Daniela Caruso

Daniela Caruso

Sono laureata in Culture Digitali e della Comunicazione (triennale) e Comunicazione pubblica, sociale e politica (magistrale). Sono appassionata di manga, tecnologia e make-up. Canto da quando avevo 6 anni e amo particolarmente il genere goth-metal. 

Attualmente coordino il progetto LeiDonnaweb e mi occupo della gestione dei social media del sito.

I miei contatti social:

Facebook: FaceIcon

Twitter: twitter

Google+: googleplus

LinkedIn: linkedinicon

Pinterest: pinterest-icon-20

 

Instagram:  second shot 1x

 

yumetwins

Manca veramente poco al Natale. Sicuramente, in molti non sanno cosa mettere sotto l'albero. In fondo, i regali ogni anno sono sempre gli stessi: make-up, pantofole, sciarpe, scarpe, abbigliamento e così via. Che ne direste, invece, di optare per un regalo unico, originale, prettamente pensato per la persona al quale lo donerete? Se scegliete di voler stupire i vostri amici e familiari, allora vi consigliamo un sito che può fare al caso vostro. Parliamo di 12 print, un sito che ci pemette di creare qualsiasi gadget e di personalizzarlo in maniera semplice e particolare. 

banner natale

 

Potremo, infatti, creare fotolibri, stampare foto, calendari, album, stampe extra e personalizzare tazze, magliette, cornici, plaid e i tipici accessori dedicati alla natività. Bando alle ciance: vediamo come funziona questo fantastico sito. Dopo aver creato un account su www.12print.it, scegliamo il gadget o il lavoro che vogliamo effettuare. Nel mio caso, ho scelto di personalizzare una cover per iPhone 4 con una foto che ritrae il signor Baffino e la sua padroncina (due personaggi estratti dal film di animazione "Frankenweenie" di Tim Burton:

 

screen-realizzazione-cover

 

 

Dopo aver scelto modello di smartphone in mio possesso, ho terminato scegliendo il colore della cover, ho inserito nel carrello e ho concluso l'ordine che è arrivato a destinazione in due giorni lavorativi, ben impacchettato e perfetto. Ecco il risultato del gadget che ho personalizzato:

12print-pacco

 

Questo è il retro della cover che ho utilizzato per il mio iPhone:

 

20131213 144819

 

Nella foto sottostante, ho montato la cover sullo smartphone:

 

20131213 144942

 

[Foto: Daniela Caruso]

 

 

 

Se l'handmade è la vostra passione, certamente non potrà passarvi in osservato un nome che si sta facendo strada in questo particolare campo artistico: parliamo della "neonata" Arcoiris Handmade. Dietro questo progetto, c'è una ragazza talentuosa, simpatica di nome Roberta che ha una grande passione: creare oggetti unici e particolari, utolizzando diversi materiali dai colori più svariati. 

 

Dividendosi tra famiglia e il suo più grande hobby, questa ragazza non smette mai di incrementare la sua formazione artistica, in totale autonomia: dopo aver conseguito un diploma professionale da tatuatrice, il suo obiettivo principale sarebbe quello di aprire uno studio di tattoo e, di conseguenza, un laboratorio artistico a 360 gradi. Ciò è spiegato dal fatto che questa artista è anche una pittrice e ritrattista, che ama utilizzare, per i suoi dipinti, diverse tecniche e svariati supporti: dalle tele ai tavolini, fino poi a passare alle tegole e alle sagome di legno intagliate (rigorosamnte realizzate a mano al traforo). Ogni materiale, però, è buono per sbizzarrirsi e creare cose fatte a mano uniche e personalizzate. 

 

Inoltre, grazie alla sua grande passione per il cucito, Roberta realizza anche regalini con panno lenci e stoffe di riciclo, con i quali crea personaggi e decorazioni per album fotografici, idee ottime soprattutto per il Natale che si appresta ad arrivare. Questa eclettica ragazza, poi, si diletta anche con il country painting, riciclando e decorando mobili. Arcoiris Handmade, dunque, si presenta come una vetrina virtuale nel quale raccoglie suggerimenti e spunti che amici e appassionati di oggetti creati a mano possono darle per dare vita a creazioni sempre diverse e adatte al singolo richiedente. 

 

Se intendete regalare un oggetto fatto col cuore e speciale, potete contattare Roberta mediante la sua pagina Facebook, cliccando QUI

 

 

 

 

Si è spento Nelson Mandela, politico sudafricano, primo presidente a essere eletto dopo la fine dell'Apartheid nel suo Paese e premio Nobel per la pace nel 1993. È stato per anni il leader del movimento anti-apartheid, esercitando un ruolo determinante e incisivo nella caduta del regime. Per aver combattuto ardentemente a favore del suo popolo, Mandela trascorse molti anni in carcere, dal quale, però, non ha mai smesso di portare avanti la sua causa e il suo attivismo anti-segregazionista. 

 

Fu eletto presidente del Sudafrica nel 1994, nelle prime elezioni multirazziali de: appena un anno prima, fu insignito de Premio Nobel per la Pace. È rimasto in carica fino al 1999. Il suo partito, l'African National Congress, è rimasto da allora ininterrottamente al governo del paese. 

 

Oggi, 25 novembre, si svolge la Giornata mondiale Onu contro la violenza sulle donne. In varie parti del mondo, sono state organizzate diverse iniziative. A Roma, ad esempio, un flash mob della CGIL. Perché c'è la necessità di mettere in atto una giornata che sensibilizzi le popolazioni su questo delicato tema? Semplice: più del 70% delle donne del globo, infatti, ha subito violenza, almeno una volta nel corso della propria esistenza. In Italia, dall'inizio del 2013, si contano già 128 vittime di quello che è stato definito "femminicidio". 

 

A ricordare questi dati allarmanti e preoccupanti, il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki-moon. La violenza sulle donne smuove le coscienze e mette in moto dei meccanismi di ribellione e di richiesta di aiuto dalle istituzioni che, qualche passo in avanti, lo stanno compiendo. Bisogna difendere le donne, soprattutto dal punto di vista legislativo e stabilire pene severe e incisive per chi si macchia di crimini che vanno a ledere la donna, dal punto di vista psicologico e morale, soprattutto quando è fortunata e riesce ad uscire da un circolo vizioso alla cui base c'è l'amore che si prova per un uomo che non la vede come un semplice oggetto fra le sue manu, una bambola alla quale può anche togliere la vita, se lo ritiene giusto.

 

Laura Boldrini, presidente della Camera, ha espresso le seguenti parole a riguardo: "Dobbiamo porre l'attenzione su un fenomeno terrificante, ancora in aumento, che si può contrastare con la prevenzione, ma servono risorse adeguate". In attesa delle risorse, però, il Ministero della Salute sta lavorando a un progetto per un percorso nei Pronto Soccorso riservato alle vittime di violenza, con un luogo dedicato all'accoglienza, nel quale le donne abusate e oltraggiate potranno trovare un riparo e aiuto concreto.