Grande Moda sul red carpet. 

Grandi firme per gli abiti indossati dalle star che hanno sfilato sul red carpet in onore dell’85esima edizione del premio Oscar. Dalle scelte di gran classe alle più discutibili. Il tutto contornato da acconciature e accessori di gran classe per una serata importante e di un certo calibro mondano.

Nicole Kidman, il cui volto è stato scelto per personificare la bellissima Grace Kelly nel film dedicatole, era in scintillanti paillette nere con particolari oro sulla scollatura e sulla fine della gonna a sirena by L’Wren Scott.

Jennifer Aniston in un rossissimo Valentino senza spalline con gonna svasata. Semplice ma assolutamente d’effetto.

La fiamma di Clooney Stacey Keibler indossava un vestito firmato Naeem Khan con allacciatura al collo e trasparenze sulla schiena.

La giunonica Charlize Theron ha sfilato in un bianchissimo Dior con corpetto dallo scollo a V e peplo.

La talentuosa Anne Hathaway ha preso il suo meritato premio avvolta in un lungo e lucido abito di Prada color rosa confetto con allacciatura incrociata sulla schiena.

 

abiti-star-oscar-2013

 

La neo-mamma Adele in nero con maniche trasparenti fino al gomito con particolari scintillanti by Jenny Packham vantava una linea in perfetto stile curvy senza nulla da invidiare alle altre bellissime della serata.

Naomi Watts brillante in uno pseudo cyber style nel grigio monospalla di Armani privè.

La vampira Kristen Stewart indossava un chiaro Reem Acra decorato con rose bianche e con gonna lunga dai particolari di tulle.

 

outfit-oscar-2013

 

Halle Berry mette in mostra la scollatura in un Versace scuro con righe argento, maniche lunghe e spalline acuminate.

Jennifer Garner, molto elegante, indossava un abito di Gucci dalla nuance prugna e con un particolare retro di tulle (o forse chiffon) arricciato fino allo strascico.

 

Qui la Seconda parte degli Abiti degli Oscar 2013

 

Continuiamo ad ammirare gli abiti indossati dalle Star sul red carpet degli Oscar per l’ 85esima edizione.

 

La bella Maria Menounos aveva uno stile semplice ma curato con l’abito liscio di Romona Keveza. Stile sirena dal colore fucsia acceso.
Amanda Seyfried ha sfoggiato uno splendido Alexander McQueen allacciato al collo dal colore tenue con rifiniture dorate. Particolare a goccia sul decolleté. Strascico e capelli raccolti: raffinata.

Un’altra fiammante in rosso Valentino è stata Sally Field, che ha scelto un abito girocollo con maniche lunghe. Arricciatura in vita e gonna svasata con particolari balze sia sul finale che sullo strascico.
L’ultima lady Tarantino Kerry Washington ha sfoggiato un abito con corpetto di cristalli e paillette rifinito con fiocco piatto in vita e lunga gonna di un bellissimo rosa corallo. By MiuMiu – casa figlioccia di Prada.

 

Outfit-oscar-2013-washington-Witherspoon


La bionda Reese Witherspoon ha colpito i fotografi con un abito di Louis Vuitton blu con fascia nera sul decolleté. Di gran classe e senza troppe pretese.
Jennifer Hudson è stata una delle poche celebrità a sfoggiare un lungo spacco. L’abito in questione è un Cavalli con maniche lunghe velate e scollatura a barca. La texture richiamava un maculato cangiante su sfondo blu tenue.

Helena Bonham Carter nello stile di Vivienne Westwood. L’attrice ha portato sul red carpet un vestito nero con sottogonna bianco. La parte superiore non tanto stretta né in vita né sulle spalle non le rendevano troppa giustizia per via di un taglio troppo “canottiera”. Nel complesso, però era un abito adatto alla sua figura noir.
Octavia Spencer ha optato per un colore chiaro a contrasto con la sua carnagione scura. Il vestito della curvilinea attrice era dello stilista americano (nativo giapponese) Tadashi Shoji. Il colore era un chiarissimo cipria. Perline per il corpetto. Soffice tulle per avvolgerle spalla e braccio.

