06 Set

Gli uomini vengono da marte o da venere?

Scritto da  Valentina Chirilli

L’idea di “anima gemella” risale al mito greco degli ermafroditi, riportato nel Simposio di Platone. Questo mito narra che, all’origine dei tempi, gli esseri umani non erano suddivisi per genere, e ciascuno di essi aveva quattro braccia, quattro gambe e due teste.

Per gelosia nei confronti della perfezione umana, gli dei separarono l'uomo in due parti con un fulmine, creando da ogni essere umano primordiale un uomo e una donna. Come conseguenza, ogni essere umano cerca di ritrovare la propria iniziale completezza cercando la propria metà perduta.

Nella letteratura si parla spesso di anime gemelle e si immaginano come esempi di amore perfetto.

È vero, in alcuni casi può essere così ma nella realtà è più probabile che un incontro con un’anima gemella sia una sfida difficile e faticosa, non una meravigliosa passeggiata, mano nella mano, sul sentiero della vita.

È possibile passare tutta la vita con una persona? Perché oggi è diventato così difficile? Perché uomini e donne a volte faticano a comunicare e ad accettare le reciproche differenze?

Con la parabola dei marziani e delle vesuviane, John Gray, psicosessuologo ed esperto di comunicazione, terapeuta della famiglia e della coppia, vuole dirci che gli uomini e le donne pensano diversamente, vivono diversamente e soprattutto parlano lingue differenti.

 

 

John Gray scrive: “Immaginate che gli uomini vengano da Marte e le donne da Venere. Un giorno di molto tempo fa, guardando nei loro telescopi, i marziani scoprirono le venusiane. Questo bastò a risvegliare in loro sentimenti fino a quel momento sconosciuti. S’innamorarono e in tutta fretta inventarono i viaggi spaziali, raggiungendo Venere. Le venusiane raccolsero i marziani a braccia aperte e i loro cuori si aprirono ad un amore mai provato prima".

L’amore tra le venusiane ed i marziani aveva una qualità magica. Provavano grande piacere nello stare insieme, nel fare le cose insieme, nel dividere tutto. Sebbene originari di mondi diversi, apprezzavano le reciproche differenze. […]

Poi decisero di raggiungere la Terra. All’inizio tutto era bellissimo. Ma poi gli effetti dell’atmosfera terrestre cominciarono a farsi sentire e una mattina al risveglio tutti si scoprirono affetti da un particolare tipo di amnesia…

Sia i marziani sia le venusiane dimenticarono di provenire da mondi diversi e di essere quindi per forza differenti. […] E da quel giorno, uomini e donne sono vissuti in conflitto”.

 

Ignorando le differenze che esistono tra loro, uomini e donne sono destinati a vivere in “trincea”, a parare i colpi che provengono dall’altro sesso e a rispondere al fuoco. Rabbia e la frustrazione crescono perché ci aspettiamo che i rappresentanti del sesso opposto siano simili a noi: comportamenti simili assumono per gli uni e per le altre significati opposti.

Agli uomini piace, ad esempio, essere considerati abili ed esperti, ma spesso hanno bisogno di solitudine; mentre le donne vogliono sentirsi amate, adorano i superlativi e desiderano condividere le proprie emozioni con gli altri...

Ma allora comunicare è impossibile? Volete la verità? E’ difficile, molto difficile, ma non impossibile... Capirsi può diventare quasi un gioco nel momento in cui si è coscienti delle diversità tra uomo e donna.

 

Settimana dopo settimana esamineremo le differenze esistenti tra i sessi, i valori maschili e femminili, come uomini e donne reagiscono allo stress, impareremo a motivare l’altro sesso, apprenderemo come uomini e donne vivono in modo diverso l’intimità, come evitare le discussioni dolorose.

 

Care lettrici, ricordate che se l’amore è profondo non potrà che trionfare. Se abbiamo al nostro fianco l’anima gemella non diamoci per vinte, impegniamoci ogni giorno, dando il buon esempio ai nostri uomini.

Donne, raccontateci le vostre storie, abbiamo bisogno di voi!!

Scopri i segreti per non litigare

 

Letto 2246 volte Ultima modifica il Lunedì, 04 Marzo 2013 12:57
Vota questo articolo
(1 Vota)