Alfredo un giorno incontra un alce e decide di farne il suo amico speciale. Così gli dà un nome – Marcello – (con tanto di etichetta di riconoscimento appesa alle corna) e comincia a seguirlo ovunque, elencandogli le regole da rispettare per diventare un provetto animale da compagnia. Istruire Marcello è però ben difficile, soprattutto perchè l’alce non sembra molto convinto di voler seguire gli insegnamenti del bambino. Per di più, Alfredo si rende conto con grande disappunto che qualcun altro pensa di essere il propretario dell’animale, scoperta a dir poco terribile che il bambino fa quando incontra una vecchietta che non solo chiama Marcello a sè con il nome di Rodrigo, ma che lo conquista con mele succose distogliendolo dai faticosi tentativi di Alfredo di dimostrare il possesso dell’indifferente e goloso animale.

 

 

È proprio dopo questa deludente scoperta che Alfredo rimane bloccato nella foresta di notte, obbligato ad affrontare tutti quei mostri che animano le sue più oscure paure e che prendono forma dal bosco frondoso. Quando, dopo ore di riflessiva solitudine, capisce che forse non sarà mai davvero proprietario dell’alce, Marcello arriva a metterlo in salvo, riconquistando la simpatia e la fiducia del suo piccolo amico.

 

In un incantato paesaggio montano in cui si muovono i divertenti personaggi disegnati con pochi ed elementari tratti che rendono la loro ironia ancor più esilarante e la loro dolcezza ancor più vera, Oliver Jeffers, autore ed illustratore di questa simpatica storia pubblicata in Italia nel 2013 da Zoolibri, ci presenta l’incontro di due mondi: quello umano e quello animale, affrontando tematiche che sarebbero in qualsiasi “manuale del bravo bambino” alle prime prese con il mondo e la vita: il rispetto per gli altri, il confronto con le proprie paure, la scoperta del mondo reale. Tutti insegnamenti che portano Alfredo ad accettare l’alce per quello che è, senza però per questo smettere di sperare che Marcello segua le sue strambe e dettagliate istruzioni. Quello che cambia è che ora il bambino lo fa senza spazientirsi troppo, anche se il grosso animale preferisce fermarsi a sgranocchiare qualche mela succulenta o trotterellare libero e spensierato nella foresta tra alberi e laghetti.

 

Si sa, a noi abitanti di Venere capita spesso di sentirci schiacciate dagli impegni quotidiani, alzarci la mattina già stanche e stressate o arrivare a fine giornata avendo fatto mille cose, ma con la sensazione di non aver concluso nulla. O peggio…sentirci frustrate perché non riusciamo a passare abbastanza tempo con la famiglia (e lì attenzione al senso di colpa, che è sempre dietro l’angolo, specie se abbiamo figli piccoli). A quante di noi succede di pensare che, prese dal tran tran di tutti i giorni, stiamo perdendo occasioni importanti per la nostra vita o di sentirci arrabbiate perché non riusciamo mai a fare le cose che ci piacciono e ci fanno star bene. Ebbene, pare che il problema di fondo stia nel modo in cui organizziamo le nostre giornate…o meglio, di come loro organizzano noi! Il tema della gestione del tempo viene affrontato spesso e da fonti diverse, ma la maggior parte delle volte si propongono soluzioni che vedono il mondo da una prospettiva prettamente maschile, che non include cioè le difficoltà di dover conciliare gli impegni lavorativi con la gestione di una casa e la cura della famiglia (e ogni tanto anche di un po’ di tempo libero e di riposo!).

