Facebook cambia di nuovo il Diario. Ma i giovani si spostano su altri social. 

Ebbene si! Non si fa in tempo ad abituarsi al diario di Facebook che dal quartier generale di Menlo Park annunciano nuovi cambiamenti, che dovrebbero essere attivi per il 7 marzo. Non si tratta, stavolta, di grandissimi cambiamenti, ma di modificare alcuni aspetti della timeline per rendere più fluida la navigazione.

Il portavoce del social network infatti dichiara: "questo è un nuovo design di Facebook che stiamo testando su una piccola percentuale di persone per rendere la navigazione attraverso la Timeline ancora più semplice". Diciamo la verità: la forza di Facebook è proprio la sua banalità di utilizzo. E' molto facile infatti che adulti e anziani utilizzino questo social piuttosto che i più ostici Twitter, Google+ e via discorrendo.

Le modifiche, già sperimentate su dei profili facebook in Nuova Zelanda, dovrebbero riguardare diverse aree del diario, modificandone nel complesso il suo layout.
Innanzitutto si inciderà nuovamente sull'incolonnamento: infatti la colonna degli status tornerà ad essere una sola, ossia quella di destra e di dimensioni maggiori rispetto a quella originaria;
mentre le informazioni dell'utente (comprese amici, like, persone che segui) saranno posizionate sotto la foto profilo, cioè incolonnate a sinistra. Il nome e cognome sarà invece in bianco sull'immagine di copertina, come già accade per la versione mobile.

 

nuova-timeline-facebook


Ed a proposito della versione mobile, anche quella dovrebbe essere suscettibile di modifiche, per rendere ancora più veloce la fruizione da dispositivi mobili.
È infatti con le App che il più famoso social network registra il maggior numero di visite al giorno.
Tuttavia, nonostante l'imminente annuncio di modiche da parte del colosso di Zuckerberg, da una ricerca americana si risconterebbe che oltre un miliardo di adolescenti si siano disaffezionati a Facebook, preferendogli social network se possibile ancora più immediati, come Instagram, o meno lesivi della privacy, come Snapchat, che conserva foto e status sulla piattaforma solo per qualche ora.
Anche in Italia ferve la tendenza a spostarsi su altri social? Voi ne avete scelti degli altri?
Per chi invece non sa rinunciarvi, non ci resta che aspettare qualche giorno e provare la nuova versione del diario, e soprattutto sperare di abituarci presto!

 

Potrebbe interessarti pure: Dimmi che foto profilo hai e ti dirò chi sei

 

LeiDonnaWeb sbarca su Instagram! 

 

100 milioni di utenti attivi al mese
40 milioni di foto caricate ogni giorno
8500 like al secondo
1000 commenti al secondo

 

Sono solo alcuni dei numeri che spiegano il travolgente successo di Instagram, la popolare App per Ios (Iphone, Ipad) e Android che punta sulla potenza evocativa della fotografia.
Nata nell'ottobre del 2010 dalla mente dei due ventisettenni Kevin Systrom e Mike Krieger è stata acquistata nel settembre del 2012 da Facebook per la cifra record di Un miliardo di dollari tra denaro e azioni.
Tra i motivi del successo di Instagram è da segnalare la facilità di utilizzo e la possibilità di personalizzare le proprie foto. Infatti l'interfaccia dell'app è molto intuitiva e permette di caricare una propria immagine facilmente, facendo uscire fuori la propria parte artistica scegliendo tra i seguenti 20 tipi di filtri:

 

