01 Feb

Poco sesso durante il matrimonio? La legge saudita concede il divorzio alle donne

Scritto da  |

Il fare poco sesso nel corso del matrimonio può essere considerata un'ottima ragione per concedere il divorzio. Questo, almeno, secondo quanto accade in Arabia Saudita dove la sharia, la legge che lì è in vigore, dà ragione a quel coniuge che lamenta la carenza di rapporti sessuali nel corso del matrimonio. La cosa sorprendente è che a lamentarsi dell'insufficienza dei rapporti fisici sono per lo più le donne, gli uomini, infatti, rappresentano un'esigua minoranza. Il ministero della Giustizia saudita ha fatto sapere che nel corso del 2013 ben 1654 sono stati i cittadini sauditi che hanno chiesto il divorzio a causa della carenza di rapporti sessuali. Di questi  1371 sono state donne e solo 238 uomini.

 
Probabilmente, alla base della sproporzione, sta anche il diverso modo in cui vengono concepiti i rapporti sessuali in relazione ai due sessi. Se le relazioni extraconiugali sono tollerate per i maschi, ciò non avviene infatti per le femmine. Bisogna anche aggiungere che nella maggior parte dei casi i problemi delle coppie vengono risolti grazie all'istituto della “riconciliazione dentro le case”. 
 
Il dibattito all'interno delle mura domestiche avviene soprattutto per “proteggere la donna dai giudizi di estranei”. Un giudice locale ha spiegato alla tv Al Arabiya, che “tale ambiente protetto consente spesso di arrivare ad una soluzione del contenzioso sulla base della Sharia”. In tal modo, alla fine, il 60% dei matrimoni viene salvato.
 

Letto 1806 volte
Vota questo articolo
(4 Voti)
Simona Vitale

Nata a Napoli nel 1982, amo la cultura, la legge e il giornalismo. Laureanda in Giurisprudenza, mi divido fra le mie grandi passioni sia nel lavoro che nella vita. 

 

Facebook: Simona Vitale