 

Vestiti-oscar2013


Colori luminosi da chi non ti aspetteresti. La 75enne Jane Fonda ha portato in passerella un luminosissimo vestito firmato Versace di colore giallo. Lungo e dritto con spalline prominenti. Scollo profondo a V e apertura sulla schiena. Particolari dorati laminati e di perline che abbracciavano il busto fino a convergere in vita.
Particolare vestito a tunica, quello di Salma Hayek. Dal tessuto vellutato con allacciatura sul collo e lavorazioni dorate che ricoprono interamente il decolleté. Di grande impatto e fascino. Abito by Alexander McQueen.

 

Tutti gli articoli della categoria MODA

Finiamo la carrellata degli abiti sfoggiati nella serata degli Oscar. (parte 1) (parte 2)
Kelly Rowland per l’occasione ha indossato un vestito con corpetto bianco e lunga gonna nera. La scollatura del corpetto aveva un drappeggio su una parte della coppa. La gonna mostrava le gambe della cantante con un lungo spacco laterale. Il tutto firmato Donna Karan.
Sul red carpet non poteva mancare il nome di Oscar De La Renta, questa volta indossato da Amy Adams. Il vestito con corpetto, numerose balze e volant sulla gonna interamente grigio perla.
Jessica Chastain ha sfoggiato un lungo abito di Armani. Fondo color rame, senza spalline, ricoperto da una luminosa rete chiara che richiamava vagamente una ragnatela. Perfetto per il suo incarnato e per il suo colore di capelli. Abbinato con un ottimo make up.

 

Outfit-oscar2013-star

 

Olivia Munn indossava un abito Marchesa con un bustino dalla forma particolare: davanti corto e dietro lungo da ricoprire il fondoschiena. I ricami dorati risaltavano molto sullo sfondo corposo del colore rosso carminio. La gonna drappeggiata si chiudeva in uno strascico.
Colore chiaro anche per Zoe Saldana. Abito con decolleté decorato. Cinta in vita con fiocco piatto laterale. Gonna lunga con spacco dal quale partivano due gradazioni di grigi e uno nero. Firmato Alexis Mabille.
Dai capelli lilla e dal vestito nero, Kelly Osbourne ha sfilato con un Tony Howard. Spalline intrecciate asimmetriche e decorazioni di lustrini fino al fondale della gonna. Busto con trasparenze a righe.

 

Abiti-piu-belli-oscar-2013


La vincitrice come migliore attrice Jennifer Lawrence ha incantato il pubblico con un abito firmato Dior (Haute Couture), la cui gonna è stata incolpata della simpatica caduta sui gradini per raggiungere il palco e ritirare l’ambito premio. Il vestito bianco tendente al cipria, con corpetto aderente e senza spalline, finiva vaporoso con un fiabesco strascico. Per rifinire, la bella attrice ha abbinato una lunga catenina calata sulla schiena.
La bella Catherine Zeta-Jones era sfavillante in un abito dorato di Zuhair Murad. Corpetto e ricami laminati fino allo strascico color sabbia.
Desta scalpore, ma allo stesso tempo enorme ammirazione, Helen Hunt. La bella e coraggiosa attrice ha scelto un abito lungo blu navy della collezione low cost del commercialissimo H&M per la mondana serata degli oscar.
Miss detective Sandra Bullock ha sfoggiato un favoloso abito scuro di Elie Saab. Le cadeva addosso perfettamente. Le trasparenze al punto giusto e i ricami le donavano una figura eccezionale.

 

Potrebbe interessarti : Vincitori Oscar 2013


È uscito da pochi giorni nelle sale cinematografiche il film "Zero Dark Thirty" della regista Kathryn Bigelow, vincitrice Oscar nel con 2010 con il film The hurt locker. 

Il titolo della pellicola si ispira alla fascia oraria notturna in cui si eseguono operazioni militari segrete.
Il film inizia con l'ascolto delle strazianti voci registrate delle vittime dell' attacco alle Torri Gemelle del 2001.

 

recensione-film-osama-bin-laden


Ripercorre con dovizia di particolari il lavoro di intelligence e di indagini svolto dalla CIA tra il Settembre 2001 ed il Maggio 2011 con la cattura e l'esecuzione di Osama Bin Laden, nascosto in una villa bunker in Pakistan. La protagonista del film è Maya, un' analista della CIA: donna volitiva e determinata in un mondo maschilista, fa della ricerca e della cattura di Bin Laden la propria mission e ragione di vita.
Il film non è tratto da un libro, ma è stato realizzato sulla base delle carte e delle testimonianze degli agenti e dei tecnici della CIA raccolte dallo sceneggiatore nonché giornalista Marc Boal. Il risultato è un thriller ben costruito d'impronta quasi giornalistica.
Volutamente c'è un distacco emotivo nella regia che si percepisce anche nelle scene degli interrogatori e delle torture ai prigionieri sospettati di terrorismo.
L'unico limite del film è la lentezza della prima parte. Recupera brillantemente nella seconda. Il suo punto di forza è la capacità di tenere alta la suspance fino alla fine benché l'epilogo sia ben noto a tutti. Magnifica l'interpretazione di Jessica Chastain (Maya), vincitrice di un Golden Globe come migliore attrice.
Il film ha invece cinque nomination agli Academy Awards.

