Sul sito di Ageuta, è possibile trovare e acqusitare un'interessante linea di prodotti, definita Equlibrio, creata dal Dottor Margaglia, che propone soluzioni detergenti, crema anti aging e acido ialuronico. Scopriamo insieme nel dettaglio i seguenti prodotti: Soluzione Detergente, Soft Peeling Rinnovatore Cellulare, Crema Anti Aging pelli mature e Acido Ialuronico a tre pesi molecolari. 

30 dicembre 2012: muore Rita Levi Montalcini e con lei se ne va un pezzo di storia italiana, un motivo per il quale il nostro paese poteva sentirsi orgoglioso, fiero di essere la patria di una donna che con la sua intelligenza e determinazione ha saputo raggiungere i suoi obiettivi in un epoca nella quale il sesso femminile non aveva di certo le possibilità e l’indipendenza che possiamo dire di aver raggiunto oggi dopo tanti sforzi. Rita Levi Montalcini ha dimostrato come la costanza e la volontà siano due elementi fondamentali ed essenziali per il raggiungimento di uno scopo.
Nacque in una famiglia ebrea nella quale erano ben percettibili le concezioni vittoriane sul ruolo della donna che doveva semplicemente aspirare al ruolo di moglie e madre modello, ma nonostante ciò la Montalcini si iscrisse all’Università di Torino dove cominciò a studiare medicina intraprendendo anche studi sul sistema nervoso che condusse poi per tutta la vita.
A causa della sua origine ebrea fu oggetto di persecuzioni costretta ad emigrare dapprima in Belgio poi Firenze ed infine negli Stati Uniti dove vi restò per ben 30 anni.
Ed è proprio li che attraverso studi approfonditi arrivò alla scoperta e all'identificazione del fattore di accrescimento della fibra nervosa, una scoperta che le varrà il premio Nobel per la medicina nel 1986.
In un’intervista degli ultimi anni una domanda alla quale rispose fu se avesse avuto dei rimpianti nella sua vita da ultracentenaria e la sua risposta fu un NO deciso, bhè, come biasimarla: una donna con un coraggio ed una fermezza da fare invidia a chiunque, non poteva che essere fiera delle sue scelte e dei suoi traguardi.
Penso che ognuno di noi dovrebbe guardare a questa grande donna e prenderla ad esempio perché non è stata solo un genio della scienza bensì una dimostrazione di emancipazione e di ingegno, una neurologa che ha studiato la complessa macchina che è la nostra mente, una donna che era la mente di questo paese.

 

Care amiche, la fine del mondo potrebbe essere vicina davvero. Questo almeno secondo quanto rivela Pat Robertson, il conduttore 84enne di una trasmissione televisiva statunitense sul canale ABC. L'uomo ha dichiarato infatti: "La prossima settimana un asteroide potrebbe colpire la Terra".

 
Il conduttore, già nel suo libro "The End of th Day", aveva profetizzato un imminente impatto che avrebbe causato la distruzione del nostro Pianeta. Nei giorni scorsi Robertson ha ribadito il suo concetto, suscitando un certo timore nel pubblico più sensibile. Nel corso di "The 700 club", ha, nuovamente, detto: 
 
"State pronti. Potrebbe accadere la prossima settimana, o a mille anni da oggi, ma comunque dobbiamo essere pronti al momento in cui il Signore ci dirà che è il momento di tornare a casa".
 
Ennessima bufala o imminente e catastrofica verità? Solo il tempo potrà dircelo. 
 

Un'isola che magicamente appare e scompare? Esiste, ed è stata scoperta in uno dei mari di Titano, la più grande delle isole di Saturno. Tale fenomeno sarebbe dovuto all'attività geologica, ai cambiamenti stagionali e alle onde e maree. L'isola è stata scoperta dalla sonda Cassini, che ha scattato delle foto analizzate poi da un gruppo di ricercatori dell'Università Cornell e descritte su Nature Geoscience. 

 
Jason Hofgartner, uno dei responsabili dello studio, ha spiegato: "Questa scoperta dimostra che i liquidi che compongono i mari e i laghi nell'emisfero nord di Titano non sono semplicemente stagnanti e immutabili ma in evoluzione. Non sappiamo esattamente cosa ha causato la comparsa di questa "isola magica" e ora stiamo cercando di capirlo".

Ricordiamo che Titano è la più grande delle 62 lune di Saturno. Parliamo di una sorta di piccolo "mondo", grande quanto il pianeta Mercurio. L'atmosfera è costituita principalmente da azoto, e al di sotto di essa la sonda Cassini ha già da anni scoperto l'esistenza di un paesaggio simile a quello della Terra e nel quale sono presenti dune, laghi, mari. Tuttavia essi non sono composti di acqua, ma di metano e idrocarburi che esistono in grandi quantità sia in forma gassosa che liquida.
 
Le immagini inviate nel 2013 e confrontate con quelle più vecchie hanno consentito di far cogliere ai ricercatori l'esistenza di un'isola apparsa nel mare Ligeia. Le cause della comparsa di quella che viene ora definita "isola magica" potrebbero essere tante: si parla un "abbaglio" radar causato da onde, oppure della risalita di gas dal fondo del mare ma anche il deposito di materiale trasportato dalle correnti. In ogni caso sembra che il fenomeno sia destinato a scomparire, sebbene questa interessante luna di Saturno sia ancora in trasformazione. Staremo a vedere.
 

Se pensate che i dinosauri si siano estinti milioni di anni fa, forse sarete destinati a ricredervi in quanto essi potrebbero semplicemente essersi evoluti nel corso di circa 50 milioni di anni. Il tempo necessario affinché i dinosauri diventassero quelli che sono gli odierni uccelli. Questo, perlomeno, è il risultato di una ricerca australiana pubblicata su Science e condotta da un gruppo di ricerca internazionale coordinato da Michael Lee del museo di Adelaide. Allo studio ha partecipato anche l'Italia con il gruppo di Andrea Cau del museo geologico e paleontologico "Giovanni Capellini" di Bologna e dell'università di Bologna.