13 Ott

Happy birthday Gruffalò, il mostro compie 15 anni

Scritto da  |

Sono passati ben quindici anni da quando il Gruffalò - quel mostro con occhi arancioni, la lingua molliccia e aculei violacei sulla pelliccia - ha fatto la sua prima comparsa tra gli scaffali delle librerie. Nato dall’immensa fantasia della sua creatrice, Julia Donaldson, e dalla a dir poco creativa matita di Axel Scheffler, il mostro che ha zanne tremende, artigli affilati conquista subito grandi e piccini. Proprio per questo, il Gruffalò non poteva non meritarsi un degno regalo di compleanno, concepito dalla Emme Edizioni (parte, insieme ad Einaudi Ragazzi, del gruppo Edizioni EL) con un’edizione speciale intitolata proprio Il Gruffalò e contenente - oltre alle due storie che lo vedono protagonista - i commenti dell’autrice e dell’illustratore riguardo alla nascita del personaggio, così come i primi bozzetti da cui ha preso mostruosa e simpaticissima forma.

 

 

Il libro, con la sua rilegatura cartonata e i suoi coloratissimi personaggi e ambientazioni, è disponibile nelle librerie italiane a partire da luglio del 2013 al prezzo di 15,90 euro. Attraverso i due racconti piacevolmente rimati conosciamo così il Gruffalò, personaggio che nonostante la sua bruttezza – dopotutto un mostro può mai essere grazioso? – non può non strappare larghi sorrisi. È un allegro topolino a presentarcelo, cosa che succede nel primo racconto A spasso col mostro (1999) in cui il piccolo roditore inventa un mostro chiamato Gruffalò - apparentemente suo amico - di cui descrive le tremende fattezze sperando, in un tentativo ben riuscito, di sfuggire alle affamate intenzioni di una volpe, un serpente e un gufo. Da lì a scoprire che il mostro esiste davvero il passo è breve, ma a voi lettori il piacevole compito di scoprire come.

 

Nel secondo racconto Gruffalò e la sua piccolina (2004), il tempo trascorso regala alla storia un nuovo piccolo personaggio - di cui il Gruffalò è padre - che, dotato di una curiosità tipica dei piccoli, vorrebbe andare alla ricerca di quel grande, terribile topo che anima i racconti del genitore. Quello che è un protettivo tentativo di far desistere il cucciolo dall’esplorare la buia e innevata foresta, si sviluppa in un racconto pieno di dolci e simpatici eventi che vedono il rientro in scena dei personaggi del primo, anche questa volta con una buona dose di morale.

 

Insomma, una cosa è certa, il momento della favola non sarà più una richiesta espressa solo dai più piccoli, ma diventerà anche per gli adulti un’appassionante riscoperta di quel mondo fantastico dove non esiste età. Il Gruffalò possiede un suo sito web ufficiale (www.gruffalo.com) e un secondo dedicato al suo merchandising (www.gruffaloshop.com). È stato protagonista di rappresentazioni teatrali, animazioni digitali, e – più recentemente – di un film d’animazione tradotto anche in italiano e trasmesso in due episodi da Rai YoYo.

 

Letto 3513 volte Ultima modifica il Domenica, 13 Ottobre 2013 12:08
Vota questo articolo
(0 Voti)