 

Da questo intento è nato l’ebook La Gestione del Tempo per la Donna impegnata”, la cui autrice, Eleonora Mauri, ci ha spiegato l’idea di fondo e il metodo utilizzato. Che cos'è “La Gestione del Tempo per la Donna impegnata”? Lo definirei un ebook che affronta un tema cruciale da una prospettiva diversa. Cruciale perché si parla della gestione del tempo, ed essendo il tempo alla base delle nostre giornate, è un po’ come parlare di come gestiamo la nostra stessa VITA, mica cosa da poco! La prospettiva diversa è data dal fatto che affrontiamo questo argomento solo ed esclusivamente con gli occhi delle donne di oggi: donne impegnate ad essere madri, mogli, compagne, lavoratrici e casalighe…contemporaneamente. Come viene affrontato l’argomento? Dato che nel 99% dei casi, l’ebook verrà scelto da donne molto impegnate e con poco tempo, ho voluto dare al tutto un taglio molto pratico e diretto. Consigli utili nati dall’esperienza di tutti i giorni, trucchetti e idee per risparmiare tempo e gestire al meglio le giornate, indicazioni per trovare il modo di non rinunciare a sé stesse e ai propri desideri, finendo schiave della routine. Ma può funzionare davvero per ogni donna?

 

Tutto quello che si trova nell’ebook è frutto di un’esperienza diretta, mia e di altre donne, per cui non sono teorie “campate per aria”. Questo da’ già una garanzia di concretezza e utilità. Anche il metodo utilizzato è strutturato in modo tale da guidarci nei passi da fare per impostare il cambiamento:

 

1. analizzeremo la nostra situazione di partenza, cioè come gestiamo le nostre giornate ora. Nessun metodo di gestione del tempo potrà mai essere efficace se non si parte da questo fondamentale passo;

2. impareremo a cambiare questa condizione e diventare finalmente le padrone incontrastate del nostro tempo;

3. scopriremo le nostre motivazioni profonde. Rifletteremo su cosa è davvero importante per noi nella vita, cosa guida le nostre scelte, quali sono gli obiettivi che vogliamo raggiungere;

4. analizzeremo le nostre abitudini errate, più o meno “consce”. Scopriremo infatti che ci sono meccanismi automatici dentro ognuna di noi, che funzionano anche senza il nostro controllo, ma che spesso non fanno il nostro bene. Vedremo quanto ci costa continuare a seguirli;

5. individueremo gli ostacoli alla gestione del nostro tempo e impareremo a eliminarli. Esistono dei vampiri (ben camuffati!) che s’insinuano nelle nostre giornate e succhiano il nostro tempo senza che neanche ce ne accorgiamo;

6. impareremo a dedicare del tempo a noi stesse. Chi l’ha detto che bisogna sempre pensare al dovere? C’è il modo per fare tutto e avere anche del tempo per noi. Inoltre, vedremo l’importanza di premiarci per i traguardi e i successi ottenuti.

 

Perché questo argomento ti tocca tanto? Perché ci sono passata anch’io: gestire una casa, un lavoro, lo studio, la famiglia, i mille impegni di tutti i giorni, con un orologio impietoso che mi ricordava continuamente che non avevo tempo! Questa situazione, alla lunga, mi ha portato a diventare sempre più STANCA E STRESSATA, schiava delle cose da fare. Tutte le problematiche che affronto ne “La Gestione del Tempo per la Donna impegnata” le ho vissute sulla mia pelle, e sono tutte cose alle quali ho deciso di dire basta. E voglio condividere con le altre donne che vivono la stessa situazione le mie strategie per evitare che debbano fare gli stessi errori, per uscire da questo tunnel in modo rapido e indolore. Ricordo di aver letto una volta un proverbio illuminante: “Cerca di imparare il più possibile dalle esperienze degli altri, perché la tua vita è troppo breve per fare esperienza di tutto”. Ed è proprio sulla base di questo concetto che ho deciso di prendere la mia esperienza e condividerla con le donne che vivono le mie stesse sfide.

 

Cosa troveremo dentro all’ebook? “La Gestione del Tempo per la Donna impegnata” è strutturato in:

 

- 1 EBOOK in formato pdf, che possiamo consultare su computer o tablet, oppure stampare su carta;

- 4 SCHEDE pratiche di ESERCIZI, che ci guideranno nel disegnare il percorso da seguire;

- 4 MAPPE MENTALI, grazie alle quali metteremo a fuoco i concetti principali dell’ebook, per ricordarli sempre e non perdere la giusta direzione.

