Il grande mondo dello spettacolo italiano, l’11 Gennaio 2013 è stato travolto da un lutto inaspettato, con la scomparsa del talento poliedrico di Mariangela Melato. Si è spenta a 71 anni in una clinica romana, dopo una lunga e ostinata battaglia contro una grave malattia. La sua carriera vanta incredibili successi teatrali e cinematografici dato il gran numero di personaggi a cui ha prestato il suo volto, regalandoci persino una memorabile interpretazione di Medea nelle tragedie greche. Nell’immaginario collettivo è impossibile non ricordarla attraverso alcuni dei suoi film cult come: “Mimì metallurgico ferito nell’amore” e “travolti da un insolito destino nell’azzurro mare d’agosto”, della regista Lina Wertmuller, entrambe al fianco di Giancarlo Giannini.

 

 

La coppia infatti incarna il sodalizio perfetto della comicità italiana, trovandosi a d affrontare situazioni improbabili che suscitano l’ilarità generale del pubblico. In una delle sue ultime apparizioni televisive nel programma di Carlo Conti “I migliori anni” la coppia appariva ancora una volta sempre affiatata, facendosi protagonista di battute e gag simpatiche e lasciandoci con la promessa infelicemente non mantenuta di un loro nuovo progetto insieme. La sua personalità eclettica e il suo carattere deciso diventano la caratteristica principale del suo stile recitativo così appassionato e dirompente allo stesso tempo. Ne abbiamo una riprova anche nella sua ultima “avventura teatrale” con il grande capolavoro di Edoardo De Filippo “ Filumena Marturano” al fianco di Massimo Ranieri. Di origini milanesi, si mostra ancora un volta vincente nell’impersonare una donna napoletana e nel confrontarsi con tutto quello che rappresenta. La sua voce roca, i suoi grandi occhi verdi colmi di lacrime, la sua penetrante espressività, tutto questo è Mariangela Melato: una tra le più grandi attrici italiane di tutti i tempi.