20 Mag

Capelli: il taglio giusto per ogni viso

Scritto da  |

 

Frangette, scalature, ciuffi e caschetti! Si sa che i capelli ed un relativo taglio riescono a valorizzare il tipo di viso che abbiamo. Possiamo camuffare piccoli difetti e accentuare i pregi.
Guardate il vostro riflesso allo specchio e scoprite la forma del vostro viso, in base a questo leggete i consigli per un taglio che possa valorizzarlo e quali sono quelli sconsigliati!

VISO OVALE – Ha una forma proporzionata ed armoniosa. La larghezza equivale alla metà della sua lunghezza. Questo tipo di viso è più ampio all’altezza degli zigomi rispetto all’attaccatura dei capelli e della mandibola. Non c’è un tipo di taglio migliore di un altro, chi possiede questa forma ha davvero l’imbarazzo della scelta. Sconsigliati: Il taglio molto corto perchè renderebbe il viso visivamente un po’ più largo e i tagli pesanti (capelli pari, lisci senza scalatura) rischierebbero di coprire i lineamenti.
VISO ROTONDO – Forma simile ad un cerchio, minuto con mento arrotondato. L’ideale è un taglio lungo, meglio se ondulato che visivamente potrebbe camuffare e raggiungere l’obiettivo di allungare il volto. Meglio se il volume non sia all’altezza degli zigomi, rischiate di risaltare troppo la rotondezza! Si ai tagli scalati, riga da una parte e ciuffi lunghi. No alle frangette pare e tagli troppo corti, pollice verso ai boccoli e ai ricci troppo voluminosi!
VISO QUADRATO / RETTANGOLARE – Composto da una fronte ampia (non sempre) e una mandibola pronunciata, è la variante “geometrica” del viso ovale. Se leggermente allungato con mento non tanto pronunciato è di forma rettangolare al quale è da evitare il taglio con volume sulla cute e preferibile il taglio medio. Sconsigliate le frange pare, la riga in mezzo e i ricci troppo folti. Si adatta meglio con le pettinature ondulate. Possibili i tagli corti senza però coprire il viso con troppi ciuffi.
VISO A CUORE – Zigomi più accentuati della mascella e mento a punta, caratteristiche principali di questa forma che talvolta ha un’attaccatura dei capelli alta o a punta. In questo caso la parte più pronunciata, quindi, è quella delle tempie e degli zigomi. No ai tagli troppo corti e con troppo volume alla radice! Se il mento è troppo aguzzo potete scegliere un taglio che dia volume all’altezza poco sopra le spalle. Lunghi fino al mento, meglio se ondulati e voluminosi.
VISO A DIAMANTE – Via di mezzo tra viso a cuore e ovale. Gli zigomi pronunciati, la fronte e il mento stretti. Con questo tipo di viso stanno bene molti tagli e pettinature. Per andare sul sicuro è meglio optare per tagli vaporosi e ondulati vicino la mascella non lasciandoli troppo mossi all’altezza della fronte e delle tempie. Pollice in su per la frangetta laterale.
VISO TRIANGOLARE – Il contrario del viso a cuore. In questo caso la forma accentuata è quella della mascella anziché tempie, fronte o zigomi. Niente tagli troppo lunghi e “geometrici” ad esempio lunghi e pari risaltano ancora di più la forma che magari vorresti addolcire. Indicati i capelli corti e voluminosi così da proporzionare le misure. Si alle forme scalate, ai capelli mossi e ai ricci ondulati. Ok alla frangia, meglio se voluminosa !

Non esiste il taglio perfetto, la maggior parte delle volte ne preferiamo uno nonostante non si adatti al nostro volto. L’importante è piacersi!

 

Ti interesserà pure: Le acconciature dell'Estate 2013

 

Letto 7084 volte Ultima modifica il Lunedì, 20 Maggio 2013 16:39
Vota questo articolo
(8 Voti)
Federica Pocaterra

"Ho il carattere tipo delle donne. Lo sono nella mia totalità: insieme alle debolezze alterno gli alti e bassi, dettati dalla lunatica predisposizione femminile! Le mie passioni sono pressoché quelle stereotipate di noi donne: shopping, scarpe, make-up, outfits, gossip, tendenze, cucina, cura della persona e tanto altro. Praticamente gli ingredienti di contorno della dieta della femminilità. 

Mi piace scoprire cose nuove, ed è per questo che i viaggi mi appassionano anche solo immaginarli. 

Adoro scrivere. Qualsiasi cosa - E come adolescente DOC tenevo dei diari, ancora ben custoditi nel cassetto, dove incameravo piano piano le passioni odierne. 

A scuola sono sempre stata la sarcastica di turno e a tal proposito, infatti, faccio uso spropositato di stupefacenti quali l’umorismo in pillole. Grandi dosi che però non provocano mai assuefazione. 

Mi definisco divertente; alla mano; solare e un buono scrigno di consigli di qualsiasi genere!

Cerco nelle persone e nelle esperienze di tutti i giorni le schegge mancanti del mio bicchiere, scagliato per terra dalla mia totale mancanza di pazienza nel capire se era mezzo vuoto o mezzo pieno… Sintomatica reazione a un carattere lunatico di una donna!

In generale sono prima di tutto questo: una donna. Il che contiene di per sé tante mille sfaccettature "