Errore
  • JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 84

Pronte per con un nuovo capitolo della mini rubrica: “vestiti in base al tuo corpo” ?
L'ultima volta abbiamo imparato i punti di forza e i piccoli svantaggi che comporta avere un corpo dalla silhouette a triangolo; oggi affrontiamo la silhouette a triangolo invertito.
La donna a triangolo invertito ha generalmente spalle ampie, seno prosperoso, bacino piccolo e gambe sottili; essenziale è quindi evitare di infagottarsi nascondendo il decolté, poiché la figura risulterebbe essere più voluminosa di quella reale.
Ecco quindi i miei consigli:

Capi spalla: prediligere cappotti, trench o piumini stretti in vita e di un tessuto morbido.
Le giacche corte sono d'obbligo per mettere in mostra le belle gambe sottili e i modelli dritti o quelli con gli elastici in vita sono preferibili; indicate sono anche le mantelle, se non superano il punto vita.

Vestiti: perfetti con il punto vita alto quasi sotto il seno, ma con la parte superiore non eccessivamente fasciante: lasciate intravedere il vostro decolté senza però enfatizzarlo troppo ed assicuratevi che il tessuto del vostro abito sia del peso giusto per cadere dritto e morbido. Assolutamente sconsigliati i vestiti a tunichetta per evitare l’effetto “barilotto”.

Gonne: le longuette sono da evitare se siete bassine ed è meglio non esagerare col nero, a meno che non abbia strass che lo arrischiscano o illuminino. Lasciate perdere anche le gonne a ruota a vita alta che rischiano di accorciare troppo il busto, ma via libera se le scegliete corte sopra il ginocchio, appoggiate al vostro punto vita.

Pantaloni: vi potete concedere praticamente tutti i modelli, soprattutto se sono dritti e dal taglio maschile. Indicati i colori chiari o sgargianti, evitate solo gli stretch neri che farebbero risultare le vostre gambe ancora più sottili.

 

consigli-moda-donna-fisico-triangolo

 

Magliette e maglioni: perfetti gli scolli a V, a barchetta, a madonna, ad anello o a kimono, di tessuto elastico, leggermente aderenti sotto il seno. No, no e ancora no alle magliette oversize, senza forma e a quelle che terminano con un elastico. No alle righe orizzontali e a fiocchi o fronzoli sopra il seno.
Evitate i maglioni XL e le trame a punti grossi preferendo la maglia rasata e sottile; sconsigliabili quelli a collo alto che farebbero sembrare il vostro seno ancora più prosperoso.

Scarpe: le gambe magre e slanciate vi concedono un'ampia scelta! Persino angle boots e i cuissardes sono raccomandabili per la vostra figura, sbizzarritevi!

La prossima volta darò dei consigli per le silhouette a mela!
Stay tuned!

 

Ti interesserà pure: Capelli. Il taglio giusto in base alla forma del viso  

 

Carissime ragazze, oggi volevo darvi qualche consiglio in tema di capelli. L'estate ci piace, ci piace il mare, il sole, l'abbronzatura, ma... purtroppo c'è un ma: i nostri capelli sono costretti a subire parecchio stress in questo periodo dell'anno: tra i frequenti shampoo, le asciugature rapide e le sedute piastra/ferro è concreto il rischio di ritrovarli sfibrati. A questo proposito ho testato vari prodotti, ma devo ammettere che con quelli di Phytorelax (brand presente al Cosmoprof e Made in Italy), mi sono trovata particolarmente bene e li riacquisterò. Si tratta dell' "olio di Argan trattante" per capelli sfibrati/colorati e il "Trattamento cheratinico anticrespo per piastra e phon”. Questi due prodotti mi hanno letteralmente stupita sia per il risultato raggiunto, sia per il prezzo a buon mercato. Iniziamo con l'olio di Argan: si tratta di una boccetta di 60ml per 9 euro (e li vale tutti), bisogna applicare alcune gocce di prodotto sul palmo della mano, e poi massaggiare ciocca per ciocca i capelli umidi (ma non necessariamente, in quanto io lo applico anche sui capelli asciutti con ottimi risultati), le parti che ritenete danneggiate, oppure dalla radice sino alle punte, non risciacquate. L'olio ha un ottimo profumo, delicato e piacevole  che permane per un pò di tempo. Non unge e non sporca i vostri capelli e gli ridona quella lucentezza e quella corposità propria del capello sano, oltre che districarli naturalmente (quindi niente nodi). Contiene puro olio di Argan, estratto dai frutti della pianta "Argania spinosa"che cresce nel sud del Marocco. 

