01 Feb

Il coraggio di lasciarsi

Scritto da  |

Quando una storia d'amore finisce. 

“Eppure eravamo …”, questa è la frase che riecheggia sempre nel nostro cervello, quando sedute sul divano con la tazza che fuma per il contenuto caldo, ci mettiamo a riflettere sulla nostra vita sentimentale o matrimoniale.
Quante volte ci siamo trovate in questa situazione? Ogni volta vorremmo che la storia che stiamo vivendo sia l’ultima, di poter finalmente vivere tranquille l’amore della nostra vita.
Capita a tutti: un giorno camminiamo mano per la mano per vie della città ridendo e scherzando, amoreggiando tra baci, risate e parole che riempiono il cuore, negli occhi solo il desiderio di passare il tempo ad amarsi e si parla di grandi progetti, di figli, chi di matrimonio e chi di convivenza e alcuni realizzano anche questi progetti e poi … un giorno ti svegli e bo… ti accorgi che tutto quello che il giorno prima esisteva, ora quasi per magia non c’è più.
Molti dicono che accade per gradi … no, non è mai così… il cambio di rotta avviene sempre in un attimo, lasciandoci stordite, con mille e cinquecento punti interrogativi nella testa, ci guardiamo dall’esterno, e sembriamo due estranei: distanti mille miglia anche se siamo nella stessa stanza.
Si passa sempre di più tempo a discutere, la cosa buffa è che si discute per le cazzate, tipo aver messo la forchetta con il manico blu al posto di quella con il manico rosso … e per una stupida come questa si finisce poi a urlare, a dirsi di tutto, a vomitarsi addosso alle cattiverie più brutte man mano che i nostri cuori si allontanano.
Le frasi dette sono sempre le stesse: “ NON TI SOPPORTO Più”, “TI LASCIO “, “ ME NE VADO”, dentro abbiamo l’orgoglio che ribolle come una pentola in ebollizione e vorremmo avere la forza di prendere e sparire lasciando quell’uomo su due piedi, ma non riusciamo a fare un passo, i nostri piedi sono come cementificati al pavimento, urliamo e basta, sperando che quelle parole urlate arrivino al suo cuore.
Le lacrime scendono sempre più spesso del normale e ci tengono compagnia anche quando non scorrono sulle guance ma dentro la propria anima, spesso si continua ad andare avanti perché ci hanno sempre insegnato che non si deve mollare mai e poi che le crisi in amore le passiamo tutti.
E ci arrabbiamo quando dopo mille tentativi, dopo esserci incolpate di tutto, chiesto almeno mille volte il perché sta capitando e cercato di risistemare il tutto, nuovamente vediamo che nulla cambia, tutto continua a essere freddo, non ci si cerca più neppure a letto, dove il saluto notturno diventa un semplice “NOTTE” magari detto girati l’uno nel verso opposto del altro.

 

Amore-finito-male


Poi arrivano le cosiddette conoscenze a dispensare consigli del caxxo: “Fallo di più con lui, vedrai che tutto si aggiusta” … come se obbligarsi a fare l’amore sette giorni su sette in un qualche modo potesse riparare quel qualcosa che non esiste più; oppure, ti dicono di essere più dolce e carina o di vestirti più sexy e poi ci propinano le loro storie strà super mega favolose che, siamo oneste, si possono leggere solo nei libri delle favole, dove principi e principesse vivono storie d’amore con la frase conclusiva del vissero per sempre felici e contenti.
La realtà è che quando ci troviamo a vivere questi momenti, bisognerebbe riuscire a essere sincere con se stesse ammettendo che oramai quel rapporto che ci rendeva tanto felici, non esiste più, inutile cercarne i motivi: se è successo per colpa di un’altra che si è intromessa nella nostra relazione o se qualcosa di noi non gli piace più.
Anche se è difficile, un po’ come se fossimo ancorate a un masso enorme, bisogna trovare il coraggio e la forza di aprire quella porta e fare il passo di cambiare vita, senza paura del futuro, senza paura di non riuscire più a innamorarsi o a ricostruirsi una vita.
Portare avanti un rapporto rotto è deleterio, fa ammalare l’anima e per quanto sia difficile ricominciare, non è mai così brutto come il distruggersi per amore e si sa… l’amore crea le sofferenze più pesanti.

 

Letto 7533 volte Ultima modifica il Martedì, 05 Febbraio 2013 11:35
Vota questo articolo
(8 Voti)
Suyien Assandri

Palare di se stessi non è facile, a chi lo chiede solitamente rispondo "Sono semplicemente io" ma questa formula magica ovviamente ad un estraneo non dice proprio nulla quindi direi che:

  • ho 36 anni, chiacchierona, sensibile, testarda, estremamente sincera...
  • sono mamma  del mio bellissimo Mattia nato nel 2010 che adoro, non so se sono una buona mamma io però lo spero e faccio di tutto per crescere il mio bimbo circondato di amore e armonia.
  • felicissima compagna del mio amore da 8 anni.
  • animalista stra-convinta...

Amo scrivere, un paio di anni fa sono riuscita a realizzare il mio sogno di vedere pubblicati due miei racconti brevi.

Concluderei dicendo che sono sempre pronta a nuove sfide per scoprire nuovi mondi e far crescere la mia persona sempre di più.