La prova costume: mettiamo alla prova i marchi?

 

Dove vivo io è praticamente arrivata l'estate. Ho tirato fuori le mie Camper aperte e ho iniziato a vagliare l'ipotesi di andare al mare. Così, ho iniziato a peregrinare per i negozi alla ricerca di un nuovo costume da bagno, un bikini per la precisione, magari a pois. Ne ho trovati tantissimi, in moltissimi colori diversi, ormai i pois sono la moda del momento, non è stato difficile. Il problema era un altro: il pezzo di sotto mi andava sempre bene, quello di sopra mai. Come se un po' tutti i marchi dei negozi visitati avessero perso di vista le proporzioni dell'anatomia femminile. E nella maggior parte dei casi, spalline e fasce posteriori non erano neppure adattabili. Anche laddove si potevano acquistare bikini spaiati.
Un negozio via l'altro, sempre la stessa storia. Che non accade solo in estate, anche in inverno quando devo scegliere un nuovo cappotto o una nuova giacca. Faccio un piccolo sondaggio tra le mie amiche su Facebook e scopro di non essere la sola ad avere questo problema. Inizio a credere che la mia non sia semplicemente sfortuna, ma piuttosto un modus operandi con cui i marchi agiscono di continuo.
Non bastavano le taglie che sembrano essere sempre più fatte su misura delle adolescenti nei cartoni animati giapponesi?
Ma non è la moda che dovrebbe adattarsi all'utenza? Non parlo di tendenze, che come Miranda Priestly insegna sono state create da qualcuno decisamente migliore di noi, qualcuno che ha scelto un maglioncino ceruleo in mezzo a un mucchio di roba. Parlo di taglie. È così complicato creare costumi da bagno adattabili a tutte le forme?

 

bikini-uncinetto


Alla fine ho preso una decisione: comprerò qualche pezzo di sotto del bikini e i pezzi di sopra me li farò da me all'uncinetto (i pezzi di sotto di impregnano troppo di acqua e rischierei di restare nuda in spiaggia se fossero anche questi in cotone), nonostante qualche amico mi ha consigliato di andarmene al mare in topless. Sperando che un giorno il mondo della moda cambi rotta.

 

Ti interesserà pure: Prepariamoci alla prova costume con l'AcquaGym 

 

L’estate è alle porte e con lei sale la voglia di trascorrere delle bellissime vacanze in coppia, oppure insieme alle amiche più affezionate per scoprire nuovi luoghi e fare esperienze a contatto con la natura, il mare, la storia e la cultura. Oppure avete semplicemente voglia di passare un weekend in giro per lo stivale? Se la risposta è sì, allora venite a scoprire 3 mete diverse, ma che hanno un comune denominatore: il divertimento e il relax all’aria aperta!

Se siete amanti del campeggio, del contatto con la natura, e preferite le vacanze attive, non dovete assolutamente perdervi queste 3 mete!