12 Ott

Steve Hackett tour in Italia: ecco le date dei concerti

Scritto da  |

I fans di Steve Hackett hanno accolto la notizia con grande soddisfazione e non poteva essere differentemente: il talentuoso chitarrista britannico il prossimo anno suonerà nel nostro paese dal vivo nell'ambito del suo Genesis Revisited Tour 2019 - Selling England By The Pound The Entire Album Plus Spectral Mornings 40° Anniversary. L'ex membro dei Genesis, una delle band di progressive rock più amate e più celebri del mondo, sarà il prossimo 29 aprile a Roma (Teatro Brancaccio), il 30 aprile a Bologna (EuropAuditorium), il 2 maggio a Torino (Teatro Colosseo) e il 3 maggio a Bergamo (Teatro Creberg).

Nel corso dei concerti, prodotti da Musical Box 2.0 Promotiom e Ventidieci, Steve rivisiterà il repertorio della band inglese e per la prima volta eseguità live per intero l'album Selling England By The Pound, uno dei più venduti ed apprezzati nella carriera dei Genesis. Ma non basta. Hackett, che con questa tournèe toccherà ben 17 paesi in 31 date, proporrà anche Spectral Mornings, il suo album solista che compie quaranta anni dalla sua data di pubblicazione.

«Sono entusiasta di presentare per intero quello che è il mio preferito tra tutti gli album dei Genesis, Selling England by the Pound», ha spiegato Steve Hackett parlando della sua tournèe. «Quando uscì, nel 1973, catturò subito l'attenzione di John Lennon. In quel momento ho sentito che stavo suonando la chitarra nella migliore band al mondo e che si stavano aprendo le porte per noi. Sono, inoltre, felice di poter suonare brani tratti da Spectral Mornings, che festeggia il suo 40°, di presentare qualche assaggio del nuovo album ed alcune tra le gemme dell’indimenticabile repertorio dei Genesis…sarà un concerto fantastico!».

Di sicuro, negli anni Steve non ha fatto che crescere notevolmente come musicista e come compositore, affermandosi come uno dei chitarristi più bravi e più ammirati in circolazione. Note anche le sue tante e riuscite collaborazioni, tra le quali si annoverano quella con Chris Squire, l'indimenticato bassista degli Yes, per il progetto Squackett e quella con l'ex chitarrista dei Genesis e membro fondatore della band Anthony Phillips.

Le date italiane rappresentano una grande occasione per risentire dal vivo anche alcuni dei “classici” più conosciuti e celebrati del repertorio dei Genesis, eseguiti da Steve con il supporto di una band di tutto rispetto, composta alle tastiere da  Roger King (Gary Moore, The Mute Gods), alla batteria, percussioni e voce Gary O'Toole (Kylie Minogue, Chrissie Hynde); al sax, flauto e percussioni Rob Townsend (Bill Bruford), al basso e chitarra Jonas Reingold (The Flower Kings),  alla voce Nad Sylvan (Agents of Mercy).

In attesa che il musicista, il cui album più recente, The Night Siren, uscito nel 2017 ha riscosso grandi consensi, si ripresenti con un disco solista di inediti. Ma prima di tutto adesso Steve deve compiere la sua missione in tour, ovvero entusiasmare il pubblico e farsi applaudire!

 

Letto 218 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Susanna Marinelli

Giornalista pubblicista, iscritta all'ordine dei Giornalisti del Lazio e Molise dal 1989, nata e residente a Roma, inizia la propria attività sulla carta stampata collaborando con riviste musicali per teenagers di ampia diffusione come Cioè, Debby, Mattissimo quindi con il settimanale Magazine per il quale, insieme a sua sorella Patrizia, anche lei giornalista, cura la rubrica La Posta di Susy e Patty.

Appare come ospite in qualità di opinionista tra le altre nella trasmissione televisiva di RaiDue Mio Capitano e nella trasmissione radiofonica di Radio2Rai Radio2Time. Realizza servizi musicali in qualità di corrspondente in Inghilterra e Stati Uniti per il mensile tecnico Digital Audio Club. In tempi recenti inizia ad occuparsi di cinema, televisione, moda e bellezza collaborando con svariate riviste, alcune molto note del settore, quali Vip, Eva Tremila, la Rivista Ufficiale del Grande Fratello, i settimanali Adesso e Ora per i quali realizza servizi, inchieste, recensioni teatrali e cinematografiche ed interviste ai principali personaggi dello show business. Contemporaneamente continua a scrivere di musica e televisione sui mensili Ragazza Moderna e Top Girl. Parla fluentemente la lingua inglese.