Normal - nessuna modifica alla fotografia. Usato nel 45% delle foto.
X-Pro II - Effetto caldo e saturo, con enfasi sui toni gialli.
Earlybird - Stinto e sfocato, concentrato sui toni gialli e beige.
Lo-fi - Lievemente sfocato, con saturazione dei gialli e dei verdi.
Sutro - Effetto seppiato, con enfasi su rossi e gialli. L'intera immagine è scurita.
Toaster - Sovraesposizione, con un po' di sfocatura.
Brannan - Toni bassi, focalizzato sui grigi ed i verdi.
Willow - Bianco e nero con un effetto di fusione.
Valencia - Contrasto elevato, lievemente grigio e bruno.
Inkwell - Filro bianco e nero ad alto contrasto.
Walden - Colore slavato, con una leggera dominante azzurra.
Hefe - Colore classico con dominanti oro e giallo.
Nashville - Tinta blu-magenta, con bordo. È uno dei filtri Instagram più usati.
1977 - Dà una certa dominante rosea.
Kelvin - Fotografia rètro supersatura, con bordo sfilacciato. Ufficialmente chiamato "Lord Kelvin"
Amaro - Leggero contrasto, con focalizzazione sui toni pallidi.
Mayfair - Fornisce un caldo tono rosato ed una leggera vignettatura. E' l'ultimo filtro fornito dalla più recente versione.
Rise - Dà una luce leggera e calda. Creato dalla fotografa Instagram Cole Rise
Hudson - Vignettato, con leggeri toni bluastri.
Sierra - Filtro caldo, che fornisce un tono vibrante e luminoso.

 

caratteristiche-Filtri-instagram

 

E poi possibile condividere la propria foto sui principali social network.

Da Gennaio 2013 è stata introdotta la possibilità di taggare le proprie foto e usare degli "hashtag", sul modello di Twitter, per catalogarle per argomento (es. #fashion #leidonnaweb #love #summer). 

Instagram è usato da una maggioranza di donne (55%) che lo adorano per mostrare le foto dei loro outfit, make up, accessori, viaggi ecc.

Motivo per il quale noi di LeiDonnaWeb abbiamo deciso di integrarlo al nostro portale, cliccando qui potrai accedere alla nostra sezione dedicata alle migliori foto di outfit del web. presto potresti esserci anche tu!

 

Come ci comportiamo con lo smartphone in vacanza. 


Nonostante l’alternarsi di ripetute perturbazioni che continuano ad interessare il Bel Paese, con il maturare della primavera si inizia a pensare alle prossime vacanze estive e si organizzano gite all’aria aperta. Sia che si tratti di un’uscita di poche ore che di qualche giorno, il must have a cui non si rinuncia è indiscutibilmente il proprio dispositivo mobile.
ALK Technologies, leader nello sviluppo di applicazioni per la navigazione satellitare mobile, ha indagato le abitudini e le preoccupazioni maggiori degli italiani in viaggio all’estero nonché il rapporto con il proprio telefonino.

Il dato che emerge - e non stupisce - è l’ormai conclamata affermazione degli smartphone: ben il 95% del campione intervistato si è convertito a questo strumento “intelligente”. Ma smartphone significa navigazione web e utilizzo di app. La preoccupazione relativa alla spesa per la connessione, in particolare quando si è all’estero, caratterizza addirittura il 91% degli italiani. Dato che diminuisce di pochi punti percentuali circa coloro che disattivano il roaming una volta varcate le frontiere italiane (87%), anche se addirittura il 49% dichiara di aver in ogni caso superato in qualche caso le soglie previste dal proprio contratto negli ultimi 12 mesi.

Ma a cosa non rinunciano gli italiani quando si trovano all’estero? Con ampio margine le e-mail si confermano al primo posto (80%) seguite dai social (70%), segno che ormai il concetto di “always on” è difficile da combattere. Tra le app più gettonate, largo consenso anche alle mappe (40%), molto utili in particolare quando si viaggia in zone poco note. Sia per scovare rotte e strade ma anche per ricevere le ultime informazioni su punti di interesse e molto altro.

Proprio per rispondere a questa esigenza di potersi connettere e ottenere informazioni circa località o itinerari, non dovendo però incorrere in bollette da capogiro, CoPilot® Live - la pluripremiata applicazione di navigazione satellitare – si è da sempre contraddistinta per funzionare in modalità offline. La app permette, infatti, di usufruire di pressoché tutti i servizi come la consultazione di mappe, la ricerca di punti di interesse o di itinerari, senza il bisogno di un collegamento internet, caratteristica decisamente utile all’estero ma non solo. Poter disporre di un supporto di navigazione è utile non solo in auto, ma anche in bicicletta o per tragitti a piedi; avere la garanzia di una app sempre a disposizione che non consuma traffico dati e batteria è decisamente un valido aiuto.

