Premettendo che esiste sempre la cosiddetta "eccezione che conferma la regola", in genere gli uomini , quando si tratta di porre fine ad una relazione, preferiscono essere lasciati anzichè lasciare la propria partner. In questi casi mettono in atto, a volte (forse) inconsapevolmente, dei veri e propri stratagemmi affinché la donna esasperata da i suoi attegiamenti ipercritici, ipermaleducati, di negligenza, poi lo lasci. I motivi che spingono il genere maschile a comportarsi così sono molteplici, ecco quali sono.

Cari lettori e lettrici, si sa, l'uomo e la donna si attraggono fin dalla notte dei tempi, ma che succede se l'incontro fatale avviene tra un capoufficio e la sua diretta dipendente? Ecco allora come sguardi, sorrisi, sfioramenti, ammiccamenti possono diventare compromettenti, imbarazzanti, quando a esserne protagonisti sono un superiore e il suo subordinato, il capo e la sua impiegata , il pensiero di quello che potrebbe essere, accadere, se solo … inibizione e istinto sul ring della ragione.

L'amore non è bello se non è litigarello. Così si dice, almeno. Certo è che se qualche "scossa" può dare nuova verve ad una storia d'amore navigata o meno, è anche vero che alcune cose sono segnali inequivocabili che forse è meglio decidere di porre fine alla nostra storia d'amore. Scopriamo insieme quali essi possono essere.

Dopo il fenomeno delle MILF (acronimo inglese che sta per Mother I'd Like to Fuck) un recente sondaggio condotto da AshleyMadison.com svela l'identikit dell'uomo più ambito dalle donne.
A quanto pare ancora una volta vince il fascino apparentemente inspiegabile dell'età. Infatti si può evincere da questi dati che la tipologia in questione è quella del sexy papà, o DILF (a sua volta acronimo di Daddy I'd Like to Fuck).

Al giorno d'oggi molte donne perdono tempo a sognare un cavaliere romantico. Spesso, però, non ci rendiamo conto che anche i cavalieri sono semplici uomini, caratterizzati da vantaggi e svantaggi. Ci sono, infatti, delle abitudini prettamente maschili che infastidiscono, e non poco, le esponenti del gentil sesso. Scopriamo quali sono.