05 Feb

Dieta per la pelle

Pubblicato in Salute

Dieta a fior di pelle. 

“La salute vien mangiando” è proprio il caso di dire. Sì, perché anche per mantenere la nostra pelle in un corretto stato di salute dobbiamo partire da una sana ed equilibrata dieta. Per evitare la disidratazione della pelle, o la pelle secca, è importante idratare il nostro organismo assumendo costantemente cibi ricchi d'acqua. Questi, come buona abitudine vuole, devono essere accompagnati da circa otto bicchieri d'acqua al giorno.
Una pelle morbida è garantita da una dieta ricca di vitamine e minerali, fornite da un corretto equilibrio tra proteine, carboidrati e grassi. Cosa inserire nella dieta per la pelle? Possiamo utilizzare piselli e fagioli, ricchi di vitamina B, cereali, soia. Meglio i prodotti integrali a quelli raffinati. I fermenti lattici vivi sono ottimi per donare alla pelle un aspetto sano, quindi sì allo yogurt.
Evitate lo zucchero bianco raffinato, causa di acne e cattiva circolazione. Meglio quello di canna o il miele.

 

Dieta-per-la-pelle

 

Pelle e dieta. 

 Una corretta dieta per la pelle non condanna del tutto i grassi. Anzi. Una modesta quantità di grasso è indispensabile per la morbidezza e la sofficità della nostra pelle. È ovviamente bene non esagerare con il grasso. Tutti sappiamo a quali inestetismi cutanei ognuno di noi può andare incontro mangiando molti insaccati, ad esempio. Largo alle vitamine invece. Tutti i frutti e le verdure sono ben accette per contrastare l'invecchiamento della nostra pelle, donando invece brillantezza ed elasticità dei tessuti. E non dimentichiamo le fibre, presenti nella buccia di frutta e verdura, nonché nei cereali. Le fibre sono in grado di donare alla pelle una forma radiosa, liberandola da quella pellicola grassa e opaca. Le fibre agiscono nel meccanismo di purificazione e regolarizzazione del tratto intestinale, aiutando il nostro corpo a rimanere in perfetta forma. Pelle compresa, ovviamente. Allora se non state più nella pelle, buon appetito!


16 Mag

Magra per forza

Pubblicato in Attualità

Ebbene si, ammettiamolo, tutte esigiamo la pefezione da noi stesse: sia che ce ne sia davvero bisogno (per chi ha qualche chiletto di troppo) sia per chi non ne avrebbe bisogno.

Il mondo ci giudica e noi permettiamo che ciò accada, andando a minare la percezione di noi stesse.

Questa profonda riflessione sociologica su come la mente umana venga condizionata e plasmata da ciò che il mondo esterno ci comunica con messaggi subliminari o meno (concedetemi 30 secondi per riprendere fiato: non è facile dattilografare un pensiero così imponente che nasce al momento respirando anche) scaturisce dalla lettura di una nuova ricerca medica.

In Belgio un team di medici dell’Università di Loviano ha scoperto la capacità di un batterio, nello specifico “Akkermansia muciniphila”, che ha le capacità di ridurre l’assorbimento del cibo.

“Miracolo!” alcune di noi penseranno, innalzando le mani al cielo. 

Ma in che modo agisce? Il batterio modifica la struttura che avvolge l'intestino, aumentandone lo spessore, riuscendo così ad allontanare il cibo dai villi intestinali che assorbono le sostanze nutrienti. In un'analisi su modello murino, i ricercatori hanno dimostrato che il consumo di un brodo contenente il batterio ha ridotto il grado di obesità delle cavie e la loro resistenza all'insulina.

 

 

Sicuramente tale scoperta risponderà alle richieste di aiuto di persone affette da obesità, le quali necessitano di qualsiasi tipo di supporto, che sia di tipo medico, scientifico o psicologico, per affrontare questo intenso e a volte difficoltoso cammino verso una vita migliore.

Mi sento però di sottolineare che migliore è da intendersi non come magro e quindi bello, ma come salute, aspettative di vita incoraggianti.

Per combattere quindi la vocina maligna che di fronte allo specchio, anche se non è vero, siamo grasse e imperfette apprestiamoci ad avere delle piccole accortezze, a contenere i peccatucci di gola, a fare magari più sport e attività fisica (soprattutto con l’arrivo – si spera – della bella stagione).

Basta poco per amarsi.

Amatevi.

 

Potrebbe interessarti anche: Storia di un'anoressica

 

Madre natura? Con qualche aiutino, magari, e non mi riferisco al bisturi. Il segreto di bellezza di top model e celebrità si chiama Ildi Pekar, un’estetista specializzata in trattamenti all’avanguardia per viso e corpo. Nel suo centro, a Manhattan (New York), Ildi propone terapie non invasive utilizzando prodotti puri e organici che promettono risultati strabilianti.
Esempi?
Il Platinum Cell-Stem Cell è un trattamento per il viso in cinque tappe, che associa cellule staminali e platino, specifico per ridurre a vista d’occhio rughe e altri segni di invecchiamento, proteggere dai radicali liberi e rigenerare la struttura della cellula ripristinandone le condizioni ottimali. La combinazione di cellule staminali e platino (convertito in miniparticelle) promuove la crescita di cellule sane della pelle. Successivamente la cute viene raffreddata a -4° per lenirla, lisciare le rughe e chiudere i pori e, infine, si applica una maschera con aminoacidi, camomilla e ingredienti idratanti. (375$ per 90 minuti)

Il Trio-lift è per una terapia veloce ed efficace contro la cellulite, che agisce modellando i tessuti e diminuendo il grasso del corpo e del viso con la radiofrequenza: dopo aver applicato una crema protettiva, viene utilizzata un’apparecchiatura che rilascia correnti elettriche e trasmette a intermittenza calore (prima 39° poi 42°) per riscaldare le cellule adipose e accelerarne il metabolismo, permettendo a esso di rilasciare acidi grassi “buoni” nel sistema circolatorio. (100$ da 10 a 20 minuti per il viso, da 100$ in su per il corpo, 90 minuti)

 

 

Per tonificare invece zone come stomaco, cosce, glutei e seno viene impiegato il B.E.A.M., un apparecchio che punta al rassodamento rilasciando scariche elettriche in grado di riprodurre il processo bio-elettrico del corpo. (200$ per un’ora)

Ci si avvale della Maschera di Ferro (non quella del film con Leonardo di Caprio, ovviamente!) per pulire a fondo il viso, sulla base del potere magnetico del ferro per purificare la pelle. La maschera è termomagnetica e viene applicata sul volto massaggiandola, per catturare cellule morte e impurità attraverso appunto microsfere di ferro, passando poi una speciale calamita che rimuove il ferro assieme a ciò che ha fagocitato. (200$ per 75 minuti)

La vera chicca, però, è il Therama-Slim, ideale per le occasioni speciali: si applica una miscela di olii essenziali che inducono la traspirazione, e si copre il corpo con una coperta calda. Un sistema perfetto per disintossicarsi e perdere centimetri di punto vita, già a partire dalla prima seduta. (150$ per un’ora)
Che dite, vi sottoporreste a trattamenti simili?