26 Lug

Animali abbandonati. Come comportarsi

Scritto da  |

Hai visto un animale randagio o abbandonato? Oppure vuoi adottare un cucciolo in difficoltà? Ecco cosa devi sapere.

Il randagismo e l’abbandono di cani e gatti è una realtà purtroppo sempre attuale. Ma ognuna di noi nel suo piccolo può migliorare la situazione e fare la mossa giusta, senza voltarsi dall’altra parte e far finta di nulla, come purtroppo fanno tante persone.
Con l’intervistata speciale di oggi capiamo insieme cosa fare: Laura fa’ parte delle Sfigatte (sezione Pavia), un’associazione che si occupa del recupero di piccoli animali abbandonati.


E: Laura, puoi darci dei consigli su cosa fare in caso trovassimo un animale abbandonato?


L: Prestare soccorso a un animale abbandonato è una responsabilità civile e morale. Se l'animale si lascia avvicinare senza problemi e sembra in buone condizioni, sarebbe opportuno portarlo da un veterinario per la verifica del microchip, in modo da ritrovare facilmente i suoi proprietari. Se l'animale è spaventato, aggressivo e non si lascia avvicinare, bisogna contattare immediatamente la Polizia locale, l'ASL o le associazioni della zona (chiamando uno dei servizi di ricerca di numeri telefonici o cercando su internet tramite smartphone).
Se si decide di portarlo a casa, sarebbe meglio diffondere le sue foto nelle zone circostanti, appendendo locandine nelle aree più frequentate (parcheggi, veterinari, negozi, aree cani, ecc.).

È necessario comunque portarlo dal veterinario per assicurarsi che non abbia problemi di salute e sia dotato di microchip. Meglio non introdurlo al contatto con altri animali domestici presenti in casa senza assicurarsi che non abbia malattie trasmissibili.
Se si trovano gatti con età inferiore ai 2 mesi, ma è sconsigliato anche in età superiore, è assolutamente vietato dar loro latte vaccino: è molto difficile da digerire e potrebbe provocare la morte. Meglio tamponare l'emergenza con latte di capra e poi procurarsi del latte in polvere specifico per gatti. È consigliabile contattare subito un veterinario che darà tutti i consigli utili.

 

 

E: Ci puoi dare qualche consiglio su come adottare un animale domestico abbandonato?


L: Gli animali che cercano casa sono davvero tantissimi, canili e gattili sono pieni in tutte le stagioni dell'anno. Non compriamoli, adottiamo un animale bisognoso: ce ne sarà grato a vita.
Contattate le associazioni più vicine alla vostra zona e cercate insieme ai volontari il peloso più adatto al vostro stile di vita (esempio: se è un cane energico e attivo, sarà sconsigliato a una famiglia sedentaria, agli anziani o a persone che per lavoro lo lascerebbero in casa da solo molte ore al giorno ecc..).

 

E: Quali sono le prime cose da fare quando si porta l’animale a casa?


L: In primis, una visita per verificare le condizioni di salute. Non somministrate farmaci senza il consiglio di un veterinario. La prassi da seguire dipende molto dall'età dell'animale, ma il veterinario saprà consigliare il percorso giusto. L'inserimento in un nuovo ambiente può essere traumatico: soprattutto se si tratta di un micio, sarebbe bene dedicargli una stanza dove poter gradualmente prendere confidenza con voi e con l'ambiente. Anche l'inserimento con altri animali domestici già presenti in casa deve essere graduale.
Se avete adottato un gatto, e gli date la possibilità di uscire in giardino, assicuratevi che il veterinario faccia il vaccino di prassi e il vaccino per la FELV (leucemia felina) che tutelerà quasi al 100% l'animale dal rischio di contagio. Evitate di dare a qualunque animale del cibo per umani (il cibo per animali è completo di tutti gli elementi nutritivi per il fabbisogno giornaliero), evitate assolutamente dolci e cioccolato e attenzione anche ad alcune piante (su internet trovate l'elenco di tutte le piante nocive per gatti e cani). Se abitate ai piani rialzati, assicuratevi che non ci sia il rischio che la bestiola possa cadere (spesso basta un uccellino a distrarli e fargli perdere l'equilibrio).
Oltre a queste regole base, ogni qualvolta si adotta un animale, è sempre bene informarsi prima su tutto ciò che riguarda il suo benessere. Internet è pieno di informazioni e ci sono molti libri a disposizione.
Un animale non è un giocattolo, farà parte della vostra vita per molto tempo, è bene quindi donargli tutto l'amore che si merita.

