11 Nov

Un libro fantastico! La recensione

Scritto da  |

«Ci sono al mondo alcuni luoghi in cui la gente, sai, non sogna». Così comincia questo piccolo libro, edito nel 2013 da Salani Editore e in origine scritto da Dallas Clayton per suo figlio, perchè ricordasse di non smettere mai di sognare. Ma come a volte per fortuna succede, questo dolce racconto è poi diventato qualcosa di più, ed è stato tradotto in 22 paesi, trasformandosi in uno di quei regali inaspettati che sembrano fatti apposta per ricordarci che i sogni, quelli veri, possono diventare realtà. Sono i sogni belli, dal brillante potere, quelli che lasciano a bocca aperta, primo tra tutti - è il caso di dirlo - lo stesso autore che, come in una favola, si è trasformato nel destinatario di un regalo pensato per altri, quando le parole, inizialmente scritte quasi per gioco, hanno poi liberato il la loro energia per creare quello che loro stesse stavano componendo per mano dell’autore. Una specie di racconto nel racconto.

 

Insomma, "UN LIBRO FANTASTICO!" è una vera e propria poesia sui sogni e il potere del sognare. Sui sogni che non si fanno e quelli che si potrebbero fare. Sui sogni semplici e i sogni complicati, ad ognuno il suo. Ma non è solo questo, perchè è anche un grande insegnamento, per grandi e per piccini: può aiutare i piccoli a crescere con la fiducia nei propri desideri e i grandi a ricordare di crederci un po’ di più. Una lettura dalle parole semplici, dirette, di quelle giuste che esprimono le cose importanti, e che non potrebbero avere altro suono, forma o colore. Per cui ricordiamoci di sognare, e facciamolo senza trattenerci. Sogniamo qualcosa di grande e gni volta più grande, che sia colorato, ruggente, che urli e canti; liberiamo i nostri sogni e impariamo da loro. Perchè non c’è età per smettere di sognare, e per creare il mondo che più desideriamo.

 

Letto 3346 volte Ultima modifica il Lunedì, 11 Novembre 2013 10:46
Vota questo articolo
(4 Voti)