30 Dic

Fiori in Rapsodie, intervista all'autrice Elisabetta Pedata Grassia

Scritto da  |

Oggi vi proponiamo un'intervista a una giovane scrittrice, Elisabetta Pedata Grassia, autrice del libro "Fiori in Rapsodie". 

 

Chi è Elisabetta? Raccontaci un po' di te e del tuo  approccio al mondo della scrittura

Sono una studentessa di lettere moderne con un'anima in continuo cambiamento e rinnovamento. Amo la ricerca, la meraviglia e tutto ciò che riguarda la natura. E la scrittura è una diretta conseguenza di questo divenire. Scrivere per me è fondamentale come respirare, è un modo per irrompere e comunicare all'altro uno stralcio del mio mondo. 

 

Quando hai iniziato a scrivere?

 

Ho cominciato da bambina, inventavo filastrocche e favole sotto lo stimolo di mia madre che amava leggere i libri più svariati. 

 

Arriviamo a Fiori in Rapsodie. Come è nata la raccolta? 

 

La raccolta di poesie e racconti è nata dopo una fase di profondo "ascolto", come piace definirla. Ho incontrato anime straordinarie che inconsapevolmente hanno messo a posto il puzzle scomposto della mia vita, dai bambini con alle spalle storie difficili ai barboni, zingari che mi hanno raccontato le loro vite. Alla fine mi sono resa conto di essere un tramite: dovevo solo trascrivere e dare armonia al caos. Aphorism e Lettere Animate, poi mi hanno offerto la possibilità di pubblicare il mio libro per la collana dei "Destrieri" e ho colto al volo questa grande opportunità.

 

Da dove nasce il titolo "Fiori in Rapsodie"?

Ho immaginato una metafora sinestetica: un accostamento di figure sensoriali differenti nate dall'amore che ho per la rinascita della natura dopo la tempesta,  in un ritmo musicale che possa creare empatia con il lettore. 

 

Dove è possibile acquistare il libro?

Il libro è disponibile online su Lettereanimate.com, Amazon.it, Ibs.it e in altre negozi online, nonché ordinabile in tutte le librerie.

 

Per concludere, cosa diresti a chi legge?

Direi di non smettere di cercarsi. Di cercare la propria voce lontano dalle sovrastrutture. Di essere libero/libera di nuotare controcorrente e di non aver paura nel lasciare andare la propria maschera. 

 

SEGUI LA SCRITTRICE SULLA PAGINA FACEBOOK --> FIORI IN RAPSODIE

 

Letto 2697 volte
Vota questo articolo
(3 Voti)
Daniela Caruso

Sono laureata in Culture Digitali e della Comunicazione (triennale) e Comunicazione pubblica, sociale e politica (magistrale). Sono appassionata di manga, tecnologia e make-up. Canto da quando avevo 6 anni e amo particolarmente il genere goth-metal. 

Attualmente coordino il progetto LeiDonnaweb e mi occupo della gestione dei social media del sito.

I miei contatti social:

Facebook: FaceIcon

Twitter: twitter

Google+: googleplus

LinkedIn: linkedinicon

Pinterest: pinterest-icon-20

 

Instagram:  second shot 1x

 

yumetwins