Catherine Zeta-Jones strofina le fragole sui denti per sbiancarli; 
Angelina Jolie spalma il caviale per rendere la propria pelle morbida, 
Charlize Theron, come Cleopatra, ama fare il bagno solo nel latte caldo; 
Nicole Kidman rende i capelli lucenti sciacquandoli con succo di mirtillo; 
Sandra Bullock per eliminare le borse sotto gli occhi usa la crema per le emorroidi;
 Jessica Simpson è amante della fish pedicure che consiste nel farsi mangiucchiare da dei pesciolini “Garra Rufa” le cellule morte della pelle dei piedi.


Questi sono solo alcuni dei rimedi senza troppe pretese che adoperano le belle attrici, ma facciamo una breve avanscoperta nei capricci di chi ha tanti soldi e li spende in pieno modo “vip”, tutto pur di assicurarsi un’ottima riuscita in eventi mondani davanti ai flash dei paparazzi. 
Tante celebrità sopportano anche l’idea di un prodotto voltastomaco purché possa avere risvolti eccezionali sulla loro figura. 

Voi spalmereste mai degli escrementi di usignolo sul vostro viso? Beh, Anne Hathaway, i coniugi Beckham e Tom Cruise lo fanno! Dall’idea dell’estetista Shuzuka Berstein si sfrutta questo elemento naturale per illuminare e idratare il viso, risalente a delle tecniche giapponesi, già utilizzate da geishe e attori Kabuki.

Prezzo di questo rimedio esfoliante? 210 dollari a seduta!



Sempre più eclatante il metodo di Kim Kardashian, Reene Zellweger e Jennifer Lopez che sfruttano i principi attivi derivati dalle cellule staminali di niente popò di meno che: placenta di pecora! 
Si sottopongono al trattamento di mezz’ora: si stende sul viso una crema anestetizzante. Dopo 15 minuti, dopo che l’anestetico abbia fatto effetto, si passa un derma-roller che dilata i pori e facilita la penetrazione della sostanza. Si applica la placenta di pecora e viene massaggiata per tre volte in ogni zona del viso stimolando, così la produzione di collagene. Il prodotto viene lasciato sul viso per almeno 12 ore prima di essere risciacquato. La suddetta crema ideata da due chirurghi estetici italiani (Roberto e Maurizio Viel), assicurerebbe una pelle splendente, parola di Victoria Beckham, Sienna Miller e Kate Moss che come le altre sborsano 500 sterline ogni 5 mesi.

 

 

 



Paris Hilton adora rendere la sua pelle vellutata cospargendosi di ambra grigia, già utilizzata come ingrediente base dei profumi per la sua capacità di fissare gli odori. L’ambra grigia è prestigiosa tenendo conto che è quotata 20/65 dollari al grammo. Se il nome non vi disgusta mi sembra giusto mettervi al corrente di come viene volgarmente chiamata: vomito di balena! Eh già: La sostanza viene prodotta naturalmente come secrezione biliare per difendere le mucose intestinali dei capodogli. Viene rigurgitata sotto forma di masse solide che galleggiano e arrivano sulle coste (in particolare dell’India e dell’Africa) per poi trasformarmi in preziose creme idratanti.

 

 

 


Nella nuova frontiera della stesura delle rughe, fanno capolino i veleni di vipera e d’ape. 
Penelope Cruz e Demi Moore usufruiscono della crema contenente siero di vipera che “paralizza” i muscoli facciali proprio come se fossero stati morsi dal rettile in questione. Ha un principio emolliente e nutritivo che minimizzerebbe lo sviluppo delle cosiddette “zampe di gallina”.
 L’altro prodotto anti-age è ricavato dal veleno delle api. Ne bastano poche gocce per riattivare naturalmente la produzione di collagene ed elastina per regalare un aspetto più giovane e luminoso. Una specie di botox naturale di cui si avvalgono Kate Middleton, Michelle Pfeiffer e Gwyneth Paltrow spendendo 304 dollari al grammo!
E’ una questione di esibizionismo stile VIP? O funzionano davvero? Chissà…

 

Potrebbe interessarti anche: Belle toujours con il veleno delle api

 

Un film che ti trascina nel baratro dello spazio infinito sin dalle prime scene del trailer. Gravity, racconta la storia di una bella dottoressa Ryan Stone (interpretata da Sandra Bullock), una brillante scienziata, intenta a partecipare alla sua prima missione nello spazio. Con lei, c’è Matt Kovalsky (interpretato da George Cloony), un astronauta che invece è prossimo alla pensione. Per Matt è il suo ultimo volo, una missione come tante. Una passeggiata nello spazio che si trasforma però nel suo incubo peggiore: mentre i due stanno lavorando ad alcune riparazioni di una stazione orbitante, una pioggia di detriti li investe distruggendo il loro Shuttle e uccidendo l'equipaggio a bordo. I due sono soli e possono contare solo ed elusivamente sulle loro forze.

