Sicuramente è destinata a catturare l'attenzione dei maschietti la notizia che vi proponiamo di seguito. Un ricchissimo magnate di Hong Kong, Cecil Chao, ha offerto una ricompensa di ben 100 milioni di dollari all'uomo che riuscirà a far innamorare e sposare Gigi, sua figlia. Il piccolo intoppo sta nel fatto che Gigi è lesbica e degli uomini non ne vuol proprio sapere. La donna, in realtà, dal 2009 è già sposata con un'altra esponente del gentil sesso, Sean Eav.

 

 
L'uomo ha lanciato un appello attraverso i media ed una folla di pretendenti  si è già fatta avanti. Non è la prima volta che il disperato padre ricorre a questo espediente per convertire sua figlia all'eterosessualità. Già due anni fa, infatti, l'uomo aveva offerto 50 milioni e ben 20mila furono i pretendenti alla mano della donna (ricordiamo che a Hong Kong i matrimoni omosessuali sono fuorilegge).
 
Gigi dal canto suo non vuole saperne degli uomini e vorrebbe che suo padre l'accettasse così com'è e che badasse alla sua reale felicità. La donna ha dichiarato, infatti: 
 
"Accettami. Io per te voglio la felicità. E tu prova a volere la mia. Ci sono un sacco di ottimi uomini ma nessuno di loro fa per me".
 

Una tragedia della follia che ha lasciato di stucco il mondo intero. Serenity era una splendida bambina di due anni, uccisa dal padre in seguito ad un raptus di follia. L'uomo ha fatto poi a pezzi il corpo della bimba e ne ha dato i resti in pasto al pitbull, cane di famiglia. Teatro di quest'orrore è stato Brooklyn, noto quartiere di New York. Correva l'anno 2006 quando Serenity Brown è stata uccisa a soli 2 anni. Il caso è stato riaperto dalla polizia dopo diversi anni poiché sembrano essere emersi nuovi elementi in quello che era un caso ritenuto irrisolvibile in quanto il cadavere della bambina non era mai stato ritrovato.
 
 
La polizia scoprì solo nel 2011 che la bambina era scomparsa, ma oggi, a distanza di anni, la madre di Serenity ha trovato il coraggio di raccontare cosa accadde quel giorno lontano, di puro orrore, a Brooklyn.
 
Ebbene la bambina era in braccio alla madre, Paula Johnson, che le stava raccontando una storia quando il padre Edward (Chuck) Brown, ha avuto uno scoppio di rabbia in seguito alle risate della piccola. Dopo averla colpita con un pugno fino a a farle perdere conoscenza, il padre l'ha strappata alle braccia della madre e l'ha gettata nella vasca, sezionandone il corpicino con un grosso coltello da cucina. Nella vasca come nel più estremo dei film dell'orrore, ne ha sezionato il corpo con un coltellaccio da cucina. L'uomo ha dato poi in pasto la bimba al pitbull di casa, abbattuto poi in seguito. 
 
La polizia ha riaperto il caso dopo che i servizi sociali si sono presentati alla mamma della bimba, ora separata dal papà, per avere delle risposte sulle continue assenze a scuola di un altro figlio. Paula Johnson all'inizio ha riferito che la figlia era dai nonni, ma ha poi deciso di raccontare l'orrore taciuto per troppo tempo.
 

Triste storia che ci giunge dagli USA dove una madre ha denunciato la brutta vicenda che vede protagonista la sua giovane figlia, una ragazza di 22 anni costretta a prostituirsi dal suo fidanzato. Parliamo di Andrea Swanson, 50enne che vive a Las Vegas che ha raccontato la storia della figlia Hannah Swanson, diventando una delle voci più note del paese in quella che è la lotta alla prostituzione. 

Kobe Hogue, fidanzato della giovane, che ha trattato la ragazza, inizialmente, come una principessa, salvo poi rivelarsi un mostro che ha fatto leva sulle insicurezze e sulla mancanza di autostima della fidanzata per costringerla a vendere il suo corpo
 
La giovane ha così iniziato a prostituirsi cambiando il suo abbigliamento da sobrio a provocante, con capi scelti personalmente dal suo fidanzato. Chiuso in carcere per furto, il giovane per forza di cose è stato lontano da Hannah che, però, una volta che il suo fidanzato è stato rilasciato ha deciso di concedergli una seconda possibilità, andando contro ai consigli e alle premure della sua famiglia. 
 
Secondo la mamma di Hannah, la figlia è come se fosse drogata di quest'uomo che non fa altro che sfruttarla. Nel frattempo la giovane continua praticare prostituzioen e a dare i soldi al suo uomo per sua stessa scelta.
 

Non solo gli uomini pagano salati alimenti alle consorti da cui si separano. Ne sa qualcosa la bellissima attrice Halle Berry che dovrà sborsare aGabriel Audry, suo ex compagno, nonché padre di sua figlia Nahla di 6 anni, un costoso assegno di mantenimento. Un giudice di Los Angeles ha stabilito che la splendida diva 47enne dovrà versare circa 16mila dollari al mese al suo ex compagno di vita, fino a quando Nahla non compirà 19 anni o finirà la scuola. 

 
Non solo. L'attrice dovrà anche versare 115mila dollari di arretrati pregressi al modello canadese, con il quale ha l'affidamento congiunto della figlia. Ricordiamo che Halle Berry, dal 2013, è sposata con l'attore francese Olivier Martinez, dal quale ha avuto un altro bambino.
 

Ha trasformato i problemi fisici della sua piccola e adorata figlia in vere e proprie opere d'arte: parliamo dei suggestivi, emozionanti e commoventi scatti realizzati da Holly Spring alla figlia affetta dalla malattia di Hirschsprung’s che colpisce l’intestino. La bimba, come potrete vedere dalle immagini qui sotto, è priva di una mano, ma ciò non le impedisce di essere una persona come le altre, imperfetta ma estremamente comunicativa.