 

opinione-prezzo-Phytorelax


Per quanto riguarda invece il trattamento cheratinico anticrespo (con cheratina liquida), il flacone contiene 150 ml per 7.50 euro, anche qui si può notare la proporzione qualità/prezzo. E' il trattamento che nutre e rinforza la struttura dei capelli trattati e porosi. La cheratina liquida garantisce i migliori risultati attraverso l'applicazione sotto fonti di calore, e migliora l'aspetto dei capelli ricci e crespi attraverso la sua utilizzazione con piastra e phon. Questi prodotti PHYTORELAX mi sono piaciuti moltissimo e inoltre non contengono parabeni e formaldeide. Decisamente entusiasta dopo aver provato questi due, penso proprio di acquistare anche altri prodotti di questa linea. Io li ho acquistati in un negozio per parrucchieri, ma sul sito avevo letto che proteste trovarli anche alla Coin o Oviesse, non ho ancora potuto appurare, ma lo farò presto. Intanto vi lascio il link del loro sito cosi potete dare un'occhiata: www.harboritalia.it
Bene ragazze anche per oggi è tutto,un bacione e come sempre al prossimo articolo.
Strelizia :-*

 

Ti interesserà pure:  Consigli per avere capelli perfetti

 

Mini-guida per mantenere o far tornare i capelli realmente sani e belli!

 

Abbiamo gia visto quanto il sogno di ogni Donna sia di avere capelli perfetti in ogni occasione. Ecco perché è utile seguire questi 10 trucchi per capelli veramente sani e in forma. 

 

  1. Fare impacchi pre-shampoo almeno 1 volta a settimana con olii o burri vegetali, come l’olio di mandorle, l’olio di cocco, l’olio di ricino o il burro di karitè. Gli impacchi si dice sia meglio farli a capelli umidi perché in questo modo i capelli oltre che nutriti saranno anche idratati, ma io con il tempo ho capito che ogni capelli ha esigenze tutte sue, quindi provate e decidete in base all’effetto che ha sui vostri capelli un impacco da asciutti o da bagnati.
  2. Lavare i capelli il meno possibile. Appena vediamo i capelli che non stanno in piega come vorremmo e iniziano a sporcarsi li laviamo, proviamo invece a legarli o magari a lavare solo la parte davanti ed ad usare il phon per ravvivare la capigliatura.
  3. Preferiamo il look naturale! Ovvero usiamo il phon il meno possibile (quando e dove possibile ovviamente) e quando dobbiamo proprio usarlo proteggiamo i capelli con una crema idratante naturale come la Phyto9 e non usiamo mai il phon al massimo della temperatura, meglio una temperatura media. 
  4. Non pettinare i capelli da bagnati, ormai si sa i capelli da bagnati sono più deboli e fragili e si rischierebbe di spezzarli tutti, quando ovviamente si devono pettinare un minimo prima di asciugarli fatelo con un pettine a denti larghi in legno e delicatamente, per limitare i danni.
  5. Ovviamente no a piastre, ferri e brushing aggressivi. Inutile dire che sono i primi agenti che fanno spuntare le antiestetiche e fastidiose doppie punte (nel caso non possiamo fare a meno della piastra ecco un trattamento cheratinico specifico).
  6. No ai siliconi! Iniziate ad usare prodotti più “naturali” ed eliminate i siliconi che, per quanto decantati da parrucchieri e hair stylist famosi, soffocano e danneggiano i capelli, facendoli apparire solo in superficie più belli. Per iniziare potete provare con alcuni shampoo della Garnier della linea Ultradolce.
  7. Usare una maschera nutriente (sempre senza siliconi) due volte alla settimana ma utilizzando un accorgimento: tamponate i capelli, applicate la maschera e passate il phon caldo per 30 secondi. Il calore aiuterà tutti gli attivi a penetrare per bene nel capello.Consigli-capelli-sani
  8. Utilizzare il COW alternato ai lavaggi con normale shampoo, sia perché è più delicato come lavaggio sia perché lo scrub al cuoio capelluto effettuato dallo zucchero aggiunto al balsamo (preferibilmente Splend’or al Cocco) aiuta la circolazione del cuoio capelluto.
  9. Legare i capelli prima di andare a dormire, basta fare una coda alta e morbida per evitare i nodi al mattino e non stressare i capelli.
  10. Adottare piccoli accorgimenti quali: non usare laccetti per capelli con parti metalliche poiché strappano i capelli, non toccare troppo i capelli, non tenerli legati per troppo tempo o troppo stretti.