 

Il materiale si scarica direttamente sul computer per consultarlo come e quando vogliamo. In poche battute, che tipo di risultati da’ questo metodo? Uno. Riuscire a fare ciò che ci prefiggiamo e (incredibile, ma vero!) farlo anche meglio, senza più lasciare le cose a metà; Due. Trovare un miglior equilibrio tra lavoro, casa, famiglia e…tempo da dedicare a noi stesse (fondamentale per la nostra salute); tre: avere tempo e risorse mentali per pensare al nostro futuro, ai nostri obiettivi (sia che abbiamo 30, 40, 50 o 60 anni..abbiamo comunque un futuro da costruire e ancora degli obiettivi che possiamo raggiungere). La vita può essere sempre migliorata! Quattro: ritrovare salute, serenità, tranquillità. E vedere finalmente quelle giornate cariche di stress come un ricordo lontano. Cinque: adottare un nuova prospettiva. Riuscire a prendere coscienza delle nostre immense risorse (perché davvero ne abbiamo!) e a vedere le difficoltà nelle giuste proporzioni.

Potete scaricare l'eBook su Macrolibrarsi cliccando qui. Per chi ha Kindle, può acquistarlo anche su Amazon. 

 

«Ci sono al mondo alcuni luoghi in cui la gente, sai, non sogna». Così comincia questo piccolo libro, edito nel 2013 da Salani Editore e in origine scritto da Dallas Clayton per suo figlio, perchè ricordasse di non smettere mai di sognare. Ma come a volte per fortuna succede, questo dolce racconto è poi diventato qualcosa di più, ed è stato tradotto in 22 paesi, trasformandosi in uno di quei regali inaspettati che sembrano fatti apposta per ricordarci che i sogni, quelli veri, possono diventare realtà. Sono i sogni belli, dal brillante potere, quelli che lasciano a bocca aperta, primo tra tutti - è il caso di dirlo - lo stesso autore che, come in una favola, si è trasformato nel destinatario di un regalo pensato per altri, quando le parole, inizialmente scritte quasi per gioco, hanno poi liberato il la loro energia per creare quello che loro stesse stavano componendo per mano dell’autore. Una specie di racconto nel racconto.

 

Insomma, "UN LIBRO FANTASTICO!" è una vera e propria poesia sui sogni e il potere del sognare. Sui sogni che non si fanno e quelli che si potrebbero fare. Sui sogni semplici e i sogni complicati, ad ognuno il suo. Ma non è solo questo, perchè è anche un grande insegnamento, per grandi e per piccini: può aiutare i piccoli a crescere con la fiducia nei propri desideri e i grandi a ricordare di crederci un po’ di più. Una lettura dalle parole semplici, dirette, di quelle giuste che esprimono le cose importanti, e che non potrebbero avere altro suono, forma o colore. Per cui ricordiamoci di sognare, e facciamolo senza trattenerci. Sogniamo qualcosa di grande e gni volta più grande, che sia colorato, ruggente, che urli e canti; liberiamo i nostri sogni e impariamo da loro. Perchè non c’è età per smettere di sognare, e per creare il mondo che più desideriamo.

 

Care amiche e amici, se amate scrivere e il vostro sogno è quello di veder pubblicato il vostro romanzo, abbiamo da proporvi un'iniziativa a dir poco interessante. La casa editrice romana Edizioni della Sera ha lanciato il premio letterario "Narratori della Sera", dedicato proprio al romanzo.