 

smartphone-vacanza-app-scaricare



“Le vacanze si avvicinano e la voglia di partire anche. In questo periodo storico non si può però non tenere conto anche dei costi. Poter contare su un efficace supporto per migliorare i nostri soggiorni, anche all’estero, è una comodità. Per questo siamo sempre in continuo lavoro per garantire una totale navigazione offline, caratteristica molto richiesta dall’utenza” afferma David Quin, Head of Consumer Applications, ALK Technologies.

Già attive per le piattaforme iOS e Android, le applicazioni CoPilot® Live™ Premium, la versione a pagamento con navigazione GPS e informazioni sul traffico real-time e CoPilot® GPS, la versione free che fornisce funzionalità di pianificazione dei percorsi e mappe, saranno disponibili dall’estate anche per Windows 8.

Non resta quindi che scaricarla e mettersi in moto!

 

Potrebbe interessarti pure: Embrace+, il bracciale che si illumina ad ogni notifica

 

A chi non piacerebbe essere pagato per chattare? A nessuno scommettiamo. Ebbene, amiche, da oggi è possibile. Quello che dovete fare è semplicemente scaricare sul vostro smartphone un'applicazione chiamata Chad2Win che molto successo ha ottenuto all'estero e che ora sembra pronta a imporsi anche tra le app italiane più amati dai giovani e non.

 

Ponendosi come concorrente diretta di app famose come Whatsapp, Line e WeChat, Chad2Win è disponibile sia per le piattaforme Ios che Android e consente di inviare foto, messaggi, video come tutte le normali chat che utilizzate quotidianamente. Quando converserete con i vostri amici, dei banner pubblicitari appariranno sul display del vostro cellulare (ricordiamo che l'app è gratuita, quindi deve comunque trovare fonti di guadagno in qualche modo). Qualora il banner pubblicitario vi disturbasse, almeno usatelo per guadagnare: più chattate più potrete guadagnare; il tutto fino a un massimo di 25 euro che vi verranno accreditati su PayPal o sul vostro conto corrente.

 

Potrebbe davvero rappresentare un'innovazione significativa nel campo della telefonia. Quante volte abbiamo ricevuto squilli e chiamate anonimi senza sapere chi ci stesse effettivamente cercando (o disturbando)? Tante. Ebbene, da oggi sembra proprio che sarà possibile scoprire il numero del misterioso chiamante anche qualora abbia deciso di oscurare il suo numero con i famosi codici: *67# (per telefonate effettuate da un numero fisso) e #31# (per chiamate effettuate da un cellulare). Se fino ad oggi l'unica opportunità per conoscere l'identità di stalker e disturbatori vari era solo quella di richiedere il servizio "override" alla propria compagnia telefonica (sia fissa che mobile e generalmente per non più di 15 giorni dietro pagamento di un canone che si aggira intorno ai 25 euro) o, nei casi più gravi, di procedere alle denuncia presso le autorità competenti.

 

whooming

 
Da oggi, invece, gli italiani potranno beneficiare di un nuovo servizio gratuito (almeno per ora) che si chiama Whooming e che consente di scoprire il numero di chi ci ha fatto la chiamata anonima. Il meccanismo su cui si basa questo servizio, realizzato da italiani che hanno preferito rimanere anonimi, è molto semplice in quanto tale servizio mette a disposizione un numero di telefonia fissa (con prefisso 06) verso il quale tutte le chiamate anonime andranno trasferite. All'arrivo delle chiamate anonime, il numero con prefisso 06 non risponderà né per mezzo di operatore, né in automatico, ma provvederà a identificare il numero anonimo chiamante.
 
