27 Apr

L'oroscopo di oggi 27 aprile 2014, segno per segno

Scritto da  |
Care amiche, ecco cosa ci riservano le stelle oggi 27 aprile 2014. Leggiamo l'oroscopo
 

ARIETE (21 marzo – 19 aprile): non reagite in maniera impulsiva ad un evento inatteso, altrimenti resterete invischiati in situazioni spiacevoli.

 

TORO (20 aprile – 20 maggio): siate semplici e concisi, in modo tale che verrete capiti con facilità da tutti.

 

GEMELLI (21 maggio – 20 giugno): trasmetterete dei messaggi che alla fine sarebbero rimasti inespressi, per cui siate fieri di voi stessi. 

 

CANCRO (21 giugno – 22 luglio): vorrete fare colpo su una persona, ma alla fine riuscirete soltanto a farvi fraintendere.

 

LEONE (23 luglio – 22 agosto): riflettete bene prima di decidere, altrimenti potreste rovinare quella che sembra essere una bella situazione.

 

VERGINE (23 agosto – 22 settembre): una questione marginale potrebbe rivelarsi davvero importante, per cui non sottovalutatela.

 

BILANCIA (23 settembre – 22 ottobre): un campo sarà davvero difficile da gestire, ragion per cui dovrete dimostrarvi davvero fieri di voi stessi e dei vostri risultati.

 

SCORPIONE (23 ottobre – 21 novembre): assumetevi la responsabilità del vostro passato, nulla si può più cambiare.

 

SAGITTARIO (22 novembre – 21 dicembre): lascerete dei conti in sospeso, ma alla fine sarete molto risoluti nel risolvere le faccende.

 

CAPRICORNO (22 dicembre – 19 gennaio): comunicherete una brutta notizia a qualcuno, non indorate la pillola visto che alla fine la situazione non è certamente piacevole.

 

ACQUARIO (20 gennaio – 18 febbraio): risolverete una situazione che vi impedisce di essere voi stessi fino in fondo.

 

PESCI (19 febbraio – 20 marzo): usando intuito e intelligenza riuscirete a capire le parti mancanti di una rivelazione che vi è stata fatta.

 

Letto 1300 volte
Vota questo articolo
(1 Vota)
Simona Vitale

Nata a Napoli nel 1982, amo la cultura, la legge e il giornalismo. Laureanda in Giurisprudenza, mi divido fra le mie grandi passioni sia nel lavoro che nella vita. 

 

Facebook: Simona Vitale