Eccomi qui, ma questa volta voglio spostare la mia attenzione che normalmente si concentra su tutto ciò che è fashion, per parlare di un altro argomento…ma prometto che poi tornerò a “parlare Pradese”.
Ci stavo pensando da qualche giorno…con la scusa dell’inizio del 2013 tutti i Social Network e i giornali non parlano d’altro: i buoni propositi per il nuovo anno, ma la mia riflessione si è soffermata su altro. In quanti sono “costretti” a ricominciare da zero? In tantissimi, me compresa. La motivazione può essere la fine di un Amore, la perdita del lavoro o meglio il cambio del posto del lavoro (perché voglio essere ottimista), il trasferimento in una nuova casa, l’inizio o la fine di una convivenza, l’arrivo di un figlio, il matrimonio, o il ritorno al mondo dei single…tanti motivi per dire “Basta! Adesso ricomincio tutto da zero!”.
Bisogna però fare una distinzione tra quelli che devono ricominciare per motivi positivi (l’arrivo di un bebè, il matrimonio, l’arrivo dell’Amore vero, un miglioramento professionale…) a cui posso solo fare i complimenti e quelli costretti a risollevarsi per una batosta, spesso inaspettata che ti colpisce in pieno volto come un fulmine a ciel sereno. Sono proprio loro quelli a cui indirizzo il mio articolo giusto perché ci sono passata anche io!
Lo so, e parlo per cognizione di causa, certe parole vi sembreranno inutili e già sentite, ma solo adesso, superato il momento in cui si vede tutto nero, posso dirvi che le persone che vi stanno accanto e vi incitano ad andare avanti hanno perfettamente ragione.
“Morto un papa se ne fa un altro”, “Chiusa una porta si apre un portone” frasi che sentirete a gogo, sta a voi capirne l’utilità. Gli amici (e solo in questi casi riconosci quelli VERI…quelli disponibili in pieno agosto, anche se sono in ferie, quelli che stanno con te tutta la notte per farti ridere o per asciugarti le lacrime, a differenza di quelli che ti mandano un sms freddo giusto per scoprire cosa è successo o da che parte stare) vogliono solo la nostra felicità e solo chi è passato nella nostra stessa situazione può aiutarci veramente. Ascoltate tutti i consigli che vi arrivano, dai colleghi, dai compagni di studio, dal vicino, purchè siano opinioni sensate e di persone che possono capirvi perché sono loro i primi ad essere stati lasciati, ad aver perso il lavoro o ad aver chiuso una convivenza. Fate vostre solo le parole che vi possono dare quella spinta necessaria a rialzarsi. All’inizio sembra tutto nero, le lacrime escono senza controllo, anche in ufficio davanti al pc, vi passa l’appetito e iniziate a colpevolizzarvi per cercare il motivo per cui è successo tutto, SBAGLIATO!!

 

 

Ma poi arriva il giorno in cui ricomincia a risplendere il sole, una parola o un semplice gesto di qualcuno vi aiuterà a riprendere il vostro cammino a rivedere i colori, riassaporare i gusti e gli odori del mondo che vi circonda. Ricomincerete a cercare un nuovo impiego, a conoscere nuova gente, a conoscere nuovi amici e troverete persone degne di stare al vostro fianco. Coccolatevi, viziatevi, pensate solo a voi stessi e a volervi bene.
Ricordate, tutto può essere sistemato, basta volerlo e vedrete che sarà molto meglio di prima. Quindi se vi riconoscete in questa categoria la parola d’ordine per il 2013 è RESET! Avanti amiche….io l’ho già fatto…e anche in questo caso lo shopping può essere molto d’aiuto!

 

Letto 3349 volte Ultima modifica il Lunedì, 04 Febbraio 2013 16:39
Vota questo articolo
(1 Vota)
Arianna Salvadeni

Sono Arianna, e  rientro in quella fascia di giovani che stanno cercando lavoro... o meglio, che vogliono capire cosa vogliono fare da grandi e nel frattempo si fanno definire "choosy" e "bamboccioni". 

Sono una fashion addict... la mia, come molte donne, potrebbe essere una malattia... da cui pero’ non voglio guarire perche’ e’ l’unico modo per stare bene e serene, ma soprattutto e’ l’unico modo per non pensare. Certo, non la pensa come me il mio portafoglio e il mio direttore di banca, ma come mi ha detto un’amica pochi giorni fà "i soldi sono fatti per essere spesi!’’, quindi alla rincorsa dell’affare perfetto, in giro per outlet super convenienti, in attesa dei saldi stagionali, vi voglio deliziare con qualche consiglio e qualche vademecum per non sbagliare o non incappare in un errore imperdonabile anche per la meno esperta di Fashion!

Non sono una sportiva, percio’, essendo in lotta continua con i kg di troppo, cerco di non pasticciare per evitare l’attivita’ fisica, dato che il mio sport preferito e’ lo stare sul divano con il telecomando in mano, ma ogni tanto sono costretta ad uscire per una passeggiata, un pattinata... o ahime’ una corsetta, anche se con questo freddo, la voglia scivola sotto i piedi! Adoro guardare la tv... dalle serie tv, ai reality, passando per tutti i programmi che trattano l’argomento moda. Inutile dire che la mia serie preferita e’ "Sex and the City"... Carry and Co. hanno sempre qualcosa da insegnare e, pur sapendo gli episodi a memoria, non mi stanco mai di loro... forse perche’ anche io credo nell’Amore, nello shopping e nella mia migliore amica che conosco da sempre!

In breve sono un’eterna sognatrice, che crede nell’Amore e che spera di trovare presto la sua strada professionale per sentirsi completamente realizzata!