 

E: Ora parliamo delle Sfigatte. Com’ è nata l’associazione?


L: Nel 2007 abbiamo deciso di unire le forze per poter aiutare i piccoli randagi: l’amore per gli animali e la voglia di poter regalare a quelli più sfortunati un'altra occasione non potevano rimanere un’astrazione. Così nascono “Le Sfigatte”, un’associazione dal nome simpatico e ironico che indica un tipo di volontariato a favore degli animali in cerca di famiglia. Con l’associazione soccorriamo, curiamo, sterilizziamo animali randagi o abbandonati e cerchiamo per loro famiglie adottive che li possano amare e accudire per tutta la vita, come meritano.
Più in generale, il nostro obiettivo è quello di diffondere il rispetto per tutti gli animali, non solo per quelli domestici, senza alcuna distinzione. Ma per poter continuare a salvare e curare sempre più randagi, purtroppo non bastano la compassione e la buona volontà: servono fondi e questi non arrivano certo dalle Istituzioni. Per questo motivo organizziamo periodicamente cene e aperitivi (tutti vegani): un modo simpatico per unire l’utile al dilettevole. Ci piacerebbe cambiare il mondo, ma per ora ci accontentiamo di migliorarlo…


E: Come gestite il recupero degli animali abbandonati e la loro adozione?


L: Gli animali abbandonati vengono di solito segnalati e trovati per strada, nelle colonie già esistenti o nei giardini dei privati. Noi andiamo sul posto e portiamo l'animale in salvo. Non avendo una struttura che ci supporta, lo stallo avviene attraverso volontari, che si prestano a tenere l'animale fino all'adozione.
Durante quell'arco di tempo, noi creiamo appelli con foto e descrizione del peloso a cui trovare casa, che vengono poi diffusi sul web o attraverso le rubriche di settimanali e mensili. Nel momento in cui una persona interessata all'adozione ci chiama, prendiamo accordi per il controllo pre-affido che consiste nell'andare a conoscere la famiglia, a vedere la casa dove verrà accolto il peloso e rispondere alle domande per far vivere al meglio il nuovo arrivato. Se il pre-affido va a buon fine, facciamo poi firmare il modulo di adozione che stabilisce alcune regole fondamentali per la cura e la tutela dell'animali (es.: sterilizzazione obbligatoria, divieto di tenere i cani legati alla catena, divieto di lucrare su di loro ecc..).

 

E: Se qualche lettrice è interessata ad adottare un animale da compagnia per salvarlo dal randagismo, come vi può contattare?

 

L: Basta andare sul sito www.lesfigatte.org o sulla nostra pagina Facebook "Le Sfigatte" oppure “Le Sfigatte Pavia”


Hai preso un cane o un gatto ma non hai mai tempo per giocare con lui?
La vita di tutti i giorni ti costringe a essere sempre di corsa? Se vuoi ritagliarti ogni giorno il tempo che desideri per occuparti delle cose che ami, prova questo metodo.
Clicca qui per saperne di più
 

Letto 3727 volte Ultima modifica il Venerdì, 26 Luglio 2013 13:35
Vota questo articolo
(8 Voti)
Eleonora Mauri

Studiosa da tempo delle tematiche di crescita e miglioramento personale, i miei primi scritti li dedico al mondo femminile.

Unendo la mia esperienza personale a quella di altre donne intorno a me, coltivo il sogno di realizzare una serie di ebook per aiutare le donne di oggi: divise tra casa, lavoro, marito e figli, con pochi aiuti e tante responsabilità.

Ho sviluppato negli ultimi anni grazie anche all’esperienza lavorativa un’ottima capacità comunicativa, che viene rispecchiata nel mio stile di scrittura: semplice, chiaro e diretto.

Sai che esiste finalmente un sistema di Gestione del Tempo studiato apposta per le Donne?! Un metodo per organizzare il LAVORO, la CASA e la FAMIGLIA in modo da avere PIU’ TEMPO PER TE STESSA e per le cose che ami.

Clicca qui per saperne di più

Sito web: www.macrolibrarsi.it/ebooks/ebook-la-gestione-del-tempo-per-la-donna-impegnata-pdf.php