28 Apr

Le 10 cose più sporche che tocchiamo tutti i giorni

Scritto da  |
Care amiche, batteri, funghi e germi pullulano su tutte le cose che utilizziamo praticamente tutti i giorni. Basta pensare al carrello della spesa, al telefono di casa, al cellulare, oppure alle saponette. Scopriamo, dunque, insieme quelle che sono le 10 cose più sporche che esistono e che tocchiamo praticamente ogni giorno.
 
10. Saponetta
 
Sembra preferibile in effetti preferire il sapone liquido alla saponetta, poiché le zone intime della donna e dell'uomo son naturalmente protette dalla flora batterica, cioè dai microorganismi che ci vivono. La saponetta, invece, può intaccare tale difesa naturale, rendendo le zone intime vulnerabili all'aggressione di questi agenti volti a danneggiarci. 
 
9. Soldi
 
Secondo un recente studio fatto a New York, ogni banconota avrebbe una media di ben 130 mila batteri, mentre una carta di credito su dieci sarebbe infetta da materia fecale. Ovviamente ciò dipende anche della abitudini igieniche delle persone. Basta pensare, infatti, che solo il 39% delle persone si lava le mani prima di mangiare. 
 
8. Bucato
 
Ebbene sì. Accappatoi, lavatrici e tappeti bagnati sono il terreno migliore per la proliferazione delle muffe, responsabili di problemi sia respiratori, che di allergie o infiammazioni polmonari. Gli indumenti sporchi, anche dopo essere stati lavati in lavatrice, ospitano dei batteri, che trovano proprio negli ambienti caldi e umidi il luogo ideale per crescere. 
 
7. Tastiera del computer
 
Contiene, in genere, più batteri della tavoletta del water.“Which? Computing”, una famosa rivista britannica di consumo, ha messo in evidenza che le tastiere più sporche superano di 150 volte il limite di batteri nocivi, tali da causare anche sintomi di intossicazione alimentare.
 
6. Telefono
 
Uno studio realizzato dagli studenti di biologia dell’Università del Surrey (Inghilterra), evidenzia che i cellulari contengono quantità industriali di batteri, tra i quali spicca lo stafilococco aureo che può anche provocare delle infezioni dalle gravi conseguenze.
 
5. Bocca
 
L'Università dell’Ohio ha evidenziato che nella bocca possono esserci più batteri che nei nostri ani, tra l'altro potenzialmente patogeni.
 
4. Carrelli della spesa
 
Uno studio pubblicato su HealtFreedoms.org, suggerisce che ci sono più germi su un carrello della spesa che sulla tazza del water di un bagno pubblico. Occorre portare con noi delle salviettine disinfettanti per pulire il carrello e un gel igienizzante per disinfettare le mani dopo averlo utilizzato.
 
3. Maniglie delle porte
 
Per evitare di entrare in contatto con il pullulare di batteri che si annidano sulle maniglie delle porte delle nostre case o di altri luoghi pubblici, occorrerebbe applicarvi sopra un'apposita vernice ecologica che riesce a ridurre del 99% il livello di microrganismi dannosi normalmente presenti su di esse.
 
2. Sciacquone
 
Ha meno batteri di pc e cellulari. Tuttavia, bisogna considerare che il numero dei batteri negli sciaquoni dei bagni pubblici è davvero altissimo. Quindi occorre sempre lavarsi le mani dopo averne premuto uno per scaricare. 
 
1. Sedili dei mezzi pubblici
 
All'interno di un'automobile ci sono 700 diversi batteri per ogni pollice quadrato di sedile. Nei mezzi pubblici tali numeri si triplicano. Dunque mai mettere la mani in bocca dopo aver toccato uno di questi sedili, care amiche.
 

Letto 3305 volte
Vota questo articolo
(2 Voti)
Simona Vitale

Nata a Napoli nel 1982, amo la cultura, la legge e il giornalismo. Laureanda in Giurisprudenza, mi divido fra le mie grandi passioni sia nel lavoro che nella vita. 

 

Facebook: Simona Vitale