 

books

 

I primi due romanzi classificati al concorso si aggiudicheranno un ambito contratto di pubblicazione, mentre per il terzo è prevista una targa di partecipazione. Il consiglio è quello di affrettarvi, in quanto la scadenza del premio è prevista per il prossimo 6 dicembre. Per restare aggiornati su tutte le novità riguardanti il premio, vi suggeriamo di aderire alla pagina fan Premio Letterario “Narratori della Sera”, mentre di seguito vi proponiamo il bando con tutte le notizie che vi serviranno per partecipare al concorso:

 

Per visualizzare il bando clicca qui

 

 edizioni

 

 

Attiva da gennaio del 2010, questa giovane casa editrice si distingue nel panorama editoriale italiano per la pubblicazione di interessanti collane di libri di qualità. Meritevole di essere citata è sicuramente la Collana Narrativa – Emozioni di carta, comprendente romanzi apprezzati dal pubblico e dalla critica come Roma per sempre, Gli anni belli (entrambi di Marco Proietti Mancini) e dell'emozionante I ricordi non si lavano, scritto dalla talentuosa Aurora Frola, e del quale vi parleremo nei prossimi giorni.

 

Grande successo ha riscosso e continua a riscuotere anche la Collana sport – Traiettorie, che nasce per delineare quello che è stato e che è l'evoluzione sia culturale che sportiva del calcio italiano grazie alla prospettiva offerta dai derby d'Italia. Grazie a racconti avvincenti e statistiche in grado di far presa sul più appassionato dei tifosi, questi libri si prestano ad essere apprezzati non solo dai tifosi stessi ma anche dagli esperti del settore calcistico.

 

Un ultimo accenno vogliamo farlo alla Collana di Poesia: “Hanami”, dedicata agli haiku (componimento poetico di origine giapponese in 3 versi per un totale di 17 sillabe) e curata da Fabrizio Corselli. Si tratta di una collana antologica composta dai versi poetici di 25 validi autori e dedicata alle 4 stagioni. Al momento in libreria (ma anche sul catalogo online di Edizioni della Sera) potrete acquistare Inverno e Autunno. Insomma, amiche, non vi resta che mettervi alla prova e partecipare numerose al concorso. Chissà che tra di voi non si nasconda il nuovo talento del mondo letterario italiano.

 

 

"Libertà". Un delicato libro a fisarmonica ricco di poesia, parole piene in un inno al dono più importante di tutti: la libertà. Così, pagina dopo pagina, assaporiamo questa poesia da leggere piano di Paul Éluard, nella versione italiana di Franco Fortini. Attraverso ritagli dai colori morbidi, che sanno della forza semplice ed essenziale dei valori assoluti, un mondo intero è ritratto, e su tutto, risplende quel senso di libertà così necessario, da cercare sempre. Un libro pensato e realizzato da Anouck Boisrobert e Louis Rigaud, appena edito in Italia da Gallucci e che dà nuove sembianze alla poesia diù famosa di Éluard, nata nel 1942, in un momento storico particolare, che di libertà aveva davvero bisogno.

 

Una piccola opera d’arte da tenere sugli scaffali della propria libreria per "ricordarsi di ricordare" ciò che è veramente importante. Un regalo fatto di parole calde, dove s’incontrano poesia e ricordi: quelli dei giochi che facevamo da bambini, con forbici dalle punte arrotondate, costruendo mondi di carta dalle molteplici forme. Un libro per insegnare ai piccoli qualcosa di grande e per i grandi che credono che non ci siano limiti nei mezzi per educare alla nobiltà. Perchè la poesia, con tutte le sfumature che contiene, è un libro colorato e senza età comprensibile a tutti, anche ai bambini. Basta liberare la mente e lasciarsi trasportare.

 

 

"...Su ogni carne consentita Su la fronte dei miei amici Su la mano che si tende Scrivo il tuo nome. Sopra il vetro dei portenti Sopra le labbra attente Tanto più del silenzio Scrivo il tuo nome...".

 

Come di una persona amata, o di qualcosa a cui non potremmo rinunciare e chiamiamo a noi ogni istante, Paul Éluard ci accompagna, attraverso le sue parole, alla ricerca della libertà. Dopo tanto peregrinare, dopo tanto vivere e sperare, dopo paesaggi che si trasformano, tra monti e mari, e notti e giorni, la consapevolezza diventa chiara, la ragione di vita una parola: libertà.