Quest’ anno la moda Autunno-Inverno 2012/2013 ci propone idee originali, non ci sono tendenze ma tutto e il contrario di tutto.

Il nero sarà un must, meglio ancora se abbinato ad un tessuto come il velluto. Altri colori che saranno protagonisti di questa stagione sono le sfumature del nero, dal grigio all’argento e tutte le nuance metalliche.

Tornano di moda i bottoni, le fibbie e le spille di tutte le forme e grandezze basta che siano luccicanti, insomma un po come tornare negli anni ’80 dove il dettaglio sbrilluccicante non poteva mancare!

Per quanto riguarda le fantasie dei tessuti si ispireranno molto ad animali stilizzati e forme geometriche.

Abbiamo parlato di must, ma dobbiamo discutere un po anche di quello che è assolutamente out. Da dimenticare tutto ciò che è aderente, le mini-taglie sono decisamente abolite. Di tendenza invece tutto ciò che rimane morbido e che fa volume. No a cappotti o giacche che da indossati sembrano strizzare le persone.

Aboliti quindi tutti gli abiti che danno l’idea di una seconda pelle. E’arrivato il turno della comodità, della praticità e di tutto ciò che è oversize.

Spazio anche per un ritorno dal passato. Le borchie! Possono comparire veramente su tutto: sui cappotti, su borse, su t-shirt, su scarpe per uno stile punk-chic che colpisce al primo sguardo.

 

 

Certo è che non si possono mischiare tutti questi stili, altrimenti si cadrebbe nel cattivo gusto! Quindi cercare di seguire le tendenze cogliendone l’essenza ma senza esagerare nel cogliere troppo e tutto insieme!

 

Come vuole la tradizione nostrana, per il capodanno, ci si attiene ad alcuni gesti di buon auspicio per l’anno nuovo.

Per chi non è scaramantico e non ci pensa minimamente a inzuppare le mani nella scodella delle lenticchie per la speranzosa entrata di denaro, si può sempre rispettare il rito dell’indumento rosso che oramai più che rito scaramantico è diventato un must di fine anno. Sfoggiamo l’intimo dal tono vermiglio nelle sue più svariate nuance. Trionfo di pizzi e merletti; cotone, lycra e microfibra; tessuti ricercati e con ricami particolari che rendono d’impatto il risultato finale. Veniamo attirate dalle vetrine dei negozi di lingerie che dedicano addirittura intere collezioni per soddisfare le esigenze di ogni donna: dalla più semplice alla più aggressiva.

Ma vi siete mai chieste il perché del colore rosso? Questo vecchio costume portafortuna affonda le radici addirittura nelle civiltà arcaiche:

Nell’antica Cina, secondo una profetica leggenda, si usa il colore rosso per spaventare il Nìan (la bestia che mangia gli uomini) e allontanarlo dalle future ere.

Ai tempi di Ottaviano Augusto, invece, gli uomini e le donne usavano vesti di colore rosso perché rappresentanti del potere, della forza, del cuore e della fertilità.

Indossare, quindi, indumenti rossi è di buon auspicio. Favorisce la prosperità e fa scudo alle energie negative. La notte di San Silvestro, oltre al programmare e rispettare i buoni propositi, ci si veste di rubino per dare un caloroso e fausto benvenuto al nuovo anno.

Non bisogna necessariamente infilarsi nel tubino, nel maglioncino o nella gonna a tinta unita tantomeno mettersi su il completino intimo rosso se siete portate più per la dinamicità di quello nero. Si può essere rappresentativi con una bella spilla, una manicure, un fiore tra i capelli, un accessorio che risalti e che sia del propizio tono scarlatto.

Un piccolo dettaglio per condire l’anno nuovo con un pizzico di fortuna in più.