 

Ai due astronauti non resta che intraprendere una corsa in mezzo alla spazio per raggiungere un'altra stazione orbitante e riuscire a rientrare sulla Terra. I due astronauti sono costretti a vagare nell’oscurità, a fluttuare nell’infinito e a perdere, minuto dopo minuto, ogni possibilità di tornare a casa. Le speranze sono poche anche perché ormai l’ossigeno si va lentamente esaurendo. A Ryan e Matt non resta che addentrarsi nello spazio infinito alla ricerca di un appiglio e di qualcosa che possa riaccendere le speranze di salvezza. Al centro della pellicola firmata Alfonso Cuaròn, c’è L'essere umano: le sue debolezze, le sue difficoltà e l’istinto di sopravvivenza alla vita che è insito in lui anche qualora questa non abbia più niente di convincente e di bello da offrire.

 

 
 

 

 

La sua prima volta sulla copertina di Vogue fu nel 1998: quindici anni dopo, una radiosa Sandra Bullock splende per la quinta volta sulla rivista più famosa del mondo.

Gli anni sono diventati quarantanove, lo sguardo è più consapevole e sembra inchiodare il tempo che è passato, come per tirare le somme e ricordare al mondo che la sua è stata una battaglia vinta. Anche e soprattutto perché non era pronta a combattere.

Era il 2010 quando Sandra Bullock vinceva l’Oscar per il film “Blind Side”: cascate di flashes, statuette dorate tenute strette con orgoglio e sguardi commossi. Ma quella di Sandra era un’emozione che andava ben oltre la conquista di un premio tanto acclamato, perché l’attrice aveva appena adottato un bambino e aveva programmato di rivelarlo al mondo intero proprio quella sera.

Non poteva di certo immaginare che pochi giorni dopo la “maledizione degli Oscars” l’avrebbe colpita proprio nelle sue certezze. Jesse James, suo marito da cinque anni, l’aveva tradita con una pornostar e l’attrice chiese immediatamente il divorzio.

“Bisogna andare avanti anche quando non si è pronti. La mia priorità ora è Louis (il bambino che ha adottato tre anni fa, ndr), non voglio che subisca pressioni legate al mio mestiere. Se vedrò che quello che faccio avrà ripercussioni negative su di lui, preparerò le valige e mi trasferirò in Alaska” ha dichiarato l’attrice alla rivista.

 

Sandra-bullock-vogue-italiano

 

E’ forse questo il motivo che quella sera del 2010 la spinse a proteggere il piccolo, decidendo di non rivelare più la notizia dell’adozione: per proteggere la normalità di cui troppo spesso si dimentica che abbiano diritto anche le celebrities.

Il 4 Ottobre uscirà in America “Gravity”, il suo ultimo lavoro che la vede al fianco di George Clooney e in cui veste i panni dell’astronauta Dr. Ryan Stone, che in seguito ad una catastrofe rimane bloccata nello spazio.

“Prima il mio lavoro era la mia vita. Ora non ho motivi per uscire di casa” ha rivelato l’attrice, che trascorre il tempo libero con suo figlio Louis e i suoi due cani Ruby e Poppy.
Progetta di allargare ancora la sua famiglia ed è grata per tutto quello che ha ricevuto, soprattutto perché “qualunque cosa accada, la affrontiamo come una famiglia. Non ci sono più solo io ora”.

C’è tutto quello che ha difeso e vinto combattendo, che vale più di cento statuette dorate.

 

Ti interesserà pure: Tutti gli articoli di Cinema & Tv


La bellissima e talentuosa attrice Sandra Bullock è ormai prossima ai 50 anni. Vantando una carriera più che ventennale, nel corso dei quali ha interpretato decine di film (da Speed a La casa sul lago del tempo, passando per Premonition, Il momento di uccidere, Miss Detective), nel 2010 è anche riuscita a coronare il sogno di vincere l'ambito Premio Oscar. La splendida Sandra è attualmente al cinema nel film Gravity, in cui recita accanto a George Clooney. Il film immediatamente è giunto al vertice delle classifiche statunitensi dei film più visti.

 

Dunque, sebbene la vita professionale sembri andare alla grande per la Bullock, allo stesso modo non può dirsi di quella amorosa. E così, dopo il divorzio dal marito Jesse James, l'attrice sembra esausta dal fallimento delle sue relazioni e pare aver deciso di chiudere con gli uomini. Una fonte legata alla Bullock avrebbe dichiarato:

 

Mentre si avvicinano i 50 anni la forza che le ha trasmesso sua madre le dà la possibilità di fare a meno di un uomo. Lei è ancora indubbiamente ispirata da sua madre e ha capito che pur sentendosi sola, a volte, è sicuramente meno doloroso dell’avere il cuore spezzato”.