20 Nov

Shopping compulsivo, cos'è e quando bisogna preoccuparsi

Scritto da  |

Care amiche, oggi vogliamo parlarvi di un problema serio e piuttosto comune che può riguardare sia noi donne che i maschietti. Parliamo dello shopping compulsivo. Se generalmente lo shopping è attività destinata a rilassarci portandoci ad acquistare generi che spesso non sono di prima necessità (come capi di abbigliamento, scarpe, cosmetici, articoli per la casa, etc.) solitamente nei fine settimana e passeggiando in strade affollate e ricche di negozi (anche per fare una bella passeggiata) o nei centri commerciali, cosa ben peggiore è la sua degenerazione.

 

Si tratta di un momento gioioso e gratificante che spesso soprattutto noi donne tendiamo a voler dividere con amiche o membri della famiglia, spinte da tutte quelle belle cose che vediamo nelle vetrine dei negozi o (in tempi più moderni) anche su internet. Certo è che se acquistiamo un bene solo per il gusto di comprarlo, se questo viene poi "abbandonato" nell'armadio e se ci lascia un certo senso di colpa dopo averlo acquistato, forse, possiamo parlare di shopping compulsivo.

 

Bisogna fare molta attenzione, amiche. Innanzitutto lo shopping compulsivo può provocare gravi danni al vostro portafoglio ed, inoltre, vi porterà ad accumulare grosse quantità di oggetti in casa che rimarranno lì del tutto inutilizzati creando evidenti problemi di spazio. Bisogna senza dubbio dire che esposti al pericolo dello shopping compulsivo sono anche gli uomini sebbene questi preferiscano dedicare le loro attenzioni in primis ad oggetti dell'elettronica (pc, telefoni, tablet) e secondariamente ai capi di abbigliamento e alle scarpe (amatissimi invece dalle donne).

 

Il tutto senza contare le possibilità offerte dai numerosi siti di commercio online e gli sconti che questi offrono. Sembra che a soffrire di shopping compulsivo in maniera più accentuata sia la fascia femminile di età compresa fra i 45 e i 54 anni, attive soprattutto su internet grazie alle credit cards che non sempre danno un'idea esatta dei soldi spesi nell'acquistare cose. 

 

Il consiglio è innanzitutto quello di destinare una somma di denaro precisa da portare con sé per fare shopping, lasciando la carta di credito a casa ed evitando di fare acquisti solitari, cercando di farsi accompagnare da amici che possano "tenervi sotto controllo". Ancora, stabilite in che giorni fare shopping, annotando ciò che comprate e ciò che comprerete la volta successiva. Insomma amiche fate attenzione sempre a quanto spendete e a cosa comprate.

 

Letto 3077 volte
Vota questo articolo
(5 Voti)
Simona Vitale

Nata a Napoli nel 1982, amo la cultura, la legge e il giornalismo. Laureanda in Giurisprudenza, mi divido fra le mie grandi passioni sia nel lavoro che nella vita. 

 

Facebook: Simona Vitale