 

Ti interesserà pure: I rimedi per i capelli secchi e privi di tono

 

E tu, sai gestirlo il budget familiare? 


Abbiamo già visto che avere un budget familiare è relativamente facile. RISPETTARLO può essere però molto complesso. Ci sono sempre cose di cui abbiamo bisogno o che vorremmo comprare e la carta di credito spesso ci fa’ perdere la consapevolezza di quanto stiamo spendendo.
Dall’altra parte però, rimanere entro certi limiti di spesa è necessario (specie coi tempi che corrono ?).

Quindi, come rispettare il budget?

Prima di tutto, devi avere un forte MOTIVAZIONE o non ti sentirai mai abbastanza “obbligata” a seguire questa regola. Se non hai chiaro il motivo per cui lo fai e i vantaggi che porterà (ma anche gli svantaggi che ti causerà non rispettarla), continuerai a cadere in tentazione.
Datti un limite massimo di spesa, obbligati a controllare le “strisciate” della carta di credito, fatti i conti in tasca ogni settimana invece che solo a fine mese (quando ormai è troppo tardi!), chiediti ogni volta che stai per spendere soldi se è davvero necessario (se hai un compagno/marito questo vale per entrambi!).

 

come-gestire-bilancio-familiare

 

E se senti che la tentazione avanza, ricordati il motivo per cui stai risparmiando (l’auto, le vacanze, un figlio!) e come ti farà star bene la sensazione che proverai alla fine quando avrai il tuo gruzzoletto da parte. Se questo non funziona, pensa anche a quanto ti maledirai a pensare di essere di nuovo caduta in tentazione e aver sforato. Un consiglio in più: scrivi tutte queste cose su un foglio e attaccalo dentro l’armadio, così lo vedi tutti i giorni e rinfreschi la memoria.


Se poi vuoi essere davvero super efficace, segnati ogni giorno QUANTO spendi e in COSA spendi: spesa, bollette, benzina, ma anche gli extra come bar, sigarette, vestiti. In questo modo potrai capire chiaramente dove vanno i tuoi soldi e dove puoi tagliare.

 

Sai che esiste finalmente un sistema di Gestione del Tempo studiato apposta per le Donne?! Un metodo per organizzare il LAVORO, la CASA e la FAMIGLIA in modo da avere PIU’ TEMPO PER TE STESSA e per le cose che ami.

Clicca qui per saperne di più

 

 

Quando ci troviamo di fronte a persone carismatiche e molto competenti nel proprio lavoro rimaniamo inevitabilmente colpite. Ma in realtà, ognuna di noi può lavorare su sé stessa e diventare una guida e un modello per gli altri in un ambito della propria vita, che sia personale o professionale. Come fare?

