15 Gen

Intervista a Germaine Etanaka Bombampete, fondatrice di Villa Eta

Scritto da  |

Il mondo della bellezza è in continuo fermento e le novità in ambito cosmetico ci vengono proposte all'ordine del giorno. Bisogna, però, saper scegliere i prodotti giusti e non farsi confondere nel mare delle offerte del mercato della skincare. Pertanto, ho intervistato Germaine Etanaka Bombampete, che ha creato il brand Villa Eta, di cui ho recensito anche la Crema viso antiage, emolliente e idratante alla Rosa Mosqueta e Malva

 81460f786448ef802384de7a22471134 XL

 

1. Da cosa è scaturito il Suo amore per l'Italia?

G: Negli anni '80, quando arrivai in Italia per la prima volta, il Bel Paese era molto accogliente e caloroso, venendo da un paese dove si vive in comunità, lo strappo con la mia famiglia di origine era meno violento e ci sono rimasta per amore di un Abruzzese.

 

Foto1

2. Ci spiega come ha realizzato i cosmetici Villa Eta?

G: La cosmesi Villa Eta è nata da un mio sogno da bambina: creare una linea di bellezza naturale per la mia pelle particolarmente sensibile e reattiva. Essendo amante della natura, e vivendo in Italia, ho pensato di creare una linea di cosmesi che risultasse un legame tra il mio continente africano e l’Italia.

 

3. Qual è il prodotto italiano che più ama e che ha inserito nei suoi cosmetici?

 

G: Il mio ingrediente italiano preferito è l’olio extravergine di oliva chiamato l’oro del Mediteranneo per via delle sue virtù benefiche sulla pelle.

 

4. C'è un ingrediente, tipicamente italiano, che vorrebbe utilizzare per la realizzazione di un nuovo prodotto?

G: Farò riferimento di nuovo a uno dei prodotti che hanno reso famoso in tutto il mondo l’Abruzzo e per l’autunno lancerò la linea di cosmesi allo zafferano.

 

5. Perché ha scelto l'immagine di Nefertari come logo del suo brand?

G: L’immagine di Nefertari mi ha ispirato molto per via del suo carattere: una donna molto forte e coraggiosa, non solo bella, amante della cosmesi naturale. Come carattere, mi vedo un po' come lei, non mi arrendo davanti alle difficoltà con la convizione che alla fine del tunnel, c’è sempre la luce del sole.

 

6. L’olio extravergine di oliva nostrano che Lei usa per i suoi prodotti si unisce allora all’olio di argan di Agadir e al burro di karitè del Burkina Faso prodotto da piccole cooperative di donne. Ci spiega le proprietà benefiche di questi ultimi due prodotti?

 

G: L’olio di Argan in Marocco è considerato come medicina omeopatica. Ha molteplici usi e proprietà, per uso interno cura molte patologie generiche e per uso esterno invece cura la nostra pelle rendendola idratata e rassodata, fortificando poi i nostri capelli. Il burro di karitè è una manna dal cielo per gli africani, in quanto cura molte malattie della pelle e aiuta la donna a partorire naturalmente con meno dolore al posto dell’anestesia peridurale.

Oltre a rendere la pelle del neonato vellutata, la partoriente lo utilizza nel cibo per aiutarsi al recupero delle dimensione dell’utero in modo naturale. Essendo un prodotto rassodante, cicatrizza le ferite del parto in modo molto veloce. Il burro di karité viene massaggiato sul corpo del bambino per aiutarlo a dormire la sera quando ha delle coliche. Il burro di karité è un elemento naturale multifunzionale dai grandi e innumerevoli benefici non tutti ancora conosciuti in Italia e nel resto dei paesi europei.

 

7. Pensa di realizzare in futuro una linea specifica dedicata alla cura dei capelli?

Sì, la linea dedicata alla cura dei capelli è già in preparazione per l’autunno in quanto dopo l’estate, i capelli hanno bisogno di essere nutriti e fortificati in modo naturale per reprendere lo splendore perso con l’acqua salmastra.

 

8. Quali consigli darebbe alle donne che vogliono intraprendere la Sua stessa carriera?

La carriera di una “Donna” è sempre una strada in salita, suggerisco di armarsi di coraggio, forza, volontà e perseveranza con lo spirito positivo di accettazione del sacrificio non indiferente. E DI NON MOLLARE MAI fino al raggiungimento dei propri obiettivi! Se non fai quello che ti sta a cuore, passerai notti in bianco a pensare e mal di pancia...con dei rimorsi di: “ se l’avessi fatto”..... allora tanto vale avere mal di pancia e notti insonni realizzando i propri sogni!

 

 

Letto 1179 volte Ultima modifica il Lunedì, 18 Gennaio 2016 16:38
Vota questo articolo
(3 Voti)
Daniela Caruso

Sono laureata in Culture Digitali e della Comunicazione (triennale) e Comunicazione pubblica, sociale e politica (magistrale). Sono appassionata di manga, tecnologia e make-up. Canto da quando avevo 6 anni e amo particolarmente il genere goth-metal. 

Attualmente coordino il progetto LeiDonnaweb e mi occupo della gestione dei social media del sito.

I miei contatti social:

Facebook: FaceIcon

Twitter: twitter

Google+: googleplus

LinkedIn: linkedinicon

Pinterest: pinterest-icon-20

 

Instagram:  second shot 1x

 

yumetwins