Impostando, quindi, una deviazione verso Whooming, ogni volta che rifiuteremo una chiamata anonima questa sarà indirizzata verso il servizio che provvederà a identificare il numero del chiamante. Considerando che la centrale telefonica conosce il numero del chiamante e che un flag impedisce al chiamato di vedere il numero del chiamante (ovviamente in caso di chiamata anonima), Whooming dev'essersi accordato con degli operatori in modo da disattivare l'attributo anonimo su ogni chiamata in ingresso verso la loro numerazione 06. Questa è la ragione per cui, rifiutando noi una chiamata anonima, e trasferendola verso il numero con prefisso 06 di Whoomig, il numero del chiamante sarà visibile in chiaro.
 
paste35 1
 
- Whooming mette a disposizione una pagina nella quale sono mostrate le utenze che hanno chiamato il numero telefonico 0694802015 utilizzando i prefissi *67# da fisso oppure #31# da cellulari. Componendo *67#0694802015 oppure #31#0694802015, si effettuerà una chiamata anonima verso il numero di Whooming (la chiamata verrà rigettata).
 
paste36 2
- Dopo qualche secondo, sulla pagina del loro sito vedrete il vostro numero di telefono già reso non anonimo, ma parzialmente oscurato. In pratica non saranno leggibili tutte le cifre del numero chiamante. Siccome l'apposizione dei caratteri # sembra casuale potrebbe anche accadere, come avvenuto per alcuni numero, che l'oscuramento riguardi solo le prime cifre (prefisso internazionale o normale prefisso) rendendo dunque semplice ipotizzare quale possa essere l'effettiva e completa numerazione. Se vi registrate al servizio e specificherete il vostro numero di telefono, Whooming vi invierà un’e-mail valida Whooming ogni qualvolta sul loro numero 06, verrà deviata una qualsiasi chiamata anonima.
 
paste37 3
 
- Una volta confermata l'attivazione di un account personale Whooming, bisognerà attivare sul proprio cellulare il trasferimento di chiamata su occupato verso la numerazione 0694802015. Per un paio dei principali operatori telefonici italiani i codici da usare sono i seguenti: - TIM, Vodafone, Wind: **67*0694802015#, - Tre (H3G): **67*0694802015*11#.
 
paste38 4
 
- Qualora l'utente rifiuterà una chiamata in ingresso, sul cellulare, l’operatore telefonico invia il segnale di occupato e la chiamata sarà diretta a Whooming.
 
paste39 5
 
- Chiaro è che qualora si risponderà alla chiamata, il numero del chiamante anonimo non verrà esposto da Whooming.
 
paste40 6
 
- Su un telefono Android, al fine di rifiutare la chiamata, basta agire sull'icona rossa della cornetta.
 
paste41 7
- Se si accede alle impostazioni del telefono si potrà verificare e semmai disattivare il trasferimento di chiamato su occupato che è stato appena abilitato. 
- Attivando il trasferimento di chiamata verranno disattivati i servizi degli operatori telefonici che permettono di ricevere un messaggio nel momento quando si riceve una chiamata mentre però si è impegnati in altra conversazione. 
 
paste42 8
- Con deviazione attivata,  Whooming non mostra il numero chiamante anonimo ma solo nell'area privata dell'utente una volta terminata la registrazione.
 
Whooming ci manderà un sms con il numero di colui che ci ha scocciato e fare ciò che meglio crediamo. Come riferito da uno dei membri del team Whooming:
 
 "Le nostre telefonate viaggiano per il 99% su flussi SS7. Una tecnologia largamente adottata che è lo standard per la telefonia e per l'interconnessione tra provider di servizi TLC. L'ID del chiamante, da protocollo, dovrebbe sempre viaggiare in chiaro qualunque sia l'origine della comunicazione, ma nella realtà dei fatti questa informazione è immediatamente disponibile solo nel 95% dei casi, poiché esiste un 5% di chiamate che viene originata direttamente con informazioni sul chiamante assenti o alterate. Per gli utenti Whooming, noi assolviamo alla lettura di questa informazione in tempo reale".