Ne risentiremo sicuramente parlare.


Guida alla programmazione dei film in uscita nelle sale cinematografiche.

 

La conosciamo per il sorriso inconfondibile, gli occhi da cerbiatto e il taglio di capelli sbarazzino: è leggera, posata e contraddistinta da una femminilità che sa di romanticismo.

Anne Hathaway è una delle attrici di maggior successo degli ultimi anni, protagonista di numerose commedie americane e importanti film d’autore: impossibile non averla notata.

Figlia di un avvocato e di un’attrice, cresce in New Jersey e diventa famosa interpretando il ruolo di Mia nella pellicola firmata Disney “Principe azzurro cercasi”; continua a farsi conoscere con la parte di Laureen ne “I segreti di Brokeback mountain”, film vincitore di un Oscar. Ma la vera svolta arriva nel 2006 con “Il Diavolo veste Prada”, in cui Anne veste i panni di protagonista accanto a Meryl Streep. L’anno successivo viene scelta per il ruolo di Jane Austin in “Becoming Jane” e da quel momento il suo successo diventa inarrestabile.

Al punto da aggiudicarsi l’Oscar come miglior attrice non protagonista in “Les Miserables”, durante l’85esima edizione degli Accademy Awards, che si è svolta proprio qualche giorno fa.

 

 

Anne era elegantissima nel suo vestito di satin rosa firmato Prada, abbinato ad una splendida collana di diamanti e ad una commozione che non sembra aver riscosso altrettanto successo tra il pubblico.

Proprio durante la premiazione infatti, sui social network impazzavano commenti e hashtags relativi al discorso di ringraziamento al momento della consegna dell’Oscar, quando l’attrice ha esordito con: ”Dunque è successo!”, una frase che non gli spettatori non hanno proprio digerito.

Probabilmente lo stesso pubblico che non ha tardato ad etichettarla come “troppo noiosa”, “troppo costruita” e “troppo vicina all’immagine di un’adolescente liceale”.

E se il punto fosse che Anne Hathaway rispecchia semplicemente il “troppo”?

Bella, giovane, di successo e da poco sposata con l’attore Adam Shulman: requisiti invidiabili che le hanno procurato una schiera di “Hatha-haters”, come sono stati definiti i suoi detrattori. Tra questi pare che ci sia anche la cantante Emma Fitzpatrick, che si è lanciata in un video-parodia caricato su YouTube, nel quale imita la Hathaway nella performance di “I dreamed a dream”.

“Lo ammetto, mi hanno ferito, ma nella vita c’è sempre il rovescio della medaglia” ha confessato l’attrice, rassicurando poi i suoi sostenitori: ”Ma io mi concentro sul lato positivo”.

E sembra riuscirci senza difficoltà: Anne posa sicura davanti ai fotografi, regalando ai flash un sorriso sincero e carico di riconoscenza nei confronti di una vita che l’ha premiata per il suo talento.

E’ questo il vero fascino che la caratterizza: rimanere sé stessa e fondersi perfettamente nei ruoli che le vengono assegnati, sebbene si allontanino molto dalla propria personalità. Spogliarsi dei panni della prostituta Fantine ne “Les Miserables” e indossare quelli di Andrea Sach in “Il Diavolo veste Prada”.

 

 

La versatilità caratterizza gli attori eccellenti, molti dei quali però si mostrano spesso distaccati e distanti quando tornano ad essere sé stessi: sul red carpet sfilano decine di volti e di sguardi apparentemente impenetrabili ed assenti.

Non è quello che succede quando brilla la stella di Anne, tutta sorrisi e determinazione: e si sa, dietro a tante critiche si nasconde la più sincera delle ammirazioni.

 

Potrebbe interessarti anche: Golden Globe 2013: Anne Hathaway in bianco