20 Nov

Sesso debole… A chi?

Scritto da  |

Le donne di oggi si sono abituate già da molto tempo ad avere un ruolo sempre più complesso e carico di responsabilità.

Ma perché parlo in terza persona? 

Le donne di oggi... SIAMO NOI. Siamo io e te che stiamo leggendo questo articolo. Ed entrambe di responsabilità ne abbiamo parecchie.

Ti sei mai fermata a pensare a tutto quello che fai nelle tue giornate? Hai mai riflettuto sull’importanza che hai per le persone che ti stanno intorno? Hai mai analizzato tutti i ruoli che ricopri nella tua vita (in casa, al lavoro, con i figli, ecc.)? 

Ma per essere al contempo donna, mamma, moglie, casalinga, lavoratrice (e chi più ne ha più ne metta) spesso si rischia il LOGORAMENTO. Un pessimo punto d’arrivo preceduto spesso da sintomi comuni: peggioramento della qualità della vita, tensione nei rapporti affettivi, minori risultati professionali, rinuncia ai propri desideri, stress, insoddisfazione.

E questo, molto spesso, è causato dal fatto che noi donne vogliamo fare troppe cose. Ci sovraccarichiamo di compiti, che vogliamo svolgere da sole (non siamo molto propense alla delega perché... come facciamo noi quella cosa non la fa nessuno, oppure ci mettiamo più tempo a spiegarla a qualcun altro che a farla noi stesse), perdendoci alle volte in manie di perfezionismo immotivate. 

Quindi: 

•troppe cose,

•che vogliamo fare da sole

•in modo perfetto. 

Una miscela ESPLOSIVA, direi. Un’efficienza estrema che si rivela un’arma a doppio taglio. 

 

 

Ma perché facciamo così? Perché sembra che il mondo intorno a noi ci chieda di saper ricoprire tutti questi ruoli e di farlo anche in modo impeccabile. Quante volte sentiamo addosso il peso delle aspettative altrui! Il nostro capo, il nostro compagno, i nostri figli, i nostri genitori, le amiche. Un ammasso di vocine dentro la testa che ci dicono cosa dovremmo fare e come dovremmo farlo.

Non è di consolazione, ma ti dico comunque che questo problema è MOLTO DIFFUSO nella popolazione femminile, e tante donne tendono a far sfociare queste ansie in blocchi psicologici più o meno forti. 

Eppure, posso assicurarti che nessuno si aspetta che tu sia Wonder Woman. E nessuno ti ama solo per le cose che fai. L’affetto, la stima, il riconoscimento degli altri lo guadagni per la persona che sei e non per il carico di compiti che riesci a sopportare. Questo deve essere per te un pensiero chiaro, come un mantra da ripeterti nella testa ogni giorno. 

Se ti senti toccata da questo argomento, è importante che ti fermi a rifletterci su. Poniti queste DOMANDE: 

•   Sento il peso delle responsabilità? 

•   Ho la sensazione di essere oppressa o schiacciata dalle aspettative altrui? 

•   Penso che gli altri mi vogliano bene solo perché faccio qualcosa per loro? 

Se hai risposto sì, sappi che tutti questi pensieri sono SBAGLIATI. Gli altri ti amano per la persona che sei, e forse ti amerebbero ancora di più se ogni tanto ammettessi di essere anche tu “umana”, dicendo ad esempio di aver bisogno di riposarti!

Facendo mente locale rimani comunque convinta che gli altri si aspettino molto da te? Può essere vero. Ma quanto li hai portati tu stessa a pensarla così? Quanto hai abituato le persone che ti stanno intorno a pensare che tu puoi fare ben più del necessario? Se hai dato spesso l’idea di essere un robot instancabile, ovviamente gli altri saranno abituati a vederti così, e tareranno le loro aspettative su questa misura. 

Si può invertire la rotta? Certo, nella vita ci sono ben poche cose “definitive”. 

Come farlo? Ammettendo i tuoi LIMITI e accettandoli. Cerca di capire fin dove puoi arrivare, cosa è davvero necessario e cosa no, non vergognarti di mostrare le tue debolezze e di chiedere aiuto. Ti assicuro che questo ti farà sentire molto più leggera, libera e... vicina agli altri. 

Prova a trattare te stessa in modo meno severo, tollera le tue debolezze così come fai con quelle degli altri. Esci dalla corazza di Robocop e torna a vivere nella tua pelle di donna, che senza dubbio è molto più affascinante!

 

Letto 4630 volte Ultima modifica il Lunedì, 07 Gennaio 2013 15:38
Vota questo articolo
(3 Voti)
Eleonora Mauri

Studiosa da tempo delle tematiche di crescita e miglioramento personale, i miei primi scritti li dedico al mondo femminile.

Unendo la mia esperienza personale a quella di altre donne intorno a me, coltivo il sogno di realizzare una serie di ebook per aiutare le donne di oggi: divise tra casa, lavoro, marito e figli, con pochi aiuti e tante responsabilità.

Ho sviluppato negli ultimi anni grazie anche all’esperienza lavorativa un’ottima capacità comunicativa, che viene rispecchiata nel mio stile di scrittura: semplice, chiaro e diretto.

Sai che esiste finalmente un sistema di Gestione del Tempo studiato apposta per le Donne?! Un metodo per organizzare il LAVORO, la CASA e la FAMIGLIA in modo da avere PIU’ TEMPO PER TE STESSA e per le cose che ami.

Clicca qui per saperne di più

Sito web: www.macrolibrarsi.it/ebooks/ebook-la-gestione-del-tempo-per-la-donna-impegnata-pdf.php