i danni.
  5. Ovviamente no a piastre, ferri e brushing aggressivi. Inutile dire che sono i primi agenti che fanno spuntare le antiestetiche e fastidiose doppie punte (nel caso non possiamo fare a meno della piastra ecco un trattamento cheratinico specifico).
  6. No ai siliconi! Iniziate ad usare prodotti più “naturali” ed eliminate i siliconi che, per quanto decantati da parrucchieri e hair stylist famosi, soffocano e danneggiano i capelli, facendoli apparire solo in superficie più belli. Per iniziare potete provare con alcuni shampoo della Garnier della linea Ultradolce.
  7. Usare una maschera nutriente (sempre senza siliconi) due volte alla settimana ma utilizzando un accorgimento: tamponate i capelli, applicate la maschera e passate il phon caldo per 30 secondi. Il calore aiuterà tutti gli attivi a penetrare per bene nel capello.Consigli-capelli-sani
  8. Utilizzare il COW alternato ai lavaggi con normale shampoo, sia perché è più delicato come lavaggio sia perché lo scrub al cuoio capelluto effettuato dallo zucchero aggiunto al balsamo (preferibilmente Splend’or al Cocco) aiuta la circolazione del cuoio capelluto.
  9. Legare i capelli prima di andare a dormire, basta fare una coda alta e morbida per evitare i nodi al mattino e non stressare i capelli.
  10. Adottare piccoli accorgimenti quali: non usare laccetti per capelli con parti metalliche poiché strappano i capelli, non toccare troppo i capelli, non tenerli legati per troppo tempo o troppo stretti.

 

Ti interesserà pure: I rimedi per i capelli secchi e privi di tono