Se anche tu vuoi coltivare queste qualità e crearti un percorso di crescita, ecco i primi passi da muovere:

1. Mettiti in gioco, ogni giorno 

Essere una persona affidabile e responsabile è importante. Ma diventare un modello per gli altri richiede uno sforzo in più. La differenze è sottile, ma fondamentale: le persone responsabili si danno da fare quando c’è bisogno, mentre i leader sono pronti a mettersi in gioco ogni giorno, indipendentemente dalle necessità, dalla condizione personale e dalle circostanze.  Non importa quali ostacoli sia necessario affrontare, devi essere sicura delle tue competenze e sfidare continuamente te stessa.

2. Cerca sempre di migliorare 

Mai sentirsi “arrivati”. In qualsiasi condizioni e a qualsiasi livello, c’è sempre qualcosa in più che si può imparare. La crescita e il miglioramento sono obiettivi che si possono perseguire anche a 80 anni! Come fare? Chiedendosi sempre “Perché?”. Le persone che sanno come fare le cose, avranno sempre una competenza, ma solo chi si chiede il perché delle cose potrà essere una guida per gli altri. 

3. Alza l’asticella 

Cerca sempre di andare un po’ più in là rispetto agli altri e rispetto alle tue aspettative. Il che non significa vivere tutto come una competizione, ma semplicemente non accontentarti dei risultati. Se ti poni un obiettivo e riesci ad ottenerlo, la volta dopo poniti lo stesso obiettivo con un qualcosa in più. Ti spronerà a migliorare e a ottenere risultati sempre maggiori, facendoti scoprire doti e risorse che non pensavi neanche di avere. Come nel salto in alto, a ogni tentativo alza l’asticella! 

4. Metti impegno anche nelle piccole cose

L’attitudine al miglioramento e alla crescita si allena sia nei grandi progetti sia nelle cose di tutti i giorni. Anzi, sono proprio i piccoli compiti quotidiani a tenerci in allenamento e a rinforzare la forma mentis da leader. Quando fai qualcosa che ti sembra banale e routinaria, cerca comunque di metterci qualcosa in più. 

 

7-consigli-per-diventare-leader

 

5. Porta a termine i tuoi compiti, e fallo in modo eccellente 

Le persone competenti e professionali portano sempre a compimento i propri incarichi. Per fare questo, è importante che tu non ti arrenda mai alla prima difficoltà, ma cerchi sempre di arrivare fino in fondo. In questo modo, non solo dimostrerai il tuo valore agli altri, ma manderai anche un potente messaggio a te stessa: “Posso farcela”. Quale soddisfazione più grande?!

6. Focalizza 

Specialmente all’inizio di questo cammino, è difficile cercare di migliorarsi su più fronti. Si rischia di disperdere energie, creare confusione e sentirsi insoddisfatti. Meglio quindi se scegli un’area su cui focalizzarti. Parti da quella che ti tocca più da vicino, quella dove senti di avere le competenze e il potenziale per diventare davvero una figura di riferimento.  

7. Sii d’ispirazione per gli altri 

I veri leader fanno molto di più che operare ad alti livelli: ispirano e spronano le persone attorno a loro a fare altrettanto. I leader cercano di dare il massimo, trovando via via soluzioni migliori. E insegnano ciò che imparano agli altri,  motivandoli a inseguire obiettivi più ambiziosi. Condividere il proprio sapere e la propria motivazione da’ un’enorme soddisfazione e lascia un’impronta indelebile nel cuore delle persone che ci circondano.

 

Sai che esiste finalmente un sistema di Gestione del Tempo studiato apposta per le Donne?! Un metodo per organizzare il LAVORO, la CASA e la FAMIGLIA in modo da avere PIU’ TEMPO PER TE STESSA e per le cose che ami.

Clicca qui per saperne di più