26 Mar

Chirurgia plastica, i segni degli "orrori" sul corpo delle donne (FOTO)

Scritto da  |

Se è vero che ogni donna vorrebbe essere perfetta, occorre, però, anche ricordare che la strada verso la perfezione fisica non solo è praticamente impossibile, ma anche tortuosa e colma di ostacoli. Ricorrere alla chirurgia plastica non è certamente cosa semplice ed una fotografa coreana, Ji Yeo, ha deciso di raccontare quel che si cela dietro un intervento plastico attraverso delle immagini.

 
Proprio la stessa Yeo, che oggi ha 29 anni e viaggia fra Corea e Stati Uniti, voleva trasformarsi in una donna perfetta proprio grazie ad una serie di ritocchini. Tuttavia, dopo aver parlato con diversi specialisti ha ponderato quelle che sono state le sue decisioni. Ha così contattato alcune donne, sue connazionali, chiedendo loro di prestarsi ad un servizio fotografico, realizzato immediatamente dopo un intervento plastico in cambio di un po' di assistenza. 
 
Il suo progetto, che si chiama Recovery Room, sta facendo il giro del mondo e mostra delle donne a letto che mettono a nudo quelle che sono le conseguenze degli interventi di chirurgia plastica. Non solo, la fotografa è anche giunta in finale al premio Taylor Wessing 2013 per i ritratti fotografici, mostrando una donna con calze chirurgiche e bendaggio in testa.
 
Al quotidiano inglese  Guardian, la fotografa ha raccontato: "Le cliniche di chirurgia plastica sono enormi in Corea del Sud. Si tratta di veri e propri ospedali, non di semplici cliniche. Edifici alti fino a 14 piani, con sale di intrattenimento, posti letto, sale operatorie. Tutto quel che serve". 
 
Nel paese asiatico, aggiungiamo, la chirurgia estetica sembra stia diventando un vero e proprio fenomeno di massa: basta pensare al fatto che una donna su cinque di età compresa tra i 19 e i 49 anni si è sottoposta, solo nella Capitale, almeno ad un intervento.  
 
Vi mostriamo alcune delle foto del progetto di Ji Yeo, che sconsigliamo ad un pubblico troppo sensibile.
 
 
Letto 2997 volte
Vota questo articolo
(2 Voti)
Simona Vitale

Nata a Napoli nel 1982, amo la cultura, la legge e il giornalismo. Laureanda in Giurisprudenza, mi divido fra le mie grandi passioni sia nel lavoro che nella vita. 

 

Facebook: Simona Vitale