11 Set

La bottega dei desideri di Karen Weinreb, la recensione

Scritto da  |

Mi sono imbattuta in questo libro per caso, mi ha attirato per il titolo e per la bellissima illustrazione in fronte. Sono una frequentatrice assidua di bancarelle di libri usati e appena i miei occhi sono caduti su questa brossura è scattato qualcosa.

 

Non bisognerebbe mai giudicare un libro dalla copertina, si sa, ma devo dire che ho avuto fortuna. Il libro del quale sto parlando è La bottega dei desideri di Karen Weinreb. Il romanzo ruota attorno al personaggio di Nora e al suo riscatto personale dopo l’incarcerazione del marito. In quanto mamma single di una piccola città della provincia americana popolata da famiglie benestanti (e infelici) non avrà per niente vita facile, ma affidandosi ad amici fidati (e inaspettati) scoprirà la passione per la cucina del quale farà la sua professione. Questo romanzo nasce da quello che possiamo chiamare il filone post-crisi economica del 2009, concentrandosi sui problemi che una famiglia americana deve affrontare quando da un giorno all’altro si ritrova sul lastrico.

 

Il riscatto però, come ci insegna la protagonista di questo romanzo, è alla portata di tutti. Si tratta di una storia parecchio romanzata e “addolcita” nei punti giusti, ma rimane comunque un romanzo accattivante che si legge con piacevole. La scrittura è fluida, ma secondo me l’autrice spesso eccede in descrizioni troppo prolisse. Con le sue 350 pagine è il romanzo perfetto per i mangiatori seriali di libri, ancor più se amanti della cucina. La storia non eccelle per fantasia eppure mi piace molto.

 

Il coraggio di ammettere i propri errori e di ricominciare reinventando la propria vita rappresentano un insegnamento sempre valido, anche se a molti appare banale. La bottega dei desideri (edito da Garzanti e ora in saldo su IBS!) contiene insegnamenti importanti e a volte sottovalutati, come il saper dare il giusto valore alle cose, curandosi delle relazioni con le persone che amiamo e rimanendo con i piedi ben piantati per terra: i soldi (sebbene aiutino) non comprano la felicità.

 

Letto 981 volte
Vota questo articolo
(7 Voti)
Daniela Povigna

Laureata in lingue e letterature moderne all'Università di Genova amo follemente la lettura. Nel tempo libero viaggio (troppo poco), coltivo piante (con poco successo) e preparo dolci e torte (con molto più successo!). Sono curiosa di tutto e mi annoio del niente. Ho molto a cuore le tematiche ambientali e un quaderno pieno di sogni da realizzare. 

 

SOCIAL:

 

Instragram: daniela.povi

